Skin ADV
Altre Notizie
Stasera la seconda puntata de "L'Attesa...": intervista al capodieci di Sant'Ubaldo (ore 21 su TRG)

Sarà trasmessa questa sera, eccezionalmente di mercoledi` (sempre alle ore 21.10 - canale 11) la seconda puntata de "L`Attesa..." la trasmissione ideata e condotta da Giacomo Marinelli Andreoli e dedicata alla lunga vigilia della Festa dei Ceri. Puntata caratterizzata dall`intervista al capodieci di Sant`Ubaldo, Luigi Pierucci "Barcarola" (nella foto), affiancato da numerosi amici nella sua taverna di via Piccotti, con ricordi e aneddoti. Non mancherà nel corso della puntata il ricordo degli indimenticati Enrico "Pittino" Nicchi e Gigino Viola, due ceraioli conosciuti e apprezzati venuti a mancare nei mesi scorsi. Per le chicche d`archivio, le immagini della Festa dei Ceri del 1964 e per la nuova rubrica "Cero anch`io" i ricordi di un appassionato della Festa dei Ceri da Pietralunga, Franco Caseti, da 50 anni immancabilmente presente a Gubbio ogni 15 maggio. Questo ed altro nella seconda puntata in onda stasera, eccezionalmente di mercoledì, con le repliche domani giovedì alle 14.30 e per il resto sabato alle ore 16 e domenica alle 17.30 mentre su canale 111 (TRG1), domenica replica no stop per l`intera giornata. Ma "L`Attesa" torna integralmente anche su www.trgmedia.it. La prima puntata de "L`Attesa...", molto seguita nella messa in onda di giovedì e nelle 4 repliche successive, e` visibile on line integralmente da questa sera su www.trgmedia.it, nella apposita sezione "Ceri" a destra della home page. 16/04/2014 14:15:00
S.Eraclio: ecco i vincitori del 20° Premio regionale di poesia "Giovanni Polanga"

Federico Tiburzi (primo ciclo - scuola primaria), Matteo Battistelli (secondo ciclo – scuola primaria), Camilla Candelori (scuola secondaria di primo grado), sono i vincitori del 20° Premio regionale di poesia “Giovanni Polanga” promosso dall’associazione di volontariato per ragazzi “La Coccinella” di S.Eraclio. In questa edizione la giuria presieduta da Maura Franquillo ha dovuto esaminare oltre mille componimenti poetici, provenienti dalle scuole di tutta l’Umbria. Il tema del concorso di quest’anno era dedicato alla figura del nonno che con il nipote instaura un rapporto di complicità e tolleranza diventando un forte punto di riferimento per la crescita valoriale dei bambini.16/04/2014 12:19:00
Turismo a Pasqua: Assisi batte Firenze e Venezia

A pochissimi giorni all`inizio dell`atteso atteso ponte di Pasqua, secondo le analisi dell`Osservatorio di trivago.it, motore di ricerca hotel, 8 italiani su 10 rimarranno sul territorio nazionale e solo il 20% optera` per una Pasqua fuori confine. Tra le 20 citta` piu` ricercate d`Italia, Assisi "sbaraglia la concorrenza" registrando la disponibilita` alberghiera piu` bassa, mentre Pisa risulta la piu` conveniente assieme a Rimini e Palermo. Da nord a sud i viaggiatori italiani hanno espresso le proprie preferenze di Pasqua optando prevalentemente per citta` d`arte e destinazioni al mare. La vera regina di questo ponte e` pero` Assisi che risulta al momento la citta` con il minor numero di hotel ancora prenotabili online. Trainata dall`effetto Papa Francesco, la cittadina umbra registra un`occupazione alberghiera dell`85%, piu` alta di Venezia (83%) e Firenze (79%). Un Pasqua sotto tono invece per Milano e Bologna dove rimangono ancora disponibili oltre 6 strutture su 10. Secondo i dati registrati dal trivago Hotel Price Index inoltre, Pisa conquista quest`anno il primo posto tra le citta` piu` convenienti nel fine settimana di Pasqua (18-21 aprile) con una media di 80 euro a camera a notte, seguita da Rimini a 81 euro, Palermo 84 euro, Bologna 86 euro e Torino 91 euro. Delle 20 citta` piu` ricercate dagli italiani rimangono sotto i 100 euro a notte anche Perugia (92 euro) e Genova (96 euro). Capri invece trionfa tra le mete piu` care con una media di 252 euro a camera a notte, seguita da Venezia a 249 euro, Firenze e Roma. "Scotta" il primo sole con prezzi elevati nelle citta` di mare come Sorrento, Ischia e Riccione. 16/04/2014 14:23:00
C.Castello. Denunciate due persone dai carabinieri. Intervenuti per sedare una rissa hanno trovato droga.

Due persone sono state denunciate nei giorni scorsi dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Città di Castello. Si tratta di un 22enne extracomunitario residente a Città di Castello e di un 24enne, anch’egli straniero, residente ad Umbertide. Alcune sere fa alcuni vicini, udendo delle urla provenire da un’abitazione della periferia sud di Città di Castello, hanno richiesto al 112 l’intervento di una pattuglia. I militari, una volta sul posto, hanno accertato che due fidanzati avevano litigato per futili motivi e che la situazione era comunque tornata alla normalità. Un Carabiniere, mentre stava per lasciare l’abitazione, ha notato sul pavimento un frammento di sostanza di colore marrone che, una volta raccolto, si è rivelato hascisc. L’intervento per lite si è quindi tramutato in una perquisizione domiciliare nel corso della quale sono stati rinvenuti sette grammi di hascisc, suddivisi in diversi pezzi, nonché due bilancini elettronici di precisione. Il 22enne è stato quindi denunciato per detenzione di stupefacenti. Ad Umbertide invece, sempre una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Città di Castello, domenica pomeriggio ha denunciato uno straniero 24enne. Il giovane è stato notato a bordo di uno scooter mentre, con atteggiamento sospetto, girovagava nei pressi di un parco pubblico. I Carabinieri lo hanno fermato ed identificato. Addosso non aveva ne stupefacenti ne arnesi da scasso. Quando però i militari hanno chiesto i documenti del ciclomotore e l’interessato ha detto di averli dimenticati a casa, è stato chiaro che c’era qualcosa di strano. Gli accertamenti immediatamente effettuati hanno infatti consentito di accertare che, nonostante non fosse ancora stata formalizzata la denuncia, lo scooter era stato rubato due giorni prima ad uno studente di Perugia. Il 24enne dovrà rispondere del reato di ricettazione.16/04/2014 13:38:00
"Gubbio partecipa" si defila: "Non ci sono le condizioni"

"Gubbio partecipa" si toglie dallo scacchiere politico in vista delle Comunali. La decisione era nell`aria e viene ufficializzata da un comunicato stampa. La lista guidata da Carlo Pierotti (nella foto) presente come consigliere comunale di opposizione nel mandato della giunta Guerrini, spiega di non aver trovato le condizioni per un nuovo percorso, nonostante mesi di lavoro per realizzare una coalizione di liste civiche sganciate dalla politica: "Una profonda analisi svolta dopo la fine della Giunta Guerrini e lo scioglimento anticipato del Consiglio Comunale aveva lasciato in noi alcune convinzioni profonde. La prima di queste era che la politica dei partiti a Gubbio avesse fallito in maniera completa e non solo negli ultimi anni: che ci fosse bisogno di una cura shock per i partiti stessi, incapaci di auto riformarsi senza un salutare “turno di riposo”. Solo con qualche anno di purgatorio avrebbero potuto ritornare ad essere quello che la nostra costituzione li chiama ad essere. Altra convinzione era che la nostra città avesse un potenziale di sviluppo alto, ma che la rissosità e la difficoltà a guardare aldilà di piccoli calcoli, di bottega e non, ne impediva il dispiegamento: una marea di ordini del giorno interessanti approvati in consiglio comunale e mai presi in considerazione dalla giunta e quindi mai divenuti operativi (i.e. strategia “rifiuti zero”) ed altri ordini del giorno interessanti e di puro buon senso non approvati a causa della provenienza di chi li proponeva (i.e. uso degli open data). In aggiunta ci sembrava che su tante questioni amministrative fossero più le cose che univano le varie forze politiche da quelle che le dividevano; le stesse forze poi però tornavano a dividersi per vaghe questioni d` identità e/o su tematiche nazionali o di principio, che avevano poco a che fare con i problemi ordinari della nostra città. Da queste considerazioni abbiamo provato a fare una proposta nuova: facciamo una coalizione di liste civiche trasversali e di vario orientamento, che si adoperassero esclusivamente per Gubbio per cinque anni, con un programma comune, rinunciando ai riferimenti partitici regionali e nazionali (ed ai relativi simboli), formando nel futuro consiglio comunale gruppi consiliari non del partito d` appartenenza , ma della lista civica che li aveva eletti. Non chiedevamo di bruciare tessere o rinunciare alla propria identità politica: chiedevamo uno sforzo di "esclusività" per Gubbio per la sola durata della consiliatura, rinnovando radicalmente la classe politica ed elaborando insieme un programma vincolante solo sulle questioni locali ed amministrative. Ci abbiamo creduto e abbiamo lavorato per mesi su tale progetto, parlando con quasi tutti i soggetti politici, qualche volta stimolandone la nascita di nuovi. Purtroppo la risposta che abbiamo avuto non è stata all`altezza delle nostre aspettative e non ci ha permesso di pensare che questo progetto oggi fosse possibile e praticabile, a prescindere dal fatto che ciò fosse attribuibile a demeriti nostri o altrui. A questo punto potevamo scegliere se rifare un percorso (solitario o quasi) di testimonianza e presenza in Consiglio Comunale o stare fuori dal Consiglio stesso: per non aumentare il livello di scontro e lacerazione che la città vive da ormai troppo tempo, abbiamo scelto, con una buona dose di rammarico, quest`ultima strada, nella speranza di continuare ad incarnare quello spirito di un nuovo e autonomo approccio ai problemi di Gubbio. "Gubbio Partecipa" dunque non ci sarà in questa tornata elettorale, ma continuerà la sua attività, in forme diverse e varie, insistendo nello studiare, approfondire e proporre, sperando di essere ancora utile alla comunità cui profondamente appartiene".16/04/2014 09:10:00
Serie D, domani turno infrasettimanale con la 32esima giornata

In Serie D si gioca domani il turno valevole per la 32esima giornata, con il torneo che non conosce sosta nonostante la Pasqua sia alle porte. Restano alcune caselle vuote e le ultime giornate giornate serviranno a riempirle, vedi la voce posti play off e zona salvezza. Nei quartieri nobili della classifica, il Foligno dopo il successo sull`Arezzo che ha permesso di mettere una pesante ipoteca sul secondo posto, affronta in trasferta la Colligiana, tornata in corsa con l`Ostia Mare per un posto nei play off dopo che l`Arezzo si è guadagnato tramite la semifinale di Coppa Italia, l`accesso diretto alla seconda fase. Un aiuto in tal senso potrebbe offrirlo il GualdoCasacastalda, impegnato al Luzi proprio contro l`Arezzo: i ragazzi di Giunti non vincono in casa dal confronto con la Pistoiese dello scorso 19 gennaio, domenica scorsa il derby con il Trestina ha portato un punto utile ad avvicinare ulteriormente i gualdesi alla salvezza, che potrebbe essere anche raggiunta matematicamente con un colpaccio proprio ai danni degli amaranto. Proprio il Trestina è atteso da una altra straregionale, quella in casa del Bastia, in calo nelle ultime prestazioni, tre sconfitte nelle ultime tre gare sono qualcosa in più di un semplice campanello di allarme, con la zona pericolosa della classifica che è tornata a pochi punti di distanza. Non sta meglio il Trestina che con il Bastia condivide i 38 punti in classifica, ecco perchè la gara del Comunale rappresenta un “mors tua vita mea” con le squadre chiamate solo a cercare la vittoria. Altra sfida interna per il Sansepolcro dopo la caduta con il Deruta, altro confronto contro una diretta concorrente: al “Buitoni” arriva la Voluntas Spoleto che vede passare uno degli ultimi treni che conducono alla permanenza in Interregionale. Chiusura con la Pontevecchio che tiene viva la fiammella grazie al successo sulla Narnese, e che si gioca tutto in trasferta sul terreno del Deruta: i biancazzurri, che in esterna sono una dei migliori rendimenti dell`intero girone, in casa faticano e non poco tanto da essere l`unica squadra a non aver mai vinto: serve però un successo per mantenersi in corsa ed eliminare definitivamente i rossoverdi. 16/04/2014 13:10:00



Dal Forum

Utenti online:      116

Newsletter TrgMedia
Twitter

Facebook