Skin ADV

C.Castello: il Covid-19 non ha fermato il ricordo dei caduti di tutte le guerre

C.Castello: la commemorazione dei caduti di tutte le guerre piu' forte del Covid, ieri la tradizionale cerimonia a San Secondo.

Il Covid-19 non ha fermato il ricordo dei caduti di tutte le guerre. Come ogni anno, anche ieri a San Secondo si è tenuta la cerimonia di commemorazione promossa dalla sezione di Città di Castello dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra e dal Comitato Pro San Secondo. “La forma ridotta della celebrazione, imposta dalle restrizioni per il contenimento della pandemia, ha purtroppo impedito la presenza delle associazioni, delle scuole, della banda musicale e ha costretto a rinunciare al corteo verso i monumenti, ma non ha tolto emozione e significato a ogni gesto, a ogni parola e a ogni momento vissuto”, sottolinea l’assessore Vincenzo Tofanelli, che ha rappresentato il sindaco Luciano Bacchetta e l’amministrazione comunale, deponendo una corona di alloro ai piedi dell’altare della chiesa della frazione tifernate insieme al maggiore dell’Esercito Italiano Carmelo Vitale, che ha partecipato in rappresentanza del nuovo responsabile del Comando Militare Umbria colonnello Vincenzo Nazzaro. “E’ fondamentale ricordare sempre e comunque chi ha sacrificato la propria vita per la nostra libertà e per la democrazia, non perdendo nemmeno un’occasione di trasmettere l’importanza di questi valori ai giovani”, spiega Tofanelli, che si è unito al presidente della sezione tifernate dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra Pierino Monaldi e alla presidente dal Comitato Pro San Secondo Nicoletta Caiotti nella cerimonia religiosa celebrata da monsignor Giovanni Cappelli. Tra coloro che hanno preso parte alla celebrazione, anche il consigliere comunale Andrea Lignani Marchesani. “Per noi era fondamentale non interrompere la catena del ricordo che ci lega alla storia e ai valori che ancora oggi è indispensabile salvaguardare, conoscere e diffondere”, ha dichiarato Monaldi, che ha sottolineato: “è per questo che abbiamo voluto che, nel rispetto di tutte le precauzioni, un giovane fosse sempre presente in ogni momento delle celebrazione, proprio a sancire il passaggio di testimone generazionale tra chi ha conosciuto la guerra e chi oggi è chiamato a fare il possibile perché la guerra non torni più”. Durante la cerimonia religiosa sono stati particolarmente toccanti i momenti nei quali proprio dei bambini hanno declamato la preghiera dei caduti e hanno intonato l’inno nazionale italiano. All’esterno, con la bandiera tricolore sempre in vista, quest’anno privata della scritta Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra per identificare simbolicamente l’appartenenza del vessillo a tutte le associazioni che non anno potuto partecipare, sono stati sempre dei giovani a deporre un omaggio floreale davanti al cippo che ricorda il bombardamento del 14 maggio 1944 e la corona d’alloro al monumento ai caduti, con l’accompagnamento della tromba di Giovanni Marconi.

Città di Castello/Umbertide
02/11/2020 16:03
Redazione
Gubbio: Astenotrofio Mosca, nessun caso di positività tra gli Ospiti né tra gli operatori sanitari e non della struttura
La Direzione dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Casa di Riposo Mosca rende noto che ad oggi 2 novembre non es...
Leggi
Assisi: tassa sui rifiuti, nessun aumento per i cittadini. Ridotta per le attività colpite dal Covid
Sono in corso di lavorazione gli avvisi per il pagamento della Tari (tassa sui rifiuti), i bollettini arriveranno tramit...
Leggi
Covid: ospedale di Perugia, il cardinale Bassetti "in respiro spontaneo"
Il cardinale Gualtiero Bassetti "ad oggi è vigile ed in respiro spontaneo". Lo riferisce l` ospedale di Perugia dove il ...
Leggi
C.Castello: Coronavirus; ieri cinque guariti e otto nuovi positivi
“Ieri nella nostra città ci sono state cinque persone guarite, più otto positive”. Lo ha dichiarato oggi il sindaco Luci...
Leggi
C.Castello: un arresto per l’ipotesi di reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio
Continua l’azione dei Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, finalizzata al contrasto dello spaccio delle sos...
Leggi
Coronavirus, 14 persone guarite a Gubbio in due giorni
A fronte dei nuovi casi di positività al Coronavirus nel nostro territorio, c’è un altro importante dato in via di aggio...
Leggi
Stasera torna (ore 20.55) "Tg Plus - Terzo Tempo Rossoblu'", ospite il difensore del Gubbio Manuel Ferrini. A seguire telecronaca di Vis Gubbio-Castelfidardo
Torna stasera alle ore 20.55 su TRG un nuovo appuntamento con "Tg Plus - Terzo Tempo Rossoblu`", approfondimento sulle u...
Leggi
Citerna: pulizia e manutenzione dei terreni, nuova ordinanza del Sindaco
Nuova ordinanza emessa dal sindaco del Comune di Citerna, Enea Paladino, al fine di salvaguardare la pubblica incolumità...
Leggi
Scarpette rosse, ceramisti eugubini chiamati a raccolta
Si chiama “Scarpette rosse in ceramica” il progetto lanciato dalle 46 Città della ceramica che chiama all’azione le citt...
Leggi
“Una gita fuori porta”, Trevi e Bevagna protagoniste della puntata di martedì 3 novembre
Il sesto episodio de “Una gita fuori porta”, il programma in onda martedì 3 novembre in prima serata alle 21.45 sul nuov...
Leggi
Utenti online:      540


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv