Skin ADV

Corso di formazione sul metodo Montessori: nuova tappa alla Montesca di C.Castello

Corso di formazione sul metodo Montessori: nuova tappa alla Montesca di C.Castello a cura del prof. Leonardo Fogassi.

Sabato mattina, 30 novembre, si è tenuto il secondo incontro del “Corso di formazione 0-6 – Un approccio informato al metodo Montessori rivolto a insegnanti ed educatori di bambini da 0 a 6 anni”, tenuto dal professor Leonardo Fogassi, che, dialogando con gli oltre quaranta docenti partecipanti al corso, ha ripercorso le fasi cognitive dei bambini nel loro primo periodo di crescita e sviluppo: dalla nascita ai sei anni.
Il prof. Fogassi è un neuroscienziato, docente di neurofisiologia all'Università degli Studi di Parma, che ha fatto parte di un gruppo di ricerca, assieme a Giuseppe di Pellegrino, Luciano Fadiga, Vittorio Gallese e Giacomo Rizzolatti, che ha scoperto l'esistenza dei "neuroni specchio", cellule motorie del cervello che si attivano sia durante l'esecuzione di movimenti finalizzati, sia osservando simili movimenti eseguiti da altri individui.
Il professor Fogassi è inoltre autore, insieme al Prof. Raniero Regni, del testo "Montessori e le Neuroscienze, cervello, mente ed educazione” e proprio il metodo Montessoriano, rivisitato e rivisto alla luce delle più recenti scoperte pedagogiche e delle neuroscienze sono alla base del corso, promosso dalla Fondazione Hallgarten–Franchetti Centro Studi Villa Montesca in collaborazione con ANCI Umbria, Regione Umbria, e Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione dell’Università degli Studi di Perugia.
Maria Montessori è stata a tutti gli effetti una pioniera nel settore educativo. Grazie alle sue osservazioni e ai suoi studi è stata in grado non solo di rivoluzionare le pratiche vigenti, ma di modificare la visione stessa del bambino. All’immagine, propria della tradizione, di bambino quale essere privo di coscienza, tabula rasa tutta da scrivere per mano dell’adulto, la Montessori sostituì una visione di bambino come individuo competente, che alla nascita già possiede in potenza tutte le risorse necessarie per edificare da sé l’uomo e l’insieme delle sue facoltà (pensiero, linguaggio, movimento…).
Tutto ciò, come scoprì Maria Montessori oltre un secolo fa, è possibile grazie alle particolari caratteristiche della mente infantile, una mente che funziona in maniera differente da quella adulta, perché cresce e si sviluppa assorbendo in maniera semplice e naturale ciò che la circonda sulla base di direttive di sviluppo interiori. Queste scoperte condussero la Montessori a mettere in atto una vera e propria rivoluzione educativa, basata sulla convinzione che “per aiutare un bambino, dobbiamo fornirgli un ambiente che gli consenta di svilupparsi liberamente”.
Creò quindi degli ambienti a misura di bambino, con oggetti curati e proporzionati utili a favorire il più possibile l’attività autonoma infantile, sviluppò dei materiali scientifici per lo sviluppo dei sensi e per l’apprendimento delle varie discipline (linguaggio, matematica, botanica, geografia…) e, soprattutto, formò migliaia di educatori ed insegnanti al suo nuovo approccio.
I benefici che l’educazione Montessori ha sullo sviluppo infantile sono oggi confermati anche dalle Neuroscienze, ed è stato proprio questo l'approccio affrontato nel corso dal prof. Fogassi che, nel suo dialogo con i docenti partecipanti, ha ripercorso le fasi cognitive dei bambini nel loro primo periodo di crescita e sviluppo: dalla nascita ai sei anni.

Città di Castello/Umbertide
01/12/2019 10:13
Redazione
Gubbio: presentazione del nuovo libro di Simone Zaccagni "Il lato oscuro della luna"
Non è` ancora spenta l`eco degli apprezzamenti per la sua prima pubblicazione ("La noia degli altri non vale" con prefaz...
Leggi
Calcio a 5, Vis Gubbio da sogno: Prato battuto 7-5 alla Polivalente e primato in classifica. Stasera telecronaca ore 22.30 Trg1
Calcio a 5: con una prova corale super la Vis Gubbio batte 7-5 Prato e balza in vetta al girone D di Serie B nazionale. ...
Leggi
Basilica di S.Ubaldo, dal 6 gennaio 2020 arrivano due nuovi sacerdoti dei Canonici lateranensi: don Giuseppe Ganassin e don Pietro Bonazzi
Da settimane si parla dei cambiamenti che a breve riguarderanno la Basilica di Sant’Ubaldo, sulla cima del monte Ingino....
Leggi
Stamane a Palazzo Cesaroni la prima seduta del nuovo Consiglio regionale: si elegge il presidente, Squarta in pole
E` attesa per oggi lunedì 2 dicembre, alle 10, la prima seduta dell` Assemblea legislativa dell` Umbria per la sua undic...
Leggi
Differenziata, a Gubbio si amplia il servizio: da lunedi' 2 dicembre anche a Carbonesca e Colpalombo
  Nuovo step nel processo di ampliamento della raccollta differenziata "porta a porta" nel comune di Gubbio:  da lunedì...
Leggi
Promozione, girone A: Finisce 1-1 il big match tra Branca e Pontevecchio. Cecchini risponde a Bellucci, biancoblu' sempre primi a +6 dai rossoverdi
  Promozione: è andato in scena nel primo pomeriggio al “Santa Barbara” il big match dl girone A tra Branca e Pontevecc...
Leggi
AIDS, oltre 800 i casi curati al S.Maria della Misericordia di Perugia: "Patologia sottovalutata" dice la prof.ssa Francisci
Sono 800 i pazienti con diagnosi di AIDS, seguiti costantemente dai professionisti della struttura complessa di Malattie...
Leggi
Serie C, domani Gubbio-Padova: Torrente sgrida e carica i suoi: "Vista poca concentrazione, servirà partita perfetta". Diretta radio dalle 14.55 su RGM
Calcio, Serie C: è un Vincenzo Torrente alquanto adirato quello visto nella rifinitura odierna, che ha usato toni forti ...
Leggi
Serie D e Eccellenza, il punto sulla domenica calcistica regionale
  Nel 14esimo turno di Serie D(domani ore 14.30) triplo impegno casalingo per le umbre: il Foligno, senza il portiere R...
Leggi
Perugia, domattina la presentazione del libro di Sergio Rizzo "La memoria del criceto" (ore 11 Sala dei Notari)
Appuntanento di spicco domattina domenica 1 dicembre a Perugia con la presentazione del libro di Sergio Rizzo "La memori...
Leggi
Utenti online:      245


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv