Skin ADV

Gruppo consiliare Lega Gubbio: Richiesta di un Consiglio comunale urgente per i fatti del 15 Maggio

Gruppo consiliare Lega Gubbio: Richiesta di un Consiglio comunale urgente per i fatti del 15 Maggio

Un Consiglio comunale urgente per analizzare i fatti accaduti lo scorso 15 Maggio. Questa la richiesta del Gruppo consiliare Lega Gubbio nei confronti del Sindaco di Gubbio Filippo Stirati, ovviamente tramite il presidente del Consiglio comunale Stefano Ceccarelli. questo il testo della missiva:

"A seguito degli assembramenti, della gestione e delle scelte politiche della “ non corsa dei Ceri” del 15 maggio, non possiamo non intervenire, anche alla luce del singolare atteggiamento e dichiarazioni del Sindaco Stirati nelle due Conferenze Stampa a seguito di tale vicenda.

Ci è sembrato al quanto singolare che il nostro Sindaco abbia addirittura provato a scaricare su altri, anche nei confronti del nostro gruppo della Lega, quelle che sono le responsabilità di un Sindaco e di una Giunta che è chiamata a gestire tutta l’organizzazione relativa al periodo della festa, ed in particolar modo in questo anno, dove per l’emergenza sanitaria in corso doveva prevedere ed impedire che si potessero manifestare comportamenti non in linea con le disposizioni governative che disciplinano le norme per contenere la diffusione del Covid-19.

Inoltre rileviamo un fatto che è sotto gli occhi di tutti, anche di tutto il Consiglio Comunale, che per la gestione di questo intero periodo emergenziale, il Sindaco e l’intera Giunta ha deciso di assumersi tutti gli oneri e gli onori di tale gestione senza mai interfacciarsi con il Consiglio Comunale o almeno con i Capi Gruppo Consiliari, sia sulla questione emergenziale Covid-19 ed anche su tutta la gestione relativa alla Festa dei Ceri. Ci sembra quindi evidente che le scelte fatte in piena autonomia poi richiamano anche ad una assunzione di responsabilità alla quale non si può sfuggire.

Per superare anche le polemiche innescate su un nostro precedente comunicato del 13 maggio 2020, trasmesso agli organi di stampa, a seguito dei provvedimenti che il Sindaco aveva emanato per giornata del 15 maggio, riportiamo alcuni passaggi salienti per dovere di chiarezza: “ Tra l’altro, imporre il divieto di circolazione pedonale in alcune aree, non risolve il problema degli assembramenti, che al contrario potrebbero verificarsi nelle vie limitrofe (ad esempio sul Corso)” ancora “ Invece di imporre restrizioni drastiche e inutili, sarebbe stato sufficiente intensificare i controlli da parte delle Autorità competenti”.

E’ chiaro che il nostro messaggio era quello di porre attenzione ai controlli preventivi utilizzando un numero di forze dell’ordine sufficiente per impedire eventuali assembramenti.

Fatte le dovute premesse e tenuto conto che:

  • Condanniamo gli avvenimenti del pomeriggio del 15 maggio avvenuti in Corso Garibaldi

  • Che sarà la magistratura e gli organi competenti, sanitari compresi, a prendere i dovuti provvedimenti per salvaguardare la salute pubblica e reprimere i comportamenti scorretti, avendo a disposizione molto materiale sul quale fare le indagini;

Considerato che:

  • Dalla vicenda potrebbe scaturire un danno sanitario, che scongiuriamo non accada, oltre che economico qualora si manifestassero contagi e le autorità sanitarie e giudiziarie decidessero di intervenire;

  • La vicenda, accompagnata da una cassa di risonanza per effetto dei video circolati sui social che pur essendo legittimi, non certo hanno fatto bene alla città, (meglio sarebbe stato consegnarli alla magistratura senza divulgarli);

  • Tra tutti i video e foto circolati consideriamo singolare il video postato pochi minuti dopo la vicenda, registrato dal vigile intervenuto in quanto girato nella sua veste di pubblico ufficiale,

e in quanto tale doveva essere consegnato agli organi competenti come elemento probatorio.

Con la presente:

chiediamo al Presidente del Consiglio Comunale di far riferire il Sindaco, quale responsabile della salute pubblica e sicurezza, in un Consiglio Comunale urgente sulla gestione nel suo complesso, su quanto accaduto e su tutto quello che si sta facendo per salvaguardare la salute dei cittadini, l’economia e l’immagine della città ed anche di una intera regione coinvolta."

 

 

Gubbio/Gualdo Tadino
19/05/2020 15:29
Redazione
Monteleone di Spoleto comune Covid free
A Monteleone di Spoleto, il comune più alto dell’Umbria nel cuore della Valnerina, qui il virus non è arrivato i suoi pa...
Leggi
Coronavirus in Umbria: altri 3 contagi, ma i positivi scendono a 81. Restano 27 i ricoveri di cui 2 in terapia intensiva
Ci sono 3 nuovi casi positivi in Umbria, dai dati disponibili e aggiornati alle ore 8 di martedì 19 maggio: complessivam...
Leggi
Coronavirus: Lockdown, ripercussioni pesanti sul bilancio della Provincia di Perugia
Oltre tre milioni di entrate mancano all’appello nel bilancio della Provincia di Perugia. E’ la conseguenza del blocco d...
Leggi
Perugia al terzo posto nella graduatoria delle 18 città che hanno partecipato alla selezione di Capitale Verde d’Europa: servizi di qualità “europea”
In riferimento al recente esito della selezione delle città candidate a Capitale Verde d’Europa, Perugia è risultata al ...
Leggi
Calendario venatorio 2020/2021, Confagricoltura Umbria approva quanto preadottato dalla Giunta regionale per la specie cinghiale
Confagricoltura Umbria condivide la scelta della Regione “di uniformarsi ai calendari delle regioni limitrofe per quanto...
Leggi
L’Atletica Taino ha percorso 3450 km per beneficenza nel pieno rispetto delle normative sanitarie vigenti
Dal 4 maggio si è potuto tornare a correre all’aperto in libertà, pur nel rispetto delle norme di distanziamento sociale...
Leggi
Fase 2: operativo il bando liquidità della Camera di commercio di Perugia
All` interno del Piano di intervento "Riparti Perugia!", lanciato dalla Camera di commercio per contrastare le difficolt...
Leggi
Perugia: minaccia la compagna, fa resistenza agli agenti: arrestato un cittadino albanese 31 enne
Presa dalla disperazione una donna scendeva in strada a Perugia chiedendo aiuto alle Forze dell’Ordine. Giungevano sul p...
Leggi
Spostamenti tra regioni, la Lega:"Il problema c'e' ma dipende dal Governo"
“La questione degli spostamenti fra Comuni limitrofi situati in Regionidiverse è un problema reale, per questo avevamo p...
Leggi
Fase 2: a Norcia alcuni ristoranti restano chiusi
A Norcia non tutti i ristoratori hanno riaperto con l` avvio della Fase 2 dell` emergenza Coronavirus. "Preferiamo atten...
Leggi
Utenti online:      467


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv