Skin ADV

Il bilancio 2015 dei Vigili Urbani di Citta' di Castello

Città di Castello. Tifernati più diciplinati ma distratti: meno multe ma tanti oggetti smarriti. Giro di vite su permessi per i portatori di handicap. Parla la comandante Luisella Alberti
Circa seimila violazioni al codice della strada (in netta di diminuzione rispetto agli anni precedenti), 139 incidenti stradali rilevati e gestiti (con due decessi), 120 violazioni di carattere ambientale, prevalentemente relative a rifiuti e raccolta differenziata. “Giro di vite” sui permessi per parcheggi riservati, con tanto di evidente e colorata segnaletica, ai portatori di handicap: 35 quelli ritirati per uso indebito a possessori che non ne avevano diritto, di cui 10 con denuncia all’autorità giudiziaria. Oltre 2500 accertamenti di residenza di cui 250 per controllo su benefici pensionistici (invalidità) o socio-sanitari. E’ questo in sintesi il 2015 della Polizia Municipale del comune di Città di Castello, che, da oltre un anno è dislocata su due sedi diverse, in via XI settembre nel quartiere San Giacomo e presso il Loggiato Gildoni in pieno centro storico dopo il cambio con l’ufficio informazioni turistiche, attivo nella nuova struttura di corso Cavour a stretto contatto con lo Sportello del Cittadino-Urp. Oltre alle numerose funzioni di carattere informativo ed amministrativo (rilascio permessi, controlli su strutture residenziali, ricettive e commerciali, ecc..) gli agenti della Polizia Municipale (19, complessivamente in servizio), coordinati dalla comandante, Luisella Alberti e dal vice-comandante, Graziano Fioucci, hanno gestito con ottimi risultati l’attività, sempre crescente, della sezione relativa agli oggetti smarriti o rinvenuti, che, nel corso del 2015 ha registrato un curioso incremento di telefoni cellulari, anche di ultima generazione, ben tredici (uno al mese in pratica) piu’ un “tablet” perfettamente funzionante, accanto alle tradizionali biciclette, mazzi di chiavi (due scatoloni colmi), monili vari, borse e zainetti. Quella del ritrovamento di “smartphone” e altri prodigi della telefonia è una vera novità, almeno in queste proporzioni numeriche, che forse testimonia il momento “hi-tech” che stiamo vivendo in perfetta simbiosi con la tecnologia. Codice civile alla mano e legislazione vigente in corso, tutti gli oggetti smarriti o ritrovati e consegnati da eventuali “ritrovatori” al Corpo di Polizia Municipale, restano in custodia sotto scorta fino al termine di un anno un mese ed un giorno dalla data del ritrovamento e consegna agli agenti dell’ufficio apposito. Trascorso quel periodo, se il legittimo proprietario non si è nel frattempo presentato, chi ha ritrovato l’oggetto, esibendo documenti e apposita ricevuta ne consegue la proprietà definitiva. “Qualche cittadino si meraviglia talvolta quando viene a conoscenza che svolgiamo anche questa importante funzione e spesso riusciamo a riconsegnare oggetti di diversa natura ai proprietari che li avevano smarriti – ha precisato la comandante, Luisella Alberti, che a tale proposito cita un caso alquanto curioso ed emblematico di onestà e senso civico: “un professionista tifernate qualche giorno fa aveva dimenticato in un luogo pubblico il proprio “zainetto” contenente documenti di identità, strumenti di lavoro e denaro in contante per quasi duemila euro. E’ stato ritrovato da un cittadino che ce l’ha riconsegnato e dopo qualche giorno siamo riusciti a restituirlo al legittimo proprietario che non ha esitato a ricompensarlo aldilà degli obblighi di legge”. “Quello appena trascorso è stato un anno di attività e di lavoro intenso su diversi fronti, dalla sicurezza, al presidio del territorio, al turismo fino al rispetto ambientale e alla verifica dei requisiti per ottenere i benefici di legge per i permessi per portatori di handicap e benefici pensionistici (invalidità) o socio-sanitari”, ha dichiarato l’assessore, Luca Secondi, con delega all’ambiente, polizia municipale e ai trasporti che sottolinea anche il ruolo fondamentale e a diretto contatto con i cittadini e i turisti che gli agenti della “municipale” hanno svolto, con positivi riscontri, nella nuova sede ubicata nel Loggiato Gildoni in pieno centro storico. “Il livello di pressione sanzionatoria pro-capite del comune di Città di Castello – ha concluso Secondi – è tra i più bassi fra i comuni italiani, a dimostrazione che l’attività della polizia municipale e quindi dell’amministrazione comunale è tutto fuorché proiettata ad una azione che possa risultare vessatoria”.
Città di Castello/Umbertide
30/01/2016 15:34
Redazione
Occhio alle truffe on line: Enel lancia l'allarme agli internauti umbri
Internauti umbri, prestate attenzione: da alcune segnalazioni si apprende che in questi giorni è tornata a circolare, da...
Leggi
Gualdo Tadino: anche l'Authority Anticorruzione chiede lumi sull'affidamento del servizio rifiuti dopo il ricorso di Esa
La gara per l’affidamento in concessione del servizio pubblico locale di gestione integrata dei rifiuti nell’Ati1 dell’U...
Leggi
Vittorio Sgarbi torna a Gualdo Tadino: oggi alle 18 presentazione catalogo mostra "Dalla terra al cielo"
Dopo il grande successo dell’inaugurazione della mostra “Dalla terra al cielo, dal figurativo all’informale”, promossa d...
Leggi
Programma sviluppo rurale 2014-2020, oggi a Montefalco presentazione dei bandi
Si parlerà di sviluppo rurale e in particolare dei bandi della nuova programmazione per il periodo 2014-2020 attivati da...
Leggi
Ricci: "Nomine dirigenti Asl: ne bastano due in tutta la regione per contenere i costi"
Claudio Ricci (consigliere regionale dell`Umbria) osserva che mentre in Umbria sono 30.000 le famiglie povere e il Prodo...
Leggi
Anche a Gualdo Tadino una delegazione FAI: riunione mercoledi' 3 febbraio alle 21
I volontari del FAI - Fondo Ambiente Italiano hanno il piacere di invitare tutta la cittadinanza a partecipare alla riun...
Leggi
Biancarelli ("Umbria piu' uguale"): sull'estromissione dal Consiglio regionale nuovo ricorso alle Sezioni unite di Cassazione
Non è ancora stata scritta la parola fine sulla vicenda giudiziaria che ha visto l`estromissione di Giuseppe Biancarelli...
Leggi
2015, l'aeroporto dell'Umbria vola (+30%)
Si vola di più e, stando a quanto riferiscono i passeggeri, si vola meglio. Promosso a pieni voti nell`anno 2015 l`aereo...
Leggi
Tagina, la crisi non è finita. Al Trg sera il direttore Marengo: "Senza una svolta rischia l'intera struttura"
Si e` parlato della complessa situazione di Tagina Spa nel tg di ieri sera di Trg ( ore 19.20 prima edizione, 202.20 la ...
Leggi
Perugia, lunedì sera alla Sala dei Notari in streaming la fiction su Luisa Spagnoli
Perugia si prepara in grande stile all`appuntamento con la fiction tv dedicata a Luisa Spagnoli, girata in gran parte ne...
Leggi
Utenti online:      201


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv