Skin ADV

Tegola sulla legge per l'editoria in Umbria: il Governo la impugna, contestando l'articolo che esclude editori condannati

Tegola sulla legge per l'editoria in Umbria: il Governo la impugna, contestando l'articolo che esclude editori condannati. Regione: "Incomprensibile". Sconcerto da Ordine giornalisti e sindacato.

“Abbiamo operato perché il rispetto delle leggi e delle regole da parte delle aziende editoriali fossero i pilastri della normativa regionale a sostegno della informazione locale, ritenendo imprescindibile che l’erogazione di sostegni pubblici premiasse una condotta di impresa esemplare, a tutela dell’occupazione e dell’autonomia dei giornalisti. Pertanto non possiamo condividere l’iniziativa, pur legittima, del Governo, che ha impugnato la legge in materia recentemente approvata dal Consiglio regionale, contestando l’esclusione dai finanziamenti previsti delle imprese i cui titolari abbiano riportato una condanna penale, anche in via non definitiva, per reati contro la pubblica amministrazione o per frode”.  

E’ quanto dichiarano il presidente dell’Associazione Stampa Umbra Marco Baruffi e il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Roberto Conticelli alla notizia dell’iniziativa assunta dall’esecutivo nazionale, sottolineando la condivisione della posizione assunta dalla Giunta Regionale.

“Non intendiamo certamente mettere in discussione la Costituzione e il Codice Penale, sul cui rispetto siamo in prima fila ogni giorno nell’esercizio della nostra professione – puntualizzano Baruffi e Conticelli - ma dobbiamo rimarcare che nel confronto con la Giunta e il Consiglio regionali abbiamo sostenuto consapevolmente e in maniera convinta il vincolo all’erogazione dei sostegni pubblici messo in discussione dal Governo, per difendere la legalità e per incentivare la ‘buona editoria’”.

“Nel rimetterci con la massima fiducia al giudizio della Corte Costituzionale – concludono Baruffi e Conticelli - l’auspicio è che vengano riconosciuti e legittimati principi che, tra l’altro, hanno già ricevuto accoglimento in altre leggi regionali in materia attualmente in vigore”.  

Incomprensibile, è invece la definizione da parte della Regione a commento dell'impugnazione del Governo sulla legge per l'editoria: “La norma impugnata dal Governo si colloca pienamente nell’ambito degli strumenti di prevenzione della corruzione e di garanzia dell’imparzialità dell’amministrazione che gli enti pubblici sono tenuti ad adottare, così come stabilito dall’Anac”: è quanto afferma il vice presidente della Giunta regionale dell’Umbria ed assessore allo sviluppo economico Fabio Paparelli.    “Stupisce – sottolinea il vice presidente -  che il Ministro a Cinque Stelle Alfonso Bonafede, a seguito delle osservazioni anticipate alla Regione Umbria nel merito del provvedimento, intenda consentire agli editori condannati per reati contro la pubblica amministrazione o per frode, anche in via non definitiva, di accedere a risorse pubbliche messe a disposizione nell’ambito della nuova legge sul sistema dei medi locali umbri. La formulazione della legge umbra – evidenzia l’assessore – è peraltro identica alla disposizione dell’art. 3 comma 4 lett. d) della Legge regionale dell’Emilia Romagna del 23 giugno 2017 n. 11 (Sostegno all'editoria locale) attualmente in vigore. Il principio sposa inoltre la ‘ratio’ della cosiddetta Legge Severino che, nel caso dei politici, prevede la sospensione dal ruolo per gli amministratori pubblici condannati in primo grado: una norma spesso richiamata dallo stesso Movimento 5 Stelle. Rimane quindi il dubbio su quale sia il reale intendimento del Governo – conclude Paparelli - rispetto ad una legge ampiamente partecipata dalle forze politiche e sociali e sulla quale si sono più volte espressi positivamente sia l’Ordine dei Giornalisti che l’Associazione Stampa Umbra”.

 

Perugia
08/02/2019 17:10
Redazione
Dalle sostanze stupefacenti all'abuso di internet: domani convegno organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia
Giovani tra vecchie e nuove dipendenze: dall’alcol alle sostanze stupefacenti fino alle nuove forme di dipendenza sempre...
Leggi
Gubbio: oggi alle 17.30 incontro sul tema ‘Bandi del PSR - quali opportunità per il settore agricolo a filiera a partire dai progetti di filiera’
Si terrà stasera alle ore 17.30, presso la Biblioteca Sperelliana un incontro di approfondimento sul tema ‘Bandi del PSR...
Leggi
Gubbio, oggi arriva l'Imolese (diretta radio su RGM dalle 14.25). Galderisi: "Servirà Coraggio per vincere. Adorni e Cattaneo sono pronti"
Serie C: Il Gubbio pronto ad ospitare oggi alle 14.30 l`Imolese terza in classifica al “Barbetti”. Ancora 4-2-3-1 per Ga...
Leggi
Basilica Sant'Ubaldo danneggiata dai fulmini: Don Fausto Panfili spiega l'idea di costruire un nuovo ed innovativo impianto "AntImpatto"
Fulmini a ciel sereno. Questo sono per la Basilica di Sant`Ubaldo le ondata di precipitazioni e maltempo, sempre più con...
Leggi
Gubbio: domani anticipata alle 10 l'inaugurazione di via Cairoli e riapertura della strada al traffico veicolare
E’ anticipata alle ore 10,00 domani, presso la Sala Consiliare in piazza Grande, a Gubbio, la conferenza stampa di prese...
Leggi
Domani anche in Umbria torna la Giornata di Raccolta del Farmaco di banco farmaceutico
Torna domani in tutta Italia la XIX edizione della GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco. In 104 Province, nelle oltre ...
Leggi
Videosorveglianza: in arrivo 273mila euro per i comuni dell’Umbria, esulta la Lega
Videosorveglianza, in arrivo oltre 273 mila euro per l’Umbria. Dopo i finanziamenti ai comuni sotto i 20 mila abitanti e...
Leggi
Oltre 22 mila pellegrini nel 2018 sui cammini Francescani: reso noto il dato dalla Statio Peregrinorum del Sacro Convento di Assisi
Sono circa 22.000 le persone che nel 2018 hanno percorso i cammini in Umbria da soli, in gruppo o in compagnia degli ami...
Leggi
Assisi: Basilica e Sacro Convento collegati in fibra ottica con il mondo
L’impresa folignate Connesi ha realizzato per la Custodia generale del Sacro Convento di san Francesco in Assisi un coll...
Leggi
'Giorno del Ricordo': il sindaco Stirati ne sottolinea il profondo valore umano e civile
La Prefettura di Perugia ricorda l’istituzione il 10 febbraio del “Giorno del Ricordo”, stabilito dalla Repubblica Itali...
Leggi
Utenti online:      529


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv