Skin ADV

Valfabbrica: la città si veste di Medioevo, Rioni in lizza per il Palio

Valfabbrica: la citta' si veste di Medioevo, Rioni in lizza per il Palio. La richiesta dell'Ente: "Un campo di Giostra da utilizzare tutto l'anno". Appuntamenti dal 22 agosto al 1 settembre.

Mancano solo pochi giorni e Valfabbrica sarà pronta a tornare indietro nel tempo, precisamente al Medioevo. Dal 22 agosto al 1 settembre si terrà, infatti, la quarantacinquesima edizione del “Palio di Valfabbrica – Giostra d’Italia”: i Rioni Badia (zona dell’abbazia e del monastero benedettino), Osteria (zona rurale per la soste dei viandanti) e Pedicino (zona del castello) si sfideranno a colpi di scene di rievocazioni del periodo, ma per aggiudicarsi l’ambito Palio, i cavalieri dovranno superare ben tre prove: la corsa agli anelli, la corsa del saracino e lo scontro diretto. Si comincia con la corsa agli anelli in cui il cavaliere armato di una lancia in ferro deve infilare tre anelli; la prova del saracino, che rappresenta la sfida di un guerriero moro, si effettua con una lancia di legno e per ottenere il massimo punteggio, il cavaliere deve sferrare un colpo sul bordo esterno del disco-bersaglio posto sul buratto, correndo il rischio di fallirlo completamente. Queste due gare sono disputate in maniera alternata, due volte per ciascun Rione per arrivare con la somma dei punteggi all’eliminazione di un cavaliere. Gli altri due approdano la fase finale, lo “scontro diretto”, che simula l’antica sfida tra due cavalieri che, armati di lancia, si scontrano frontalmente. Conquista il Palio chi, per primo, raggiunge il bersaglio che, una volta centrato, non può essere colpito dall’altro cavaliere. I cavalieri che si sfideranno, a meno di soprese dell’ultimo minuto, sono Luca Innocenzi di Foligno (Rione Pedicino), Massimo Gubbini di Foligno (Rione Badia) e Marco Diafaldi di Faenza (Rione Osteria). Per i rioni la ricerca di un cavaliere è complessa e delicata e dato che non si tratta di persone del posto, l’obiettivo in un futuro potrebbe essere quello di formare queste figure del territorio che possano salire in sella ad un cavallo e provare a conquistare il Palio. Parallelamente a questo si sta lavorando alla possibilità di realizzare un campo di Giostra fisso, destinato all’equitazione. Marco Bellucci, consigliere comunale con delega alle associazioni di Valfabbrica e Claudio Mancini presidente dell'associazione “Festa d’autunno, Palio di Valfabbrica” ci credono molto in questi progetti perché comprendono l’importanza che questo Palio ha per la città. “Questa manifestazione – spiega Bellucci – è l’occasione per far stare insieme le persone di varie generazioni unite dallo scopo di far vincere il proprio Rione”. “Vogliamo diffondere la cultura del cavallo – sono le parole di Mancini – in un paese in cui da 45 anni si disputa il Palio e dove i maneggi hanno iniziato a prendere piede. Stiamo portando avanti il progetto di un campo giostra dove organizzare eventi storici coinvolgendo anche le scuole. L'amministrazione comunale ci ha puntato e speriamo di avere a breve il bando per avere un miglioramento. Attualmente il campo di giostra ci viene affidato un mese all’anno e quindi non ci si investe ed è rimasto privo di alcuni accorgimenti che sarebbero utili in una rievocazione storica. Se avremo questa convenzione per 5/10 anni potremmo portare il campo agli stessi livelli a cui abbiamo portato il centro storico nell’attenzione alle rievocazioni. Il Palio si apre giovedì 22 agosto alle 18.45 con la sfilata delle autorità e consegna delle Chiavi della città di Valfabbrica. Alle 21,00 Cena Medievale e Spettacolo itinerante con DoDo (Giullare - Giocoliere - Trampoliere – Mangiafuoco). Per le rievocazioni dei rioni appuntamento a Venerdì 23 agosto con il Rione Badia, Sabato 24 agosto toccherà al Rione Osteria e Domenica 25 agosto sarà la volta del rione Pedicino, alle 21,15. Per decretare il vincitore del Palio 2019 il ritrovo è agli impianti sportivi domenica 1 settembre alle ore 17.00 per assistere alla Giostra d’Italia. Per tutta la durata dell’evento sarà possibile gustare piatti di ispirazione medievale e non alle taverne che apriranno dalle ore 19 in poi.

Gubbio/Gualdo Tadino
21/08/2019 14:19
Redazione
‘DigiPASS Gubbio’ chiuso per pausa estiva dal 26 agosto al 6 settembre
La società ‘Gubbio Cultura Multiservizi’ comunica che il servizio comunale ‘DigiPASS Gubbio’ in via Gioia 6, resterà chi...
Leggi
Gualdo Tadino: presentati gli eventi "Lercio Show" e "Cena in Bianco"
Proseguono con successo gli eventi dell’estate gualdese “The Summer” promossa dall’Amministrazione Comunale e nella gior...
Leggi
‘Cotta o Cruda…mai nuda’ torna a Foligno in sinergia con il Paiper Festival
Tutto a pronto a Foligno per la nona edizione di ‘Cotta o Cruda…mai nuda’ il Festival Internazionale della birra artigia...
Leggi
Inizia oggi la stagione del ‘Rugby Gubbio’ al campo del ‘Coppiolo’
Inizia ufficialmente oggi, mercoledì 21 agosto, la stagione del ‘Rugby Gubbio 1984’. La formazione “Senior” si ritrova a...
Leggi
Gubbio: l'assessore Uccellani in rappresentanza del comune a Pergola per la ‘Festa Medievale’
L’assessore Giovanna Uccellani, in rappresentanza ufficiale del Comune di Gubbio, partecipa venerdì 23 agosto, alla XI e...
Leggi
Gubbio: boom di iscrizioni con 292 partecipanti al 54° ‘Trofeo Luigi Fagioli’
Sono 292 gli iscritti al 54° ‘Trofeo Luigi Fagioli’, un elenco da record, che da venerdì a domenica la cronoscalata umbr...
Leggi
Il neo commissario della Usl 2 Massimo Braganti in visita questa mattina al Centro salute di Spello
Conoscere le diverse realtà territoriali per dare continuità e potenziare i servizi sanitari per i cittadini. E’ quanto ...
Leggi
Perugia: due pusher arrestati dai carabinieri
L’Arma dei Carabinieri di Perugia sta proseguendo l’attività di duro contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, in...
Leggi
Gubbio, domani sera i "Musaico" in concerto in Corso Garibaldi. Il leader della band e' l'autore dei Nomadi, Petrucci
I Musaico tornano a Gubbio, per l’ultima data umbra del “Nelle nostre corde tour 2019”. Il trio acustico dell’autore dei...
Leggi
Viveva a Passignano sul Trasimeno il 32enne espulso dall'UE dal Viminale per inneggiare all'Isis ed istigare al terrorismo
E` El Mostapha Messaoudi il 32enne di origine marocchina, residente a Passignano sul Trasimeno, espulso dall`Italia e da...
Leggi
Utenti online:      237


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv