Skin ADV

Le Ultime Notizie
Gubbio: torna la troupe di ‘Don Matteo’ in Piazza Grande

L`appuntamento e` fissato per questa mattina dalle ore 8 circa fino alle 10, tempo permettendo. Sara` un dejavu dal sapore speciale dopo le polemiche di queste settimane sui finanziamenti regionali per "Don Matteo", quello che vedra` le riprese della troupe di Lux Vide per realizzare lo ‘spot’ su Gubbio. Due minuti di ‘promo’ della fiction che torna nella città dei Ceri, anche se per poco. La scena da girare in piazza Grande prevede la presenza di Nino Frassica alias maresciallo Cecchini e di Simone Montedoro alias capitano Tommasi, con la piccola ‘Martina’. Ci sarà uno scambio di battute su come si stava bene a Gubbio e poi si organizzano per portare via con una macchina stracolma alcune masserizie nella nuova destinazione. E’ stata inserita anche una battuta sul ‘fricco’ con la crescia’, come tipica specialità gastronomica della tradizione eugubina. 22/01/2014 07:43:00
Gubbio: il Tavolo sociale sostiene il progetto di cittadinanza onoraria a Terence Hill

Pieno sostegno alla volonta` del commissario prefettizio di Gubbio, D`Alessandro, a conferire la cittadinanza onoraria a Terence Hill, alias "Don Matteo". E` quello che arriva oggi dal tavolo della rappresentanza sociale del lavoro e delle imprese in riferimento al percorso avviato da tempo dalla Amministrazione Comunale eugubina. "Terence Hill è personalità di spicco del panorama artistico e cinematografico del nostro Paese, il cui talento e spessore culturale sono riconosciuti unanimemente a livello internazionale, anche per il suo profondo impegno in vari ambiti umanitari e ambientali - premette la nota del Tavolo - gli eugubini nutrono sentimenti di stima, simpatia e riconoscenza nei confronti del noto attore, ricambiati dal legame con Gubbio che si è manifestato, oltre che nelle varie serie della fiction girate nella città, anche con rapporti umani, di amicizia e di solidarietà più volte manifestati anche in pubbliche occasioni; l’attore Terence Hill, alias ‘DON MATTEO’ protagonista della popolare fiction, girata a Gubbio come location principale e pressoché elusiva, dal 1998 e fino alla penultima serie, valorizzando e rendendo la stessa serie un prodotto naturale della città e della stessa Umbria e beneficiando delle bellezze ambientali storiche e culturali della città e del suo territorio unitamente al calore degli eugubini per il protagonista e per il messaggio della stessa serie. Rilevato che, l’apprezzamento per la figura di Terence Hill alias ‘Don Matteo’ coinvolge l’intero cast del quale lui è il simbolo, e che la città di Gubbio attraverso gli anni della messa in onda in Italia e all’estero, ha beneficiato di un ritorno eccezionale di immagine e di promozione nel mondo intero. Riconosciuto che: Terence Hill ha in più occasioni lodato pubblicamente il fascino e la grandezza spirituale, umana ed architettonica dei luoghi di Gubbio e della terra umbra. Ci associamo al progetto di conferimento della CITTADINANZA ONORARIA DI GUBBIO all’attore TERENCE HILL per aver contribuito a dare prestigio, attraverso la sua straordinaria interpretazione di ‘Don Matteo’, al patrimonio architettonico, storico, culturale, sociale della Città, nonché per aver stretto in forma pubblica e privata legami speciali con la comunità eugubina, in tante cerimonie e momenti significativi di vita e sollecitano affinché la consegna di tale prestigioso riconoscimento possa avere luogo nel più breve tempo possibile attraverso una cerimonia ufficiale con la presenza dell’attore Terence Hill e dell’intera comunità eugubina ed Umbra e di quanti hanno contribuito al successo della fiction".20/01/2014 18:14:00
Umbertide: benedizione degli animali con lo Sportello 4 zampe della Provincia

Anche in molte parrocchie dell`Umbria si e` svolta oggi la tradizionale cerimonia della benedizione degli animali in occasione della ricorrenza di Sant`Antonio Abate, considerato il loro protettore. Lo sportello a 4 Zampe della Provincia di Perugia, in collaborazione con l`Enpa, ha organizzato la celebrazione che si e` svolta stamani nella chiesa di Cristo Risorto di Umbertide. La benedizione e` stata impartita dal parroco, monsignor Luigi Lupini, a numerosi animali da compagnia presenti, insieme ai loro proprietari. "Tanti anche i bambini che hanno partecipato all`evento", riferisce una nota della Provincia, sottolineando "l`importanza dell`educazione dei bambini al rispetto degli animali". "La Provincia - e` detto ancora nella nota - ha sempre creduto in questi valori attraverso l`operato dello Sportello a 4 Zampe, presente con i propri referenti alla celebrazione, che da tempo sta lavorando sul fronte della promozione e diffusione della cultura del rispetto degli animali domestici". Anche nello Sportello polifunzionale di Umbertide dell`ente, lo Sportello a 4 Zampe fornisce non solo numerose informazioni sui diritti degli animali e sulla normativa di riferimento, ma rappresenta un punto di riferimento per raccogliere segnalazioni di maltrattamenti, smarrimenti, ritrovamenti ed anche di strutture non adeguate. Un lavoro, realizzato in sinergia con la polizia provinciale.19/01/2014 12:20:00
Festa grande per i Santantoniari con l'investitura del capodieci, Fabio Latini

Gubbio: festa grande per i Santantoniari come tradizione nella giornata di ricorrenza di S.Antonio abate. Un`intensa carrellata di appuntamenti ricreativi, conviviali e ovviamente religiosi, che ha coinvolto per l`intera giornata numerosi ceraioli. Il momento piu` emozionante in serata con l`investitura del capodieci 2014, Fabio Latini, che ha ricevuto la fiamma, simbolo della guida dei ceraioli Santantoniari, dal capodieci 2013, Ubaldo Gini, in una gremitissima chiesa dei Neri. Nell`occasione e` stato presentato anche il nuovo cappellano della Famiglia dei Santantoniari, don Marco Cardoni. Prima della celebrazione eucaristica si e` rinnovata la consuetudine della benedizione dei piccoli Santantoniari, nati nel 2013. Quindi l`allegra sfilata lungo la Callata dei Neri e il Corso, aperta dalla Banda comunale di Gubbio con tanti di fuochi d`artificio. La serata si e` conclusa con il convivio nelle Sale degli Arconi, dove Fabio Latini e` stato salutao da tutti i ceraioli di Sant`Antonio, insieme agli altri due capodieci, Luigi Pierucci per Sant`Ubaldo e Massimiliano Tosti per San Giorgio.18/01/2014 08:10:00
Caso "Don Matteo": torna a farsi sentire il "Maggio Eugubino"

"Sì, ancora su Don Matteo, perché non prevalgano tesi , quali quella del campanilismo etc., artatamente messe in essere per distrarre, a scapito delle accorte valutazioni, degli attenti esami e delle analisi scrupolose". Si apre con queste parole un nuovo intervento dell`associazione "Maggio Eugubino" sul caso "Don Matteo" all`indomani della conferenza stampa indetta dalla Regione per illustrare l`operazione di investimento dei 680 mila euro per le "pillole" promozionali affidate a Lux Vide prima di ogni puntata. Una spiegazione che a Gubbio non ha convinto tutti: "Intanto i politici hanno confermato in pieno quanto supponevamo e cioè che come al solito rispondono alle domande che si pongono ma non a quelle che sono loro poste - prosegue la nota - Non abbiamo, almeno noi, mai messo in discussione che la scelta di traslocare a Spoleto era già stata fatta prima del recente doppio accordo da circa 700.000 euro con Rai e Lux Vide su pillole etc..Né abbiamo negato che l’Umbria abbia bisogno di comunicare bene le sue risorse turistiche né che Don Matteo, con i suoi ascolti record, poteva rappresentare un buon veicolo di promozione. Abbiamo semplicemente sottolineato che nei 13 anni precedenti nessuno si era accorto degli ascolti record, con 8 edizioni tutte fortunate e prolifiche in fatto di telespettatori (e dunque di visibilità non solo per Gubbio ma anche per l`Umbria), che a nessuno in Regione era venuto in mente di abbinare il “brand” Umbria alla nota fiction, che nessuno da Perugia si era mai scomodato di venire a Gubbio a visitare il set. Da quando è stata sollevata la questione ci sono state, in rapidissima successione, dichiarazioni, conferenze stampa, sopraluoghi a Gubbio per ambientare alcune scene ! Che aprono altre domande! Un sopraluogo nella città dove sono stati per 13 anni ? 13 anni per accorgersi “casualmente” che alla fiction potevano essere abbinati momenti promozionali non sono troppi ? È vero poi che il Comune di Spoleto ha uno squilibrio di bilancio ? Non si sono mossi un po’ in ritardo i rappresentanti eugubini in Regione ? Alle opposizioni : tutto bene ? Gubbio sta rispondendo come sa rispondere, alla sua maniera, pensando di dare la cittadinanza onoraria a Terence Hill. Abbiamo detto nel precedente comunicato che la Costituzione Italiana prevede numerosi tipi di referendum tra i quali anche quello riguardante il passaggio da una Regione ad un`altra di Province o Comuni (art. 132). Però ci stiamo interessando in ambito di diritto internazionale comunitario per verificare se può essere fatto il referendum per passare al Land di Amburgo o a quello di Berlino ! Ci stiamo lavorando !!! ».17/01/2014 13:14:00
Gubbio: oggi i festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate

Tornano oggi a Gubbio come ogni 17 gennaio i tradizionali festeggiamenti in onore di Sant`Antonio Abate con numerose iniziative religiose e conviviali promosse dalla Famiglia dei Santantoniari: a partire dalle ore 9 con la Santa Messa Chiesa di S.Secondo seguita dalla colazione, alle ore 15 Benedizione degli animali alla Chiesa di Madonna del Ponte quindi alle 17.45 Benedizione dei piccoli Santantoniari nati nel 2013 presso Chiesa dei Neri al secolo di S.Giovanni decollato. A seguire alle 18.30 S.Messa celebrata dal Vescovo Mario Ceccobelli e dal neo cappellano don Marco Cardoni cui seguirà la cerimonia di investitura del capodieci 2014 del cero di S.Antonio, Fabio Latini. Quindi la sfilata dei Santantoniari in corso Garibaldi con la Banda Comunale Città di Gubbio che precederà alle ore 20 la Tradizionale cena sotto gli Arconi. Prima dell`inizio della S.Messa verrà ufficializzato il nuovo cappellano della Famiglia dei Santantoniari Don Marco Cardoni che prende il posto di Don Benito Cattaneo che da 25 anni era il cappellano della Famiglia. "L`avvicendamento - spiega in una nota la Famiglia dei Santantoniari - è dovuto alle condizioni di salute di Don Benito al quale la Famiglia dei Santantoniari rivolge un caloroso abbraccio e ringraziamento per aver accompagnato in questi 25 anni i santantoniari, con semplicità e al tempo stesso, nelle occasioni religiose, con parole appropriate e piene di significato".17/01/2014 08:15:00
Gubbio: sopralluogo della produzione di ‘Lux Vide’ per girare spot su Don Matteo

Il produttore esecutivo della ‘Lux Vide’ Fabio Laureti, accompagnato da alcuni collaboratori, ha fatto visita questa mattina a Gubbio, per effettuare un sopraluogo che consentirà di girare le scene del previsto spot delle ‘pillole’ introduttive della fiction ‘Don Matteo’. Il set delle riprese in programma la settimana prossima è naturalmente piazza Grande, dove gli sceneggiatori hanno previsto un incontro tra il capitano Tommasi e il maresciallo Cecchini, per uno scambio di battute. Fabio Laureti è stato ricevuto nella sede comunale dal commissario Maria Luisa D’Alessandro, che con l’occasione ha espresso il vivo auspicio di poter vedere di nuovo Gubbio protagonista di location di interesse della produzione, con particolare gradimento del pubblico. 15/01/2014 15:56:00
Gualdo T.: oggi si festeggia il Beato Angelo. Celebrazione su Trg (ore 17.30) e Trg1 (ore 21.15)

A Gualdo Tadino oggi si festeggia il patrono Beato Angelo. Come tradizione è tornato a fiorire in queste ore il cespuglio di binacospino e come ogni anno lo spino dal ceppo centenario fiorisce, malgrado il clima invernale, in concomitanza con la ricorrenza della morte del Beato Angelo avvenuta il 15 gennaio 1324. In città sono iniziati i riti in onore del patrono con i vespri solenni presso la cattedrale di San Benedetto. Ieri sera si è svolta la veglia di preghiera seguita dalla processione che giunta proprio al cespuglio di biancospino. Questa mattina le messe iniziano dalle ore 6 presso la cripta del Beato quindi alle 11.15 è atteso il Pontificale presieduto dal vescovo Sorrentino e che Trg seguirà per riproporvelo oggi pomeriggio dalle 17.30 e in replica serale alle 21.15 su Trg1 (canale 111). Nel corso della mattinata prevista anche la consegna dei premi Beato Angelo al cardiochirurgo Corrado Fedeli, al frate cappuccino padre Mario Collarini e menzione speciale alla memoria a monsignor Raffaele Casimiri in occasione dei 70 anni dalla sua scomparsa.15/01/2014 09:37:00
Terence Hill diventerà cittadino onorario di Gubbio: oggi l'annuncio

La citta` di Gubbio conferira` la cittadinanza onoraria a Terence Hill, il "Don Matteo" della serie televisiva ambientata fino alla scorsa serie, proprio a Gubbio, prima del trasferimento del set a Spoleto. Da piu` parti della societa` civile - e` detto in una nota del Comune - in forma singola e associata, sono infatti arrivate sul tavolo del commissario straordinario Maria Luisa D`Alessandro le richieste e le sollecitazioni per il conferimento della cittadinanza onoraria. Il commissario ha aderito alla proposta e sta lavorando, insieme ai soggetti coinvolti, per formalizzare l`impegno. "Dal canto suo - prosegue la nota - Terence Hill, che non manca mai di sottolineare il suo profondo attaccamento a Gubbio, si e` dichiarato onorato ed entusiasta dell`idea". La proposta e` stata annunciata su delega della stessa D`Alessandro, dal capo ufficio stampa del Comune di Gubbio Anna Buoninsegni, nel corso della conferenza stampa che si e` tenuta questa mattina a Perugia, presenti gli assessori regionali Fernanda Cecchini all`Agricoltura e Fabrizio Bracco al Turismo. "La cittadinanza onoraria a Terence Hill, ci sembra un`ottima occasione - spiega nella nota il commissario D`Alessandro - per rinsaldare e confermare i vincoli di stima, affetto e riconoscenza che legano la citta` di Gubbio al popolare attore, non solo per essere il protagonista della fortunatissima fiction, che dal 1998 al 2011, per ben 13 anni la citta` ha ospitato per le riprese, ma anche e soprattutto per l`impegno personale dell`attore, per vari scopi umanitari e a sostegno di campagne promozionali in difesa dell`ambiente". "Gli eugubini - sottolinea - considerano Terence Hill uno di famiglia. E lui non ha mai mancato e non manca di dichiararlo pubblicamente, sui giornali o nelle trasmissioni televisive. Ci sembra doveroso riconoscere questo legame pubblicamente, facendolo sentire a tutti gli effetti `cittadino eugubino`". "L`occasione dell`evento - prosegue il Commissario - sara` propizia per invitare a Gubbio rappresentanti istituzionali della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e i sindaci dei Comuni dell`Umbria interessati, affinche` si possa essere concordemente uniti nel perseguire le finalita` migliori per la promozione e lo sviluppo dell`intero territorio".14/01/2014 13:30:00
C'è un pezzo d'Umbria nel Golden Globe di Sorrentino: è la perugina Giovanna Vignola

Incredula, molto soddisfatta Giovanna Vignola, perugina doc, coprotagonista del film "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino, ha appreso la notizia della vittoria del Golden Globe come miglior film straniero. Il Presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi ha incontrato Giovanna per complimentarsi con lei del risultato e dell’impegno da sempre profuso per l’associazione “Acondroplasia insieme per crescere”. La pellicola ha battuto il film francese "La vita di Adele", quello danese “Il sospetto", l`altro film d`oltrecortina firmato Asghar Farhadi "Il passato" e il film d`animazione di Hayao Miyazaki "Si alza il vento". Il premio, assegnato da una giuria di giornalisti, spesso è stato un indicatore importante in vista degli Oscar le cui nomination sono previste il 16 gennaio. “Credo che questo sia un film – ha affermato Vignola - che fa riflettere, che tocca un nervo scoperto della nostra società incentrata sulla predilezione dell’io. Sorrentino ha scelto per il personaggio di Dadina una persona ‘diversa’, affetta da acondroplasia, segnando il riscatto delle persone affette dal volgarmente detto ‘nanismo’ che nei film hanno spesso solo ruoli divertenti. Vedere Dadina, amica-confidente del protagonista e direttrice di un giornale, lancia un messaggio chiaro alle mamme di bambini acondroplasici: “I vostri ragazzi sono belli e intelligenti e saranno dignitosamente inseriti nella società, nonché valutati per quello che valgono”. Il vicepresidente della Provincia di Perugia Aviano Rossi spiega: “La grande bellezza l`abbiamo noi è si chiama Giovanna Vignola. Per noi Giovanna non rappresenta solo la co-protagonista di un film di successo, ma l`interprete di un percorso di riscatto delle persone che incontrano problemi nella vita, che noi sosteniamo sin dall`inizio del mandato istituzionale quando Giovanna era per noi la referente dell`associazione Acondroplasia insieme per crescere. Anche nel film, che pone in contrasto la grande bellezza di Roma con la mondanità che esprime, Giovanna (Dadina nel film), interpreta il ruolo della saggezza, a sottolineare che la vera statura di una persona non é nei centimetri, ma nella sua autorevolezza”.14/01/2014 08:45:00
Teatro: a Città di Castello i 55 giorni di prigionia di Aldo Moro

S`intitola ``La solitudine del Re`` ed e` lo spettacolo proposto il 16 gennaio, al Teatro degli Illuminati di Citta` di Castello, fuori abbonamento, in cui vengono riproposti i 55 giorni di prigionia di Aldo Moro nel covo delle Brigate Rosse, dopo il sequestro culminato con l`eccidio di via Fani. Scritto, diretto e interpretato da Mauro Monni, fa rivivere gli anni del terrorismo nel momento dell`attacco brigatista al cuore dello Stato. Al di la` del tragico fatto di cronaca, la consapevolezza dell`uomo potente abbandonato al proprio destino, le meschine macchinazioni avvenute al di fuori della prigione col pretesto della ``ragion di stato`, le ingerenze dei servizi segreti esteri, fanno di Aldo Moro una figura quasi uscita dalla penna shakespeariana. Un Riccardo III dei giorni nostri destinato al martirio nel nome della fermezza istituzionale, condannato da una giustizia miope cercata nell`uso di armi e violenza destinata inevitabilmente alla sconfitta e all`oblio. Le musiche originali composte daMarco Lamioni, i video realizzati dal regista Paul Cameron, restituiscono quel clima di smarrimento e indignazione che tanto sconvolse l`Italia intera. Si puo` prenotare al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 19. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz`ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.13/01/2014 16:14:00
E' Massimiliano Tosti il capodieci di San Giorgio 2013

E` Massimiliano Tosti il capodieci di San Giorgio 2013. Ha ottenuto la maggioranza dei voti dei ceraioli (370) davanti a Gabriele Tironzelli (297) e Rudi Tomarelli (215). La votazione si e` svolta stamane alla taverna di via Cristini. Tosti affiancherà gli altri capodieci già nominati: Luigi Pierucci "Barcarola" per il cero di Sant`Ubaldo e Fabio Latini per Sant`Antonio.12/01/2014 13:00:00
Gubbio, torna a Teatro il Concerto in onore di S.Antonio abate

Proseguirà dalle 17 al botteghino del teatro comunale di Gubbio la prevendita dei biglietti del Concerto in Onore di S.Antonio Abate organizzato dalla Famiglia dei Santantoniari giunto alla sua decina edizione. Stasera si preannuncia un grande spettacolo di musica ed emozioni: "Da Bach a Piazzolla”, il titolo del concerto che vede protagonisti Federico Mondelci accompagnato dai suoi sassofoni. Federico Mondelci è solista, camerista, direttore d’orchestra e docente che da oltre trent’anni è uno dei più apprezzati interpreti della scena internazionale. La sua carriera, iniziata dopo gli studi a Pesaro e a Bordeaux, lo ha portato anche a fianco di prestigiose orchestre (Scala, Filarmonica di San Pietroburgo, BBC Philharmonic ecc.) verrà accompagnato alla fisarmonica da Simone Zanchini, fisarmonicista tra i più interessanti e innovativi del panorama internazionale, la sua ricerca si muove tra i confini della musica contemporanea, acustica ed elettronica,sfociando in un personalissimo approccio alla materia improvvisata. Si ricorda che il ricavato del concerto quest’anno avrà una finalità tutta rivolta alla Città di Gubbio , la Famiglia dei Santantoniari come ha sempre fatto, devolverà il ricavato del concerto per le associazioni di volontariato che operano nella nostra Città. Per solennizzare al meglio la decina edizione del concerto, la Famiglia dei Santantoniari, ha voluto proporre per il concerto prezzi molto contenuti (vista anche la finalità) con Platea a €10,00 Palchi € 8,00 e Loggione €5,00. 11/01/2014 08:00:00
"Gualdo Tadino 1960-1961": le immagini inedite di video stasera in anteprima a "Trg Plus" (ore 21)

Domani sera alle 17.30 alla mediateca del museo dell`emigrazione di Gualdo Tadino verrà presentato il video “ Gualdo Tadino 1960 – 1961” realizzato con immagini d`epoca da Angelo Barberini, gualdese, ex dirigente della Regione dell`Umbria , già amministratore della città, giornalista e da sempre appassionato di ripresa. Si tratta della raccolta di video - molti dei quali inediti - che raccontano gli anni 60 e 61 di Gualdo Tadino, partendo dalla nascita del concorso internazionale della ceramica. Tra gli artisti si riconosce anche Aldo Ajò. Tra i filmati , di particolare interesse perchè sinora inedito, quello della ricognizione della salma del Beato Angelo in occasione delle celebrazioni angelane, evento al quale ebbero accesso solo una ristretta cerchia di persone. Stasera in anteprima a "Trg Plus" (ore 21) andrà in onda il “trailer” del video più ampio che verrà presentato domani pomeriggio alla mediateca di Gualdo Tadino.10/01/2014 18:16:00
"Don Matteo" e i fondi regionali a Spoleto: l'associazione "Maggio Eugubino" lancia il j'accuse

Comincia ad assumere i contorni di una querelle a distanza quella intorno al trasferimento di "Don Matteo" a Spoleto, soprattutto all`indomani della rivelazione di un finanziamento regionale di oltre 600 mila euro destinato a Luxe Vide che di fatto avrebbe compensato la richiesta di fondi per la quale si e` consumato l`addio a Gubbio. Sulla vicenda, per nulla chiara e che per ora registra il no comment della Regione, l`associazione Maggio Eugubino interviene con toni perentori per "richiamare l’ attenzione su una vicenda che da diversi giorni appare sui media e che ha sollevato le perplessità di molti eugubini, a dire il vero alcuni si sono letteralmente imbufaliti ! Ci si riferisce alla presentazione della nuova serie di "Don Matteo" che si è tenuta a Roma presso la sede della RAI. Oltre al direttore generale di Rai Uno, al cast e ai titolari della Lux Vide, è intervenuta anche la presidente della nostra (?) regione, Catiuscia Marini. Una presenza sorprendente e singolare, visto che per la presentazione delle altre 8 edizioni della serie non si era mai scomodato nessuno. Citiamo testualmente quanto ha detto: "...Don Matteo, grazie ad ascolti record, ha rappresentato e rappresenta un veicolo promozionale di forte impatto per la regione Umbria". Evitando di citare Gubbio che ha contribuito fortemente al successo della serie fino alla vicenda sconcia e indecorosa dello scorso anno del passaggio del set di Don Matteo a Spoleto, a cura della Lux Vide e della Città di Spoleto, ma sospettiamo anche di altri, frammisto di bieco opportunismo economico e di mancanza di cultura civica, civile e politica.   Ma la Presidente della Regione Catiuscia Marini è stata anche sul set di "Don Matteo" a Spoleto ed allora ci poniamo altresì la domanda come mai in 13 anni (tredici) di ciak a Gubbio, con 8 edizioni tutte fortunate e prolifiche in fatto di telespettatori (e dunque di visibilità non solo per Gubbio ma anche per l`Umbria), nessun rappresentante regionale ha mai pensato  di visitare il set nella “lontana” Gubbio. Ma non è finita qui: la Regione ha stipulato un doppio accordo con la RAI e la LUX VIDE per produrre 13 brevi video che verranno trasmessi nelle anteprime di ciascuna delle puntate di "Don Matteo", allo scopo di promuovere "il sistema turistico, culturale, artistico ed enogastronomico dell`Umbria". Si realizzeranno (o già sono state realizzate?) 50 scene ambientate in alcune città dell`Umbria (ci sarà Gubbio in questi spot?) a scopo promozionale. Si viene a conoscenza che la Regione ha stanziato quasi 700 mila euro (anche degli eugubini, quindi) per questo ciclo di spot promozionali . La Costituzione Italiana prevede numerosi tipi di referendum: anche quello riguardante il passaggio da una Regione ad un`altra di Province o Comuni (art. 132). Pensiamoci!". Fin qui la provocatoria nota del "Maggio Eugubino". Quanto ai numeri parte ottimamente la nuova avventura spoletina della fiction di Lux Vide: e` record di ascolti ieri sera per la prima puntata della nuova serie: 8 milioni 759.000 spettatori pari al 29,66% di share nel primo episodio e 8.089.000 – 33,13% nel secondo. Protagonisti confermati, Terence Hill, Nino Frassica e Simone Montedori su tutti, cambio di location, da Gubbio a Spoleto, e storie personali stravolte. Il prete detective viene trasferito a Spoleto come tutti i componenti della caserma con il capitano Tommasi, rimasto vedovo e con una figlia. Rai Uno vince così su tutte le altre reti: Udinese – Inter, valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia ha siglato 3.279.000 spettatori, su Rai 2, La commedia di canale 5 Il 7 e l’8, con Ficarra e Picone totalizza 3.128.000 spettatori.10/01/2014 11:46:00
Debutta il "Don Matteo" spoletino: con la benedizione della Regione che ha sborsato quasi 700 mila euro

“Il nostro augurio è che ‘Don Matteo’, la fiction più amata dagli italiani, possa contribuire a far crescere l’amore degli italiani anche per l’Umbria, ormai divenuta la terra del prete investigatore”. È quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, nel corso della conferenza stampa di presentazione della nuova serie di “Don Matteo”, la cui messa in onda inizierà domani su Rai Uno, svoltasi a Roma presso la direzione della Rai in Viale Mazzini, presenti il direttore generale di Rai Uno, il cast al completo della serie televisiva, registi e sceneggiatori e i titolari della casa di produzione della fiction, la Lux Vide. La presidente Marini (nella foto durante il suo sopralluogo istituzionale svolto a Spoleto, cosa per altro mai avvenuta in 12 anni di permanenza della produzione a Gubbio) ha ricordato come “Don Matteo”, grazie ad ascolti record, ha rappresentato e rappresenta un veicolo promozionale di forte impatto per la Regione Umbria. Con la nuova serie di “Don Matteo”, grazie ad un doppio accordo che la Regione Umbria ha stipulato con la Rai e con la casa produttrice Lux Vide, ora le vicende del prete investigatore saranno l’occasione per una significativa azione di promozione. Sono trapelate anche le cifre, non proprio indifferenti, dell`operazione Regione-Lux Vide, che a dire di alcuni sarebbe stata in realtà l`escamotage per permettere a Spoleto di "soffiare" la fiction a Gubbio: 670 mila euro tondi garantiti dall`assessorato all`Agricoltura e dall`assessorato al Turismo. La Rai, infatti, ha prodotto 13 brevi video che verranno trasmessi nelle anteprime di ciascuna delle puntate di “Don Matteo”: delle “pillole” per promuovere il sistema turistico, culturale, artistico ed enogastronomico dell’Umbria. L’accordo stipulato con la Regione Umbria dalla società Lux Vide, prevede la realizzazione di circa cinquanta scene della serie televisiva “Don Matteo” ambientate in “location” tipiche del territorio umbro, con precisi riferimenti anche ad alcune specialità del patrimonio enogastronomico regionale. In virtù del grande successo anche a livello internazionale di questa fiction, l’attività di promozione della Regione Umbria avrà importanti ricadute nei Paesi in cui “Don Matteo” è trasmesso: Spagna, Portogallo, Finlandia, Bulgaria, Ungheria, Stati Uniti, America Latina e Australia. La domanda che molti si pongono ora a Gubbio è duplice: ci sarà spazio almeno in queste clip per la città che ha dato i "natali" alla fiction e per 12 anni ne è stata teatro, palcoscenico e anche protagonista del successo? Quale ruolo ha avuto la Regione nella vicenda, dai contorni non limpidissimi, che ha portato al trasferimento della Lux Vide da Gubbio a Spoleto? Per la cronaca in nessun modo è stata data menzione nè visibilità alla città dei Ceri. Come dire, capitolo definitivamente chiuso.09/01/2014 08:40:00
Gualdo T.: premiati a San Francesco i migliori presepi alla Mostra nazionale

Alla presenza di un numeroso pubblico si è conclusa nella Chiesa Monumentale di San Francesco la quinta edizione della Mostra Nazionale Presepi Città di Gualdo Tadino, condotta da Giancarlo Pascolini, Direttore di Erreti RadioTadino, a cura del Polo Museale e con il patrocinio del comune. Un’edizione che ha visto l’esposizione di oltre quaranta presepi provenienti da tutta Italia e dall’estero, realizzati con tecniche e materiali molto diversi tra loro. La giuria di esperti, composta dal critico letterario Vincenzo Prediletto, dalla Presidente dell’Uni Gualdo Fiorella Angeli e dall’Antropologa culturale Daniela Menichini, ha così decretato i vincitori: per la categoria “Autore”, con l’opera “Natività”, si è distinto il noto scultore Benvenuto Gattolin, che ha realizzato un monumentale presepe in legno con la tecnica dello stiacciato; per la sezione “Tradizionale” si aggiudica lo scettro Giuliana Amantini di Valtopina, con il minuzioso “Presepe in macramè”, un suggestivo lavoro di autentico artigianato; per la categoria “Studente”, invece, svetta l’opera “Il Presepe nella valigia”, della Scuola Primaria di Gualdo Tadino Domenico Tittarelli, un progetto che ha saputo valorizzare, attraverso la natività, la tematica del viaggio e dell’incontro. Ad aggiudicarsi, inoltre, l’ambito “Premio del Pubblico”, ossia la somma delle preferenze lasciate dai visitatori, è stata l’opera di Olga Pesce, dal titolo “Tra colori, emozioni e tradizioni”, sentito omaggio alla città, un ricco presepe in stile napoletano con un’ambientazione calata nell’atmosfera festosa de I Giochi de le porte. Originale l`idea dell`artista Maurizio De Rosa, a conclusione dell`iniziativa,di frammentare la sua opera istallativa, donando un particolare ad ogni iscritto al concorso e al pubblico. Hanno partecipato a questa edizione, decretando la riuscita dell`iniziativa, gli autori e le associazioni: Gianni Maria Annunziata, Maria Grazia Antonini, Mirko Bajsic, Luciana Bertorelli, Giovanni Biscontini, Marco Brandi, Raffaela Cancellotti, Monica Cappelletti, Rolando Chiaraluce, Maurizio De Rosa, Mauro Di Michelangelo, Brunella Donnini, Antonella Goracci, Rosella Pennoni, Ente di Assistenza e Servizi alla Persona - E.A.S.P., Umberto Mario Garro, L’Officina del Presepio, Laboratorio “Il Narciso”, Anna Lucarelli, Rosanna La Spesa, Sergio Marrone, Michele Martinelli, Marcello Paolucci, Barbara Passeri, Gianni Piccazzo, Antonietta Piperni, Pro Loco di Valtopina, Maurizio Rossi, Gabriella Soldatini, Elisa Suzzi, Adèl Török, Gianni Trastulli, Nido d`Infanzia comunale “Peter Pan”, Associazione “C’era una volta…” – Nido Familiare Gualdo Tadino, Scuola Primaria “O. Sordi” San Rocco - Gualdo Tadino, Scuola Secondaria di I grado “Bonazzi - Lilli” – Ripa.08/01/2014 09:21:00
L'Albero di Natale piu' grande del mondo resterà acceso fino al 12 gennaio

Resterà acceso un paio di giorni in più del consueto, fino a domenica 12 gennaio, l’Albero di Natale più grande del mondo. Il comitato che cura la realizzazione dell’abete luminoso disegnato sopra la città di Gubbio ha deciso di regalare un “fine settimana natalizio” in più a eugubini e visitatori. Intanto, nei giorni scorsi, il presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi ha fatto visita proprio al comitato “Albero di Natale più grande del mondo” per portare di persona ai componenti gli auguri per il nuovo anno. L`incontro è avvenuto presso la sede del comitato stesso in via della Piaggiola, alla presenza del presidente Lucio Costantini e dei membri del consiglio direttivo: un cordiale brindisi ha sottolineato l’apprezzamento e il sostegno dell’amministrazione provinciale, e del presidente Guasticchi in particolare, per una iniziativa che ormai da 33 anni regala a Gubbio e all’Umbria l’Albero di Natale multicolore adagiato sulle pendici del monte Ingino, entrato dal 1991 nel Guinness dei primati come il più grande del mondo. Al presidente Guasticchi è stato espresso il ringraziamento degli “Alberaioli” per il suo sostegno concreto al lavoro dei tanti volontari.06/01/2014 12:01:00
Gubbio, oggi le premiazioni della 54ma edizione delle Manifestazioni culturali del Natale

Si svolgerà oggi, alle ore 15 alla chiesa diS.Domenico a Gubbio la serie di premiazioni della 54° edizione delle Manifestazioni Culturali di Natale nel territorio della Diocesi Eugubina, promossa dal Centro della Gioventù “Beniamino Ubaldi” con la collaborazione dell’ Associazione Italiana Maestri Cattolici e dell’Associazione Eugubina di Volontariato. Il tema ricorrente delle opere nelle varie sezioni dei concorsi sono legate alle omelie di Papa Francesco, con un filo conduttore comune: “Natale: Una mano tesa verso i poveri”.  Le categorie sono le seguenti: 2° Concorso Produzione Artistica a Tecnica Libera (Pittura, Scultura, o altro) - Premio “Araldo Vispi”  riservato agli adulti e agli alunni delle Scuole Secondarie. 54° Concorso Presepe – Adriano Vispi. 47° Concorso Disegno di Natale – Beniamino Ubaldi, scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado. 45° Concorso Poesia di Natale – Fernando Bartoletti. 32° Concorso Mini – Presepe – Omero Migliarini. 29° Concorso Presepe nel Quartiere – S. Ubaldo. 24° Concorso Poesia Adulti – Pio Benedetti. 9°   Concorso Racconto di Natale – Pietro Panfili. 8°   Concorso “Poesia di Natale per E- MAIL – Italo Belardi – Foto, Poesie, Filmati. 3°   Concorso Poesia o Racconto in Dialetto “Piero Radicchi” aperto a tutti. L`appuntamento per le premiazioni dunque e` per domani pomeriggio alle ore 15 alla chiesa di S.Domenico.06/01/2014 11:44:00
Guarducci (Eurochocolate) "corteggia" Madalina, vincitrice di "Back off"

"Il tuo sogno e` aprire una pasticceria? Apriamola insieme!": il presidente di Eurochocolate Eugenio Guarducci si rivolge cosi` a Madalina (nella foto) la giovane, di origini rumene, che vive a Marsciano con il compagno, perugino, e la figlia, vincitrice del programma televisivo Bake off Italia - Dolci in forno. La sua vittoria - scrive Guarducci in una nota - ha incuriosito tutti anche grazie al "Dolce Capriccio" dove l`ingrediente cacao e` stato "decisamente il protagonista della sfida finale". "Abbiamo letto le prime interviste post vittoria di Madalina - aggiunge il presidente di Eurochocolate - e a quanto pare il suo sogno e` quello di aprire una pasticceria. Bene, noi siamo pronti a darle una mano perche` crediamo sia giusto sostenere concretamente chi e` giovane e chi ha talento". "Sarebbe anche interessante - prosegue Guarducci - far diventare Dolce Capriccio il dolce simbolo della prossima edizione di Eurochocolate". Intanto è stato boom di ascolti per Real time nella serata della finale di "Back off" il talent show condotto da Benedetta Parodi, che ha visto il successo di Madalina. Ben 1.536.206 ascoltatori nel minuto medio con il 5,6% di share e 2,8 milioni di contatti netti. In particolare, il programma ha totalizzato la miglior performance di sempre su Real Time con 1.363.000 ascoltatori nel minuto medio attestandosi come il quinto canale nazionale nella fascia oraria di trasmissione e il quarto sul target donne 20-49 anni con il 10% di share. La partecipazione del pubblico e` esplosa durante la visione della finalissima anche sui social media: i tweet con hashtag #bakeoffitalia sono stati 7.800 (miglior risultato per il programma); #Bakeoffitalia e` entrato in trend topic toccando la secinda posizione; record su Facebook con i 4 post pubblicati, che nel corso della finale hanno totalizzato la miglior performance di sempre con 8.080 like e oltre 1.400 commenti.05/01/2014 12:53:00
Festa speciale per i Santantoniari in taverna con i ragazzi del Centro "A.Moro"

Una festa speciale è quella andata in scena nella taverna dei Santantoniari venerdì scorso con un appuntamento ormai immancabile nel periodo delle festività natalizie, la tombolata in allegria con i ragazzi del Centro accoglienza "A.Moro" (un momento della giornata, nella foto di Photostudio). In tanti hanno partecipato animando la tombolata con musica e balli, a conferma di una sensibilità particolare da parte della Famiglia dei Santantoniari e di un connubio ormai consolidato con il mondo del sociale e in particolare con il centro accoglienza "Aldo Moro": il preludio migliore ad un mese di iniziative e celebrazioni in onore di S.Antonio abate, che vedrà il clou nella giornata del 17 gennaio ma che sarà preceduta sabato prossimo dal concerto al Teatro comunale.05/01/2014 11:21:00
La Quintana alla Cavalcata dei Magi di Firenze

La Giostra della Quintana sarà ospite lunedì 6 gennaio della tradizionale Cavalcata dei Magi di Firenze. E’ la prima volta che una delegazione della Quintana partecipa alle celebrazioni del giorno dell’Epifania organizzate dall’Opera di Santa Maria del Fiore. L’invito è arrivato dall’Opera del Duomo che quest’anno ha deciso di far partecipare la manifestazione storica della città natale di Sua Eminenza il Cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo Metropolita di Firenze. “E’ la prima volta che la Quintana rende omaggio a Sua Eminenza a Firenze – ha commentato il Presidente dell’Ente, Domenico Metelli – avevamo deciso di andare a trovare il Cardinale Giuseppe Betori entro il 2014, ma lui ci ha preceduto concedendoci questo grande onore. Non potevamo iniziare l’anno in modo migliore – ha concluso – e la nostra delegazione in costume avrà la possibilità di farsi ammirare nel corteo che attraverserà le vie del centro storico di Firenze”. La Quintana sarà presente con una delegazione di trenta personaggi guidati dal Presidente e dai Magistrati e donerà a Sua Eminenza il cero votivo. La manifestazione, giunta alla XVII edizione dell’epoca moderna, è nata nell’ambito dei festeggiamenti per i 700 anni dalla posa della prima pietra della Cattedrale e della fondazione dell’Opera, quando si decise di riprendere un’antica e gloriosa tradizione fiorentina del XV secolo organizzando un corteo storico, sotto gli auspici dell’Arcidiocesi, del Capitolo del Duomo, in collaborazione con il Comune di Firenze e con la partecipazione dei comuni della provincia. Il solenne corteo con in testa i Re Magi a cavallo, in sontuosi abiti di seta ispirati a quelli dell’affresco di Benozzo Gozzoli, sarà composto da circa 700 figuranti, tra cui quelli della Repubblica fiorentina. Dopo la partenza da Piazza Pitti, alle ore 14.00, il corteo si snoderà lungo le strade del centro di Firenze fino ad arrivare in piazza Duomo, alle ore 15.30. Qui, dopo il saluto dei figuranti e lo scoppio della colubrina, i Re Magi deporranno i loro doni ai piedi del Presepe vivente. All’intervento di Franco Lucchesi, Presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, seguirà la lettura del brano del Santo Vangelo dei Magi e il saluto Sua Eminenza Cardinale Giuseppe Betori. La Cavalcata dei Magi trae origine da una tradizione già esistente nel XV secolo, quando a Firenze una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi, che seguivano determinate regole di carattere religioso, organizzava una festosa rappresentazione detta “Festa de’ Magi” che, con periodicità inizialmente triennale e dal 1447 ogni cinque anni, sfilava per le vie di Firenze con la cosiddetta “Cavalcata dei Magi”. La “Cavalcata” era composta da tre diversi cortei che si riunivano davanti al Battistero e proseguivano uniti fino alla Basilica di San Marco, dove con canti e preghiere adoravano Gesù Bambino. Della Compagnia dei Santi Re Magi, detta anche “La Stella”, fecero parte i maggiori componenti della famiglia dei Medici fino alla loro cacciata da Firenze, nel 1494. 04/01/2014 09:02:00
Vive a Marsciano la vincitrice di "Back off", talent show di Real time

Si chiama Madalina Pometescu, ha 27 anni, e` di origini rumene ma vive da 16 anni a Marsciano. Bionda, occhi verdi, sorriso timido ma che nasconde una tenacia straordinaria e una passione smodata per i dolci da creare e da realizzare. E` lei la vincitrice di "Back off", il primo talent show dedicato ai pasticceri non professionisti, in onda su Real Time e condotto da Benedetta Parodi. Madalina si e` aggiudicata la gara a puntate arrivando fino alla finale dove ha proposto una sua personale creazione intitolata "Capriccio", pan di Spagna al cioccolato decorato con creme di pistacchio e nocciola, una torta che le ha permesso di battere in finalissima la genovese Lucia. Madalina e` stata giudicata la migliore pasticcera amatoriale dalla speciale giuria della trasmissione, composta da Ernst Knam, il re del cioccolato, e Clelia D`Onofrio. Il sogno di Madalina? E` aprire una pasticceria. E il primo posto a "Back off" e` il miglior viatico. 03/01/2014 22:40:00
Perugia: lunedi' la Befana arriva al residence Chianelli

Lunedi` la Befana arrivera` al residence Daniele Chianelli, struttura che accoglie bambini in cura all`oncoematologia pediatrica e all`ematologia dell`ospedale di Perugia insieme alle loro famiglie. A partire dalle 16.30, la vecchietta portera` dolci per tutti. Una piccola festa si terra` presso il residence Chianelli con i Vip clown di Perugia che intratterranno i piu` piccoli con sorrisi e palloncini. Sara` anche un`occasione - e` detto in una nota della struttura - per ritrovarsi insieme a genitori, volontari e medici. La Befana visitera` poi i bambini ricoverati in oncoematologia pediatrica distribuendo cioccolatini. 03/01/2014 17:52:00
C.Castello. Da domani i saldi poi al via i festeggiamenti per l'Epifania

“Anche l’ultimo fine settimana delle festività natalizie si presenta pieno di appuntamenti interessanti per tifernati e visitatori” dichiara l’assessore al Turismo e Commercio di Città di Castello Riccardo Carletti che parla in termini positivi del Capodanno in piazza, confermatosi “un momento di festa collettivo a misura di famiglia, che continua ad attrarre bel oltre i confini comunali per la sua formula semplice ed efficace in cui musica, divertimento e senso del limite anche questo San Silvestro hanno permesso di salutare il 2014 senza alcun imprevisto spiacevole nonostante il grande flusso che ha premiato, come sempre, la manifestazione”. “Il primo fine settimana del nuovo anno sarà caratterizzato sabato 4 gennaio dall’inizio dei saldi, un’occasione a cui in tempi di crisi sia gli operatori che gli utenti guardano con rinnovata attenzione, e dalla Befana dei Vigili del fuoco, che scenderà dalla torre civica nella giornata dell’Epifania. Capodanno in piazza e la Befana sono possibile grazie alla disponibilità delle tante associazioni cittadine coinvolte e dagli uomini del Distaccamento tifernate dei Vigili del fuoco di Città di Castello, che vogliamo citare espressamente per l’entusiasmo con cui mettono tempo e professionalità al servizio dei loro concittadini”. Le iniziative collegate all’Epifania saranno anticipate sabato 4 gennaio con la rievocazione del tradizionale Canto della Pasquella ad opera della società rionale Mattonata a partire dalle 15.30. Lunedì 6 dalle 15.00 si svolgeranno in concomitanza le feste dei quartieri Graticole, Lerchi, Piosina e Riosecco, che accompagneranno verso il tardo pomeriggio, quando alle 18.00 la Befana farà la sua spettacolare discesa dalla torre in Piazza Gabriotti, preceduta, alle 17.00, da animazione, dolci e musica in collaborazione con Associazione Matty & co, Associazione Radio Amatori, Medem, Bovari Associati Umbri, Croce Rossa, Lion Club, Aquile del Tiferno, Oratorio San Giovanni Bosco, Pubblica assistenza Tifernate, Rotary Club, le società rionali Mattonata, Prato e san Giacomo e Sogepu. Durante la manifestazione saranno raccolte offerte per sostenere l’attività dell’associazione Gianluca Pennetti Pennella. 03/01/2014 09:35:00
Gubbio, giochi e intrattenimento alla taverna dei Santantoniari

Primo appuntamento del nuovo anno a Gubbio alla taverna dei Santantoniari di via Fabiani: oggi venerdì 3 gennaio dalle ore 11.00 la Famiglia dei Santantoniari guidata dal riconfermato presidente Alfredo Minelli avra` ospiti i ragazzi del centro accoglienza "Aldo Moro" gruppo K/T. "Auspichiamo che ci sia una ampia partecipazione dei santantoniari per vivere una giornata con i ragazzi del centro - ha dichiarato Minelli, che fortemente voluto con il consiglio questo appuntamento, all`inizio di un mese di gennaio che come tradizione richiama molti eventi per i Santantoniari, su tutti la giornata di ricorrenza dell`Abate, il prossimo 17 gennaio. Intanto per cominciare una giornata di allegria con musica e arrivo della Befana con tanti doni. La serata di venerdi proseguirà  alle ore 21.00 con la tradizionale gara di briscola a coppie con ricchi premi.03/01/2014 07:55:00
Umbertide, una domenica tra befana e teatro

Una domenica tra befana e teatro quella che attende Umbertide. Prosegue infatti la rassegna teatrale "Teatro Aperto" promossa dall`Accademia dei Riuniti con il patrocinio del Comune di Umbertide. Domenica 5 gennaio, alle ore 17, il Teatro dei Riuniti ospiterà "150 la gallina canta", conferenza-spettacolo dedicata ad Achille Campanile a cura del Gad di Pistoia. L`opera riprende il titolo di una nota filastrocca per bambini che diventa il pretesto per l`ennesimo litigio tra Tito e sua moglie Cecilia. "L`umorista - recita il commento allo spettacolo - è uno che istintivamente sente il ridicolo dei luoghi comuni e perciò è tratto a fare l`opposto di ciò che fanno gli altri". I biglietti possono essere acquistati in prevendita al botteghino del teatro tutti i giorni dalle 17 alle 19. Per informazioni 075 9412697. Anche quest`anno intanto la Befana farà tappa ad Umbertide e busserà alla porta delle famiglie umbertidesi per regalare ai bambini calze colme di caramelle e cioccolatini. L`iniziativa è promossa dallo Spazio Giovani You.spa e il Gruppo Volontari di Umbertide. Domenica 5 gennaio, dalle ore 17,00 alle ore 21, la Befana farà visita a tutte le famiglie che lo desidereranno portando in dono ai più piccoli calze piene di dolciumi. Per prenotare la visita della Befana è necessario contattare entro le ore 12 di domenica 5 gennaio i seguenti numeri: Roberta 346 3886342, Monica 329 2203797 o Paolo 346 5015777.02/01/2014 19:17:00
C.Castello: chef Manfroni premiato dal sindaco Bacchetta

“Pierluigi Manfroni con la sua cucina e il suo stile ha contribuito in modo significativo a dare una nuova patria all’enogastronomia di qualità, legando indissolubilmente Città di Castello alla trifola in un momento in cui tale binomio era appannaggio di altri". Queste le parole del sindaco tifernate Luciano Bacchetta nel consegnare una targa allo chef Pierluigi Manfroni, gestore del famoso ristorante “Il bersaglio”, che tra pochi giorni, dopo 32 anni, sospende la sua attività. “Siamo certi che si tratta di un arrivederci” ha proseguito il sindaco, sottolineando come “Città di Castello attenda il ritorno in scena di uno dei più conosciuti ed apprezzati chef italiani. Il nostro auspicio è che il nome del Bersaglio continui ad esistere e con questa targa ringraziano Pierluigi Manfroni per quello che ha dato ma soprattutto per quello che ci darà in futuro”. 02/01/2014 13:17:00
"Lampedusa nel mondo": iniziativa congiunta Sacro Convento Assisi e "Articolo 21"

Nessuno escluso, illuminiamo le Lampedusa del mondo" e` il titolo dell`appello della rivista San Francesco d`Assisi e di Articolo 21 affinche` politica, istituzioni e semplici cittadini - spiega un comunicato - non spengano i riflettori sulla tragedia che ogni giorno coinvolge uomini e donne di ogni paese. Da oggi i due siti sanfrancesco.org e articolo21.org pubblicano in prima un`immagine simbolo dei migranti e aprono un confronto sul tema tramite l`hashtag #nessunoescluso. "L`immagine che riprende alcuni migranti rivolti verso il mare di Lampedusa, via di fuga e di speranza - spiegano padre Enzo Fortunato e Beppe Giulietti - e` accompagnata dalla frase di Papa Francesco: `Anche Gesu` fu profugo, e` un dovere accogliere i migranti`. Una frase che non puo` che essere condivisa dalle donne e gli uomini di buona volonta`, credenti e non credenti che siano, che abbiamo nel cuore i valori dell`accoglienza e della inclusione sociale. Per queste ragioni - concludono - "chiediamo a siti, blogger, giornalisti, addetti alla comunicazione e a tutti i cittadini di condividere e rilanciare questa iniziativa. In fin dei conti siamo tutti migranti". La foto, concessa gratuitamente da Fabrica, e` tratta dal progetto Sciabica lanciato all`indomani del naufragio del 3 ottobre a Lampedusa. Per condividere l`immagine e` possibile scaricare il formato desiderato tramite i portali sanfrancesco.org e articolo21.org.31/12/2013 16:49:00
Umbertide: presentato il calendario 2014, dedicato alla "Fratta dell'800"

E` stato presentato ieri mattina al Museo di Santa Croce il Calendario di Umbertide 2014, dedicato quest`anno alla "Fratta dell`800", la rievocazione storica in costume che anima la città nel mese di settembre, e che nei prossimi giorni arriverà in tutte le case degli umbertidesi. Ad illustrare l`edizione 2014 c`erano il sindaco Marco Locchi, il curatore Adriano Bottaccioli e il coordinatore Fabio Mariotti, che hanno ricordato con affetto e commozione Amedeo Massetti, tra gli ideatori del calendario, e Peppe Cecchetti, spesso protagonista con i suoi memorabili scatti, salutati con un lungo applauso dalla platea. Erano presenti inoltre alcuni rappresentanti delle taverne della Fratta dell`800, tra cui Garibaldi con le sue giubbe rosse. Ad ogni taverna – Osteria del Mattatoio, Taverna degli Antichi Sapori, Osteria dei Mille, Osteria dei Briganti, Osteria degli Artigiani, Taverna dei Tintori, Osteria del Musicante - è stato infatti dedicato un mese dell`anno, con racconti e ricette tipiche della cucina frattigiana – macco con cotiche e fagioli, trippa al sugo, timballo garibaldino, pasta e fagioli, brustengo, arrosto morto con piccioni ripieni, quadrucci e ceci - corredate da numerose fotografie; il calendario prosegue poi con il racconto delle grandi opere realizzate nell`Ottocento, secolo di grandi trasformazioni per la Fratta che proprio in questi anni mutò il nome in Umbertide, le usanze e i modi di vivere ottocenteschi tratti dai testi degli storici Renato Codovini e Roberto Sciurpa, i personaggi che lasciarono un`impronta nella vita politica, sociale e culturale della Fratta per terminare con le poesie che gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado hanno dedicato ai 150 anni di Umbertide. "Il calendario di quest`anno ha un sapore particolare perchè è dedicato alla Fratta dell`800 e costituirà sicuramente un valido strumento promozionale per la nostra città – ha affermato il sindaco Locchi – Si tratta di una tradizione che si rinnova oramai da oltre vent`anni e voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione e rivolgere un saluto particolare ad Amedeo Massetti e Peppe Cecchetti, fondatore e collaboratore del calendario che ci hanno lasciato proprio poche settimane fa". "Voglio ricordare Amedeo per la sua passione per la ricerca storica e per il suo instancabile impegno per il calendario – ha aggiunto Fabio Mariotti – Nel 1992 ne è stato uno dei fondatori e fino all`ultimo, anche mentre stava combattendo con la malattia, ha continuato a dare il suo contributo". "Lo scopo del Calendario di Umbertide è quello di mantenere viva l`identità culturale della nostra città e la Festa dell`800 ne è senza dubbio la massima espressione – ha continuato Adriano Bottaccioli –L’edizione 2014 del Calendario cerca di descrivere, nelle dodici pagine dei mesi e attraverso un centinaio di foto, l’atmosfera che pervade il centro storico dell’antica Fratta e vuol essere un riconoscimento al lavoro ed all’impegno dei tanti volontari che ogni anno animano la festa”. 30/12/2013 16:21:00



Dal Forum

Utenti online:      421

Newsletter TrgMedia
Twitter

Facebook