Skin ADV

Le Ultime Notizie
Citta' di Castello: aperto il presepe artistico della MattonataNell’ambito di “Natale in città”, da oggi, martedì 8 dicembre, sarà aperto al pubblico il presepe artistico della Mattonata realizzato dal maestro Alberto Raspini in via del Mulino. La rappresentazione della natività sarà visitabile fino a mercoledì 6 gennaio 2016, all’interno del circuito cittadino della XVI Mostra Internazionale di Arte Presepiale, che è allestita nella cripta della Basilica Cattedrale. Fino a domani in Piazza Matteotti sarà protagonista lo Street Food, con degustazioni a partire dalle ore 10.00. Venerdì 11 dicembre, alle ore 21, il teatro San Donato di Trestina ospiterà il Concerto di Natale della Corale Marietta Alboni, che si esibirà insieme agli allievi dell’Istituto Comprensivo Alberto Burri. L’evento è organizzato dall’associazione Trestina per la Pace e dalla pro loco di Trestina. Nella frazione di Titta, sempre alle ore 21.00, sarà di scena la tradizionale tombola natalizia promossa dalla pro loco al Circolo Acli. 08/12/2015 10:44
E' tornato a risplendere l'Albero di Natale piu' grande del mondo di Gubbio: cerimonia in replica no stop su TRG1 (canale 111)E` tornato a splendere a Gubbio l` Albero di Natale piu` grande del mondo: per il 35mo anno la splendida luminaria che si irradia sulla parte del monte Ingino (creata nel 1981 e dal 1991 iscritta nel Guinness dei Primati) è tornata ad illuminarsi e ad accompagnare il Natale degli eugubini e degli umbri fino al prossimo 10 gennaio. E` stato Miguel Lupiz dell`associazione "Medici senza Frontiere" l`ospite d`onore invitato dagli alberaioli per azionare il dispositivo: è uno dei membri del direttivo dell`organizzazione internazionale, reduce da una recente missione in Afghanistan. A fare gli onori di casa il presidente del comitato Alberaioli, Lucio Costantini, il sindaco di Gubbio, Filippo Stirati e il Vescovo Mario Ceccobelli. La cerimonia si è aperta con i brani della Cantores Beati Ubaldi, il corteo storico di Gubbio e l`esibizione degli Sbandieratori di Gubbio. Poi il saluto istituzionale davanti ad una folla numerosa (presenti in città oltre 1.100 camper per l`annuale raduno degli appassionati). "L`Albero non è nostro ma di tutti" ha ricordato il presidente del comitato Alberaioli, Lucio Costantini, nel salutare i presenti. "Gubbio accoglie i tanti turisti di questo ponte dell`Immacolata offrendo il meglio di sè - ha dichiarato il sindaco Stirati secondo il quale "la scelta di assegnare a "medici senza frontiere" il compito di accendere l`albero è stata un gesto di grande significato soprattutto in questo delicato periodo". "Un significato speciale quest`anno è dato dall`imminente apertura del Giubileo - ha aggiunto il Vescovo di Gubbio, Ceccobelli - con l`albero che attraverso le sue luci ci irradia un messaggio di speranza e di fede". E grande successo ha avuto la diretta su Trg e trgmedia.it con la ormai consueta puntata speciale di "Link" in onda a partire dalle ore 17. Nel corso della trasmissione condotta dal direttore Giacomo Marinelli Andreoli ospiti in studio Maurizio Ceccarelli, compositore dell`Inno Giubilare, Loris Ghigi della Compagnia Campanari e Giuliano Traversini, autore del volume dedicato ai Campanari. Inoltre collegamenti esterni con Roma, alla vigilia dell`apertura del Giubileo, dove si svolgeva il concerto di Dumbrianticamusica presso il Pantheon; con Milano, nell`anno di Expo, con il prof. Piergiuseppe Pelicci - direttore dell`Istituto europeo tumori; e con Parigi, città simbolo di un Occidente colpito dal terrorismo, con il funzionario Unesco, Widad Menjra, di origini marocchine ma cresciuta proprio tra Gubbio e Gualdo Tadino. La replica della puntata andrà in durante tutta la giornata odierna sul canale 111 di Trg1.08/12/2015 08:30
C.Castello: inaugurata la Mostra di Arte presepiale. Intitolazione dell'associazione a Gualtiero Angelini“Da oggi l’Associazione Amici del Presepe di Città di Castello prende il nome di Gualtiero Angelini”. E’ la sorpresa promessa da tempo che è stata svelata dal presidente Donatella Antinori e da Claudio Conti nella cerimonia di inaugurazione della XVI Mostra Internazionale di Arte Presepiale, che si è tenuta nella cripta della Basilica Cattedrale di Città di Castello. “Crediamo sia il meritato tributo alla passione e all’esempio che ci ha trasmesso Gualtiero – hanno dichiarato Antinori e Conti – il modo in cui tutti i membri della nostra associazione hanno sentito spontaneamente di ricordarlo ed esprimere la propria riconoscenza per aver permesso a tutti noi di poter dare libera espressione alla creatività che prende forma ogni anno nel lavoro per la mostra e nei presepi che vengono realizzati per questo appuntamento speciale”. Il ricordo della figura e della testimonianza umana di Angelini ha unito gli interventi di tutti i partecipanti all’inaugurazione della mostra, alla quale ha dato la propria benedizione il vescovo della Diocesi di Città di Castello monsignor Domenico Cancian. "Arte e fede si collegano in maniera davvero bella in questa esposizione – ha detto monsignor Cancian – che invita a riflettere sul significato del presepe, dove non si racconta una favola, ma si indica la strada di Gesù, fatta di valori come l’umiltà, la fratellanza, la povertà e l’amore”. “Nell’anno del Giubileo della Misericordia – ha puntualizzato il vescovo – anche attraverso i presepi di questa mostra, collocati nel fulcro delle celebrazioni che toccheranno Città di Castello, può arrivare un messaggio di speranza in un mondo di pace che ci spinga a superare paura e incertezze”. L’assessore alla Cultura della Regione dell’Umbria Fernanda Cecchini ha portato il saluto della giunta regionale, sottolineando “come la mostra permetta di rinnovare una tradizione del presepe che è un segno della nostra identità, tanto più forte nell’Umbria dove San Francesco fu il primo ideatore della rappresentazione della natività e c’è un forte legame ideale con il messaggio di amore e di umiltà di cui sono portatrici queste creazioni artigianali”. “Questo evento, che è uno dei più importanti in Italia – ha aggiunto Cecchini - è lo specchio della passione del suo ideatore, cui tante persone dell’Associazione danno continuità con un impegno che come Regione apprezziamo e sosteniamo con entusiasmo”. A ricordare Angelini come “amico e instancabile promotore di tante iniziative di successo” è stato il sindaco Luciano Bacchetta. “Grazie alla Mostra Gualtiero è ancora in mezzo a noi - ha dichiarato il sindaco – con l’empatia, la capacità di dialogare, tessere relazioni e incontrarsi che è l’eredità che ha lasciato alla mostra ed è anche il messaggio più profondo del presepe”. “Come amministrazione siamo molto soddisfatti del coraggio e della determinazione con cui l’Associazione Amici del Presepe di Città di Castello, guidata dalla nuova presidente Donatella Antinori, ha riannodato le fila del suo lavoro e ha allestito un’edizione di grande qualità, che conferma la mostra di Città di Castello come uno dei principali appuntamenti per l’arte presepiale del Paese”. “Di questo risultato, mai scontato in tempi difficili per la cultura – ha concluso Bacchetta – siamo particolarmente orgogliosi, perché rappresenta un contributo importantissimo a dare un’immagine positiva della nostra città e farla conoscere alle tantissime persone che la visitano”. “E’ importante sottolineare come con grande impegno e passione i tanti componenti dell’Associazione abbiamo saputo moltiplicare le energie per dare vita a questa edizione della Mostra e rendere il giusto tributo al ricordo del suo ideatore e animatore – ha evidenziato il vice sindaco e assessore alla Cultura Michele Bettarelli – mantenendo intatti il valore e il rilievo nazionale che conferiscono all’esposizione i pregiati presepi della tradizione italiana, con in più la capacità di essere al passo con i tempi, come dimostra il collegamento ad Expo 2015 attraverso le opere ispirate al tema dell’alimentazione”. Dopo la visita ai presepi in esposizione, autorità e cittadini presenti all’inaugurazione hanno seguito il concerto della Corale Marietta Alboni nel Salone Gotico del Museo del Duomo, che ha completato la cerimonia pubblica con cui ha preso il via la manifestazione. Grazie al contributo dei commercianti tifernati, la cerimonia ha visto anche la partecipazione di due zampognari campani, che nel pomeriggio hanno fatto visita agli anziani delle Opere Pie Riunite Muzi Betti. L’evento. La XVI Mostra Internazionale di Arte Presepiale si svolge dal 5 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 nella cripta della Basilica Cattedrale di Città di Castello, fulcro di un evento che prevede anche iniziative collaterali lungo un percorso espositivo cittadino nei luoghi più significativi del centro storico. Partecipano circa 190 espositori provenienti da tutta Italia, con la presenza dei più grandi artisti delle scuole di Napoli, Bergamo, Lecce, Palermo e dell’Umbria e di numerose associazioni da Napoli, Avellino, Aprilia, Penna in Teverina. La manifestazione propone alcune raccolte private, provenienti dalla Toscana e dalla Campania, e opere dei grandi presepisti italiani Raccagni, Casillo, Bonechi (con due pale in terracotta policroma), Agnini, Pecorari, Dini. I visitatori potranno ammirare 60 presepi napoletani, 50 presepi umbri, 20 creazioni di artisti di Città di Castello, opere uniche realizzate appositamente per la mostra, come il presepe napoletano di tre metri per due metri dell`artista Luigi Baia di Napoli, opere esposte per la prima volta in pubblico, come il diorama del maestro Guido Raccagni, dell’Associazione Amici del Presepe di Bergamo, realizzato appositamente per il Congresso della Federazione Internazionale delle Associazioni Presepistiche del 2016, e il presepe di un metro e mezzo di altezza del maestro Marco Minchiati, che rende omaggio alla tradizione della ceramica di Deruta. Una sezione speciale è dedicata al tema “L’alimentazione nel presepe nell’anno dell’Expo di Milano”, con un’opera realizzata esclusivamente per l`evento da alcuni artisti tifernati,con la collezione Presepi dal Mondo di San Giovanni Val d`Amo e Raffaele Troncone di Sorrento. A ricordare Gualtiero Angelini sono i presepi della sua collezione privata, che sono stati selezionati e messi a disposizione della mostra dai familiari. Una sezione dell’esposizione è dedicata a una prestigiosa raccolta di antichi santini sul tema del Natale e altre sezioni sono dedicate le scuole, gli asili, alle associazioni sociali e agli hobbisti. La mostra allestita nella cripta della Basilica Cattedrale può essere visitata, acquistando un biglietto al costo di 2,50 euro, il sabato e i giorni festivi dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 20.00 e nei giorni feriali dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30. L’ingresso è gratuito per i bambini fino a 12 anni di età. Il circuito cittadino permette ai visitatori della mostra di ammirare le pregevoli creazioni dei maestri presepisti in 11 ambientazioni suggestive del centro storico, oltre all’allestimento della cripta della Basilica Cattedrale. Alla Pinacoteca comunale è possibile ammirare il presepe settecentesco su teca dipinta a mano in stile napoletano dal titolo Adorazione dei Pastori della Bottega della Robbia, che in passato era ospitato all’interno del vecchio ospedale cittadino. La chiesa del Buon Consiglio ospita il grande presepe in cartapesta opera di Francesco Invidia e presso la sede della Tela Umbra sono allestiti il presepe settecentesco dei baroni Franchetti completamente restaurato e l’opera dal titolo “Natale a Villa Montesca” di Ezio Tofani. Al Loggiato Gildoni è esposta la collezione di Silvio Bambini e alla chiesa di San Giuseppe è collocato il presepe tradizionale umbro realizzato con la tecnica dei diorami. Lungo corso Vittorio Emanuele si trova il presepe del Rione Mattonata e anche il campanile cilindrico ospita una rappresentazione della natività. Del circuito cittadino fanno parte anche gli allestimenti del Museo del Duomo e della chiesa di Santa Maria Maggiore, mentre all’esterno della cinta muraria del centro storico è possibile ammirare il presepe in stile napoletano di Claudio Conti, che si trova nella chiesa di San Martin d’Upò, e il presepe vivente di Volterranno, con l’esposizione delle opere in stile siciliano di Ivano Vecchio.06/12/2015 10:33
Assisi: ci saranno 31 profughi alla cerimonia di accensione dell'Albero con il collegamento con il PapaSaranno 31 profughi a partecipare alla cerimonia di accensione e benedizione dell`albero di Natale e del presepe della piazza inferiore della Basilica di San Francesco d`Assisi. Quest`anno sarà Papa Francesco ad accendere, in collegamento da Roma, l`albero e il Prefetto della Casa Pontificia, Mons. Georg Gänswein, a benedire il Presepe dedicatoi ai migranti. Per l`occasione è stata installata una barca di sette metri che ha viaggiato nel mar Mediterraneo e ha portato nove tunisini fino all’isola di Lampedusa nel marzo del 2014. Alle 17.00 si terrà la Santa Messa in Basilica Inferiore di san Francesco presieduta da Mons. Georg Gänswein. Al termine della celebrazione, alle 18.20, si terrà la cerimonia di accensione e benedizione durante la quale verranno consegnati ai bambini delle famiglie più bisognose i giocattoli offerti dalle Ferrovie dello Stato Italiane e dalla Marina Militare. Tra i presenti 31 profughi ospitati dalla Caritas Diocesana di Assisi provenienti da Afghanistan, Camerun, Iran e Nigeria e un ufficiale della Marina Militare che ha partecipato alle operazioni di salvataggio dei migranti nel canale di Sicilia. Prima di questa cerimonia, alle 15.00, si terrà presso la sala stampa del Sacro Convento di Assisi, l`iniziativa "No hate speech" lanciata dalla Carta di Roma contro il linguaggio violento e discriminatorio. Per l`occasione verrà annunciata anche la nascita della rete "illuminare le periferie del mondo" che si propone l`obiettivo di far uscire dall`oscuramento mediatico temi, persone e periferie dimenticate o cancellate. Saranno presenti, tra gli altri: il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, Padre Enzo Fortunato, l`Imam di Perugia, Abdel Qader, la responsabile Caritas della Diocesi di Assisi, suor Elisa Carta, il portavoce di Articolo21, Beppe Giulietti, l`associazione Carta di Roma, Anna Meli, il segretario USIGRAI, Vittorio di Trapani, il portavoce Unicef Italia, Andrea Iacomini, il portavoce della Tavola della Pace, Flavio Lotti, e il presidente ODG Umbria, Roberto Conticelli. Durante i lavori, coordinati da Elisa Marincola, saranno proiettati filmati di Valerio Cataldi, inviato del Tg2. 06/12/2015 08:36
Gubbio: si apre domani l’ottava edizione di 'Alkimia'Si apre domani l`edizione 2015 di ‘Alkimia - Festival del gioco di società’ che quest’anno compie 8 anni, consolidando e ampliando la formula. L’ambientazione è sempre la stessa, nei locali dei suggestivi Arconi di Via Baldassini, messi a disposizione dell’amministrazione comunale ma aumentano i giorni, da sabato 5 (con inaugurazione alle 18) a martedì 8 dicembre, e il numero dei partecipanti. Tanti gli appassionati e i semplici curiosi che si avvicinano ai ‘giochi di ruolo’, fatti di destrezza e abilità, all’insegna delle trovate più affascinanti e geniali. 04/12/2015 11:12
Sbandieratori Gubbio: successo ieri a Roma al ricevimento all'ambasciata d'Italia in Vaticano. Eseguito l'Inno Giubilare per la prima volta Una vetrina d`eccezione ieri sera a Roma per il gruppo Sbandieratori di Gubbio e per il musicista e compositore eugubino Maurizio Ceccarelli: all’Ambasciata d’Italia presso la Santa sede è stato presentato l’Inno della “Tromba Giubilare” composto da Ceccarelli, eseguito per la prima volta dai musici della Società Balestrieri di Gubbio insieme ai musici dei Bandieranti eugubini, guidati dai rispettivi Presidenti Marcello Cerbella ed il Prof. Giuseppe Sebastiani. La manifestazione era inserita nel concerto di Musica Sacra in preparazione al “Giubileo della Misericordia” dell’Accademia Ergo Cantemus “Coro ed Orchestra di Tivoli”, svoltosi nella stessa sede. A fare gli onori di casa l`Ambasciatore italiano in Vaticano, Daniele Mancini, legato da anni da un vincolo di amicizia con il gruppo dei bandieranti eugubini. Numerose le personalità di altre ambasciate presenti all`evento, e tra questi anche il Cardinale Giovan Battista Re, Decano del Sacro Collegio Cardinalizio. L’inno della “Tromba Giubilare” prevede un ensemble di 15 ottoni, 2 tamburi rullanti e 15 timpani per il quale il Prof. Ceccarelli si è ispirato ad un passo significativo del Vangelo in cui tutte le anime che entrano in Paradiso sono accolte da Angeli e squilli di trombe, che cantano ed inneggiano la vittoria del bene sul male. Lo squillo della “Tromba Giubilare” è stato preceduto dal benvenuto del Gruppo Sbandieratori di Gubbio, invitati ancora una volta dall’Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede Daniele Mancini, come già era avvenuto negli anni scorsi quando Mancini svolgeva il proprio ruolo prima in Romania e quindi in India. Un legame che si consoliderà ulteriormente il prossimo 9 gennaio quando l`ambasciatore sarà a Gubbio a ricevere il Premio Bandiera di Gubbio istituito dal gruppo Sbandieratori in collaborazione con il Comune. L`inno Giubilare invece sarà eseguito a Gubbio il prossimo 13 dicembre in occasione dell`apertura della porta santa alla chiesa di San Francesco: le immagini integrali della sua prima esecuzione andranno in onda lunedì 7 dicembre nel corso della diretta di "Link" dedicata alla cerimonia di accensione dell`Albero di Natale più grande del mondo (dalle 17.30 su Trg e www.trgmedia.it). 03/12/2015 19:11
Emanuela Aureli e' diventata mamma: il parto all'ospedale di PerugiaQuesta mattina l`attrice televisiva e cinematografica umbra Emanuela Aureli è diventata mamma di un bambino di nome Giulio, presso la struttura complessa di Ostetricia del S.Maria della Misericordia. Mamma e neonato (peso 3 kg) stanno bene. Il parto, programmato da qualche tempo, è avvenuto dopo un intervento chirurgico eseguito dal Prof. Giancarlo Di Renzo, che ha seguito tutta la gravidanza della donna, volto noto al pubblico televisivo anche per le straordinarie qualità di imitatrice. Nei giorni precedenti il parto l`attrice aveva dichiarato all`ufficio stampa dell`Azienda Ospedaliera di Perugia che il suo più grande desiderio era quello di far nascere il primogenito nella regione "dove sono nata e ho mosso i primi passi della mia carriera.Sia per la professionalità degli operatori sanitari, che per il confort non potevo fare scelta migliore di quella di Perugia" aveva sottolineato. Sempre nella giornata di oggi è previsto un collegamento dall`ospedale di Perugia con la trasmissione condotta da Barbara D`Urso su canale 5 alle ore 17; sono previsti interventi del personale medico ed infermieristico che ha assistito la Arcuri durante il parto. 03/12/2015 15:40
Gubbio: fervono i preparativi per il ‘Presepe vivente’ nel quartiere di San PietroFervono i preparativi per l’organizzazione del ‘Presepe vivente’ che le associazioni ‘Quartiere di San Pietro’ e ‘Insieme’, in collaborazione con altre realtà associative e di volontariato, stanno organizzando nelle vie della zona. Sarà pronto domenica 6 dicembre e proseguirà tutte le domeniche di dicembre, e il 24, 25 e 26 dicembre, nonché il 6 gennaio, dalle ore 17,30 alle ore 19,30. L’inaugurazione del Presepe, nella rinnovata Piazza di San Pietro, avverrà domenica 6 dicembre alle ore 17 alla presenza delle Autorità civili e religiose della città, e sarà subito dopo possibile visitare i luoghi del suggestivo allestimento, completato dalle botteghe delle arti e dei mestieri. Il corteo dei personaggi, preceduto dal Gruppo Sbandieratori prenderà le mosse dall’orto adiacente la Taverna dei Santantoniari, e poi, attraverso le vie del quartiere, raggiungerà Piazza San Pietro, dove è allestita la Natività. Le associazioni esprimono sin d’ora un vivo ringraziamento al sindaco Filippo Mario Stirati e all’amministrazione comunale, al Vescovo Mario Ceccobelli, agli Sbandieratori, all’associazione Presepe della Vittorina, a tutti coloro che con il loro contributo hanno reso possibile la realizzazione del Presepe, ma soprattutto agli abitanti del quartiere di San Pietro, che ancora una volta hanno dimostrato l’affetto e l’attaccamento per il loro quartiere e per la loro Città. 03/12/2015 08:43
Festa della cipolla "Winter Edition" a Cannara dal 4 all'8 dicembre"Quello che serve e` un riconoscimento, una certificazione e per questo abbiamo chiesto alla Regione di accelerare i tempi di questo processo, perche` questo e` un prodotto unico": lo ha detto il sindaco di Canara, Fabrizio Gareggia, nel corso della presentazione della Festa della cipolla "Winter Edition", in programma dal 4 all`8 dicembre. Presenti all`incontro, che si e` svolto ieri sera nel Teatro comunale Ettore Thesorieri di Cannara, anche la presidente dell`Assemblea legislativa dell`Umbria, Donatella Porzi, l`assessore comunale al turismo, Federico Bibi, e il presidente dell`Ente Festa cipolla di Cannara, Sandro Perugini. La presidente Porzi ha ricordato che l`assessore regionale competente sta lavorando alla certificazione europea per la cipolla di Cannara "perche` questo - ha osservato - e` un riconoscimento che puo` rappresentare la svolta per far diventare questo prodotto una bandiera della regione e non solo". "Dare ricchezza al territorio", questo riesce a fare la cipolla, hanno sottolineato l`assessore Bibi e il sindaco Gareggia. Il presidente dell`Ente Festa ha infine ricordato che sono gia` a quota 300 le prenotazioni per gustare i piatti a base di cipolla. "Una dato - ha commentato - che dimostra la grande attenzione che si sta creando anche per questa `Winter Edition`". A conclusione della presentazione si e` tenuta la cena inaugurale nello stand "Il Cortile Antico", l`unico che sara` aperto per questa edizione invernale.02/12/2015 11:53
Giubileo: il 13 dicembre apertura della Porta Santa della cattedrale di S.Lorenzo a PerugiaIniziera` domenica 13 dicembre, con l`apertura della Porta Santa della cattedrale di San Lorenzo, a Perugia, da parte del cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti, il programma diocesano del Giubileo straordinario della Misericordia. Porta giubilare di bronzo che, commissionata all`artista perugino Artemio Giovagnoni nel 2000, sara` poi chiusa, sempre dal cardinale, il 13 novembre 2016. Tutto a conclusione di un calendario di eventi "caratterizzati ogni volta dai quattro momenti del cammino, della penitenza, della preghiera e della carita`", come ha spiegato stamani il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti nel corso della presentazione del programma all`interno del palazzo arcivescovile.01/12/2015 16:24
Natale con gli Angels al Teatro Comunale di GubbioA due anni dallo strepitoso successo che aveva visto il coro protagonista di una serata di musica e cuore al Teatro Comunale di Gubbio con enorme apprezzamento del pubblico e della stampa, gli Angels, sempre sotto la direzione dell’incontenibile Giovanni Bartolini, tornano in scena per un nuovo concerto live che accompagnerà il pubblico in un viaggio spirituale nell’atmosfera natalizia. "Per il nostro concerto abbiamo scelto ancora una volta un periodo a ridosso delle festività natalizie perché crediamo che la nostra musica sia capace di regalare sensazioni di amore e pace, una sorta di abbraccio dell’anima.. o almeno per noi è così… La sfida quest’anno sarà doppia, perché per la prima volta proporremo un doppio concerto, sabato 12 e domenica 13 dicembre, per noi una possibilità in più per fare ciò che amiamo e godere delle emozione che ci regala e per tutti coloro che vorranno venire a sentirci un’alternativa, una serata in più per ascoltare il “canto della nostra anima”. Come due anni fa avremo il piacere di condividere questa splendida esperienza con l’orchestra dal vivo composta come al solito dai nostri amici e nel contempo artisti veri Lorenzo Cannelli al pianoforte e Mirco Capeci al basso, supportati ancora una volta dallo sposalizio blues –gospel di Maurizio Pugno (chitarra elettrica), Giuliano Bei (batteria), Alessandro Panfili (percussioni) e Bruno Erminero (organo Hammond). Ciliegina sulla torta quest’anno saranno i nostri ospiti: un artista “eugubino doc” che con la sua armonica a bocca fa sognare chi l’ascolta Riccardo Migliarini e una grande cantante nazionale, timbro rotondo e voce potente, che ci ha dato l’onore di essere con noi e condividere le nostre gioie.. Linda Valori. Appuntamento quindi sabato 12 e domenica 13 dicembre alle ore 21.15 al Teatro Comunale di Gubbio, due serate intense e ricche di patos che apriranno un periodo per noi denso di appuntamenti che ci vedranno protagonisti il 17 dicembre con il concerto all’Ospedale di Branca alle ore 15.30, il 27 dicembre concerto presso la Chiesa di Sigillo alle ore 17 e l’8 gennaio 2016 con il concerto di chiusura al Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino alle ore 21, per vivere insieme un Natale di vero “amore e musica”!"01/12/2015 12:47
Gubbio: torna la Novena dell'Immacolata a San Francesco. Diretta TRG1 (canale 111) Gubbio: inizia da stasera la Novena dell`Immacolata Concezione, Compatrona della città, presso la chiesa di San Francesco. Diretta da stasera sul canale TRG1 (canale 111), ogni sera fino al 6 dicembre, prima della solenne Concelebrazione dell`8 dicembre. Grande evento poi domenica 13 dicembre quando in occasione del Giubileo della Misericordia, sarà aperta la Porta Santa della Chiesa che sorge dove il Poverello venne accolto dagli Spadalonga.30/11/2015 13:03
Stasera ultima puntata di anteprima su "Albero di Natale di Gubbio" (ore 21.15 TRG)Ad una settimana esatta dalla cerimonia del prossimo 7 dicembre, andrà in onda stasera l`ultima puntata di anteprima "Aspettando l`Albero di Natale più grande del mondo di Gubbio" (ore 21.15 TRG): dalle immagini della presentazione, in conferenza stampa giovedì scorso, al repertorio di TRG con l`edizione 1994 fino alla clip ufficiale del 2015 che andrà in onda anche nei prossimi giorni come promo della diretta. Tante immagini, curiosità e novità anche questa sera, in attesa della diretta di lunedì prossimo quando, fin dalle 17.30, in un`edizione speciale di "Link", anche quest`anno TRG seguirà in diretta la cerimonia di accensione dell`Albero di Natale più grande del mondo di Gubbio, con ospiti in studio, collegamenti esterni dall`Italia e dall`estero e un filo diretto con la cerimonia di piazza 40 Martiri.30/11/2015 10:05
Gubbio: la stella dell'Albero più grande del mondo accesa per solidarietà con le vittime di FranciaPer una sera Gubbio ha potuto assaporare in anteprima il fascino del Natale. Stavolta però con lo sguardo e la mente rivolti in Francia dove si stavano svolgendo i funerali di stato delle vittime degli atti terroristici di Parigi del 13 novembre scorso. È così ieri sera la stella dell`Albero piu` grande del mondo si è accesa per solidarieta` con le vittime di Francia. Un gesto semplice con cui gli alberaioli eugubini hanno voluto testimoniare la propria vicinanza alle famiglie delle vittime. Lunedì` 7 dicembre poi torna come ormai di consueto la cerimonia dell`accensione dell`Albero che quest`anno vedrà la partecipazione dell`associazione di assistenza sanitaria internazionale "Medici senza frontiere".28/11/2015 12:15
Monte Cucco: arrivano i Mercatini di NataleSarà il volo dei Babbi Natale dal Monte Cucco che inaugurerà domani, alle 12 circa, i Mercatini di Natale nel cuore del Parco. Deltaplanisti e parapendisti voleranno vestiti da Babbo Natale per aprire la stagione natalizia 2015. Seguirà l’inaugurazione dei Mercatini di Costacciaro, dove per l’occasione, verrà inaugurato uno spazio espositivo all’interno e nel cortile del porticato di Palazzo Chemi, storico edificio già dimora dei Duchi di Montefeltro. La cantante Miriana Valli allieterà i presenti con canti classici e natalizi. I ristoratori dell’Associazione Operatori del Parco del Monte Cucco offriranno una degustazione delle loro migliori specialità, durante la quale si potranno assaporare castagne e vin brulè. Per questa edizione 2015, che si terrà nei giorni 28 e 29 novembre, Costacciaro si presenta con un volto nuovo: abbellita e risplendente di luci e decori natalizi, in grado di diffondere una nuova vitalità, degna della sua bellezza architettonica, storica e scientifica. Saranno aperti e visitabili monumenti e siti scientifici, le aule didattiche e il Museo delle Grotte. Nella sede dell’Università degli Uomini Originari si potranno ammirare preziose pergamene, le fonti storiche della Comunanza agraria, gli Statuti e gli atti di acquisto, disposti in ordine cronologico, dal più antico, risalente al XIII secolo, al più recente. Sarà aperto al pubblico anche l’antico frantoio del XVII-XVIII secolo, “il Montano”, perfettamente conservato ed ancora funzionante, dove saranno esposti i lavori delle mamme dei bambini delle scuole di Costacciaro. Sarà inoltre possibile prendere parte agli itinerari tematici realizzati con il contributo del Gruppo di azione locale (Gal) Alta Umbria, incentrati sulle peculiarità architettoniche del Castrum. In entrambe le giornate saranno effettuate dimostrazioni di manovre pediatriche salvavita per i bambini, a cura dei medici dell’Associazione Simeup di Roma. Il Mercatino è ricco di espositori di piccole opere d’arte di ogni genere, dalle ceramiche alle manifatture in stoffa, oggetti di artigianato, in carta, in legno, ecc.; una grande varietà di prodotti in grado di soddisfare tutti i gusti. In linea con lo spirito della festa, durante la manifestazione saranno in vendita Alberi di Natale il cui ricavato sarà destinato alla ricerca contro il cancro, in partenariato con il Comitato Airc dell’Umbria. Nello stesso fine-settimana, su prenotazione, si potrà visitare la grotta di Monte Cucco in compagnia di una guida molto speciale: Babbo Natale. Oltre a ciò, tanti giochi per i più piccoli, dolciumi, e addobbo dell’albero di Natale a Villa col de Canali nel pomeriggio del sabato. E le sorprese non finiscono qui. La rassegna natalizia proseguirà nei giorni 6-7-8 dicembre nel comune di Scheggia e PasceLupo, nel fine settimana 12-13 dicembre a Sigillo e il 19-20 dicembre nel borgo di Fossato di Vico.27/11/2015 16:52
Gubbio: domani è in programma 61° Festa del Donatore AvisCon il patrocinio del Comune, si terrà domani sabato 28 novembre la 61^ Festa del Donatore che avrà luogo presso l’Hotel Catignano, a partire delle ore 18. Oltre al sindaco Filippo Mario Stirati, interverranno il presidente dell’AVIS Gubbio Giorgio Meniconi, rappresentanti dell’AVIS regionale e provinciale, nonchè il presidente dell’Avis di Paese Rosanna Pestrin. Durante l’assemblea si svolgeranno inoltre le premiazioni con la consegna delle benemerenze agli Avisini; dell’attestato al Donatore più giovane del 2015; dell’attestato ‘Amico dell’Avis 2015’. A seguire, si terrà la cena sociale all`hotel Catignano.27/11/2015 15:27
Gubbio, stasera si accende la stella dell'albero più grande del mondo in ricordo delle vittime del terrorismoDa oltre duemila anni, la stella cometa è simbolo di speranza per tutte le genti. Ed ecco allora che stasera Gubbio accende la stella dell’Albero di Natale più grande del mondo, in memoria delle vittime di tutti gli attacchi terroristici delle ultime settimane. Dalla terra di San Francesco, nel giorno in cui la Francia ricorda con solennità le vittime della strage di Parigi, certi di interpretare i sentimenti di tutta la nostra comunità eugubina e umbra, i volontari del Comitato promotore illumineranno la stella cometa dell’Albero di Natale più grande del mondo per ricordare con la luce le vittime di quella barbarie ed essere vicini alle famiglie di tutti coloro il cui destino - lo scorso 13 novembre - ha incrociato a Parigi la pazzia omicida dei terroristi. Il pensiero dei volontari che da 35 anni disegnano la sagoma dell`abete luminoso va anche alle vittime delle azioni terroristiche in Libano, Tunisia, Egitto e Mali, solo per citare gli ultimissimi attentati in ordine di tempo. E a tutti coloro, in generale, che nel mondo stanno subendo le violenze dei gruppi integralisti jihadisti. Una luce di speranza quella dell’Albero di Gubbio per un domani in cui episodi terribili come quelli delle ultime settimane possano essere solo un bruttissimo ricordo. Dopo le accensioni degli ultimi anni, affidate a personaggi come papa Benedetto XVI, il Capo dello Stato Giorgio Napolitano e papa Francesco, quest`anno per la consueta cerionia del 7 dicembre testimonial dell’edizione 2015 dell`accensione sarà l’organizzazione internazionale Medici Senza Frontiere.27/11/2015 12:55
“Virgo Fidelis”: a Spello la commemorazione della Patrona dei CarabinieriLa città di Spello si prepara ad accogliere la Commemorazione della “Virgo Fidelis” in programma per domenica 29 novembre. L’iniziativa, promossa dall’Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione di Foligno, unitamente all’Arma in Servizio e con il patrocinio del Comune di Spello, è un momento molto sentito all’interno di tutta la Grande Famiglia dell’Arma dei Carabinieri, che iniziò il culto alla Madonna "Virgo Fidelis" subito dopo l`ultimo conflitto mondiale. La scelta della Madonna "Virgo Fidelis", come celeste Patrona dell`Arma, si ispira alla fedeltà di ogni soldato che serve la Patria con il motto "Nei secoli fedele”; una scelta, sancita ufficialmente nel 1949 da Sua Santità Pio XII che la proclama “Patrona dei Carabinieri". La commemorazione inizierà alle 11.00 con la Celebrazione Eucaristica nella Chiesa di Santa Maria Maggiore e proseguirà alle 12.15 nella Sala dell’Editto del Palazzo Comunale con la cerimonia di Consegna degli attestati di benemerenza agli Appartenenti all’Associazione Nazionale Carabinieri di Foligno che si sono distinti per impegno ed attaccamento all’Arma, al Sodalizio ANC ed ai valori che rappresenta. 27/11/2015 12:42
Due presepi artistici da Assisi al QuirinaleSaranno due opere presenti nella collezione del Museo Prosperi di Assisi a rappresentare l’Umbria nell’esposizione di presepi che sarà allestita al Palazzo del Quirinale in occasione delle prossime festività, dal prossimo 8 dicembre al 6 gennaio 2016. “L’iniziativa del Presidente della Repubblica Mattarella, - ha affermato l’assessore regionale alla cultura Fernanda Cecchini - è stata accolta molto positivamente dalle Regioni. L’esposizione dei presepi, provenienti dalle singole realtà regionali, avviene in concomitanza, tra l’altro, con i tradizionali scambi di auguri del Capo dello Stato con il Corpo Diplomatico accreditato e con le Alte Magistrature della Repubblica. Per questo motivo, i presepi verranno esposti lungo il percorso che gli ospiti compiono per recarsi nelle sale di rappresentanza del Quirinale e, anche se non sarà aperta al pubblico, la mostra avrà rilevanza mediatica sul sito del Quirinale. La scelta dell’Umbria – ha proseguito l’assessore è caduta su due opere presenti nella collezione del Museo Prosperi di Assisi: “San Francesco istituisce il Presepio” (1969) dello scultore assisano Francesco Prosperi (1906-1973), e “Presepio” (1950) di Laura Prosperi, moglie del predetto. Abbiamo infatti considerato che non essendoci una tipologia di presepe tipico “umbro”, la maggior parte delle numerose mostre di presepi che si tengono in Umbria è composta da manufatti provenienti da tutte le parti d’Italia e del mondo ed i presepi più conosciuti sono di grandi dimensioni e complessità (e proprio per questo sono rinomati) non adatti ad essere replicati in piccole superfici, come quella che ci viene messa a disposizione nel Palazzo del Quirinale. Abbiamo scelto dunque di testimoniare e ricordare come l’Umbria, attraverso San Francesco che ne fu il primo ideatore, ha un forte legame con lo spirito della rappresentazione della Natività ed è stata dunque quasi una scelta obbligata la selezione di due presepi molto semplici, anche stilizzati, realizzati con materiali “poveri” e ispirati alla spiritualità francescana. Francesco di Assisi, nel Natale del 1223 a Greccio, per la prima volta mette in scena la rappresentazione della Natività. Da questo gesto di amore e insieme di umiltà – ha sottolineato l’assessore - nasce la tradizione del Presepe, che la Regione Umbria intende ricordare in questa mostra proprio nel segno francescano, in due momenti intimamente legati, che ricordano l’uno la prima ispirazione del Poverello di Assisi e l’altro il perpetuarsi della devozione popolare”.27/11/2015 11:32
Gubbio: concorso fotografico "Bella", foto da inviare entro il 1° dicembreUn giorno molto importante quello del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, un`occasione significativa per parlare delle tematiche che ruotano attorno al mondo della donna e della sua tutela. L’associazione Terracomunica ha indetto per l’occasione un concorso fotografico a titolo "Bella", per prender parte in maniera attiva alla campagna internazionale di sensibilizzazione e dare il proprio contributo concreto per sostenere le tematiche della donna. Il concorso nasce dalla riflessione sulle problematiche quotidiane del mondo della donna, con la speranza di porre l`attenzione, attraverso il mezzo fotografico, sulla bellezza dell’intero universo femminile, sia esteriore che interiore; un universo emotivo e fisico che va tutelato da tutte le forme di violenza, psicologiche o fisiche che siano. La fotografia è uno dei mezzi espressivi con i quali si può comunicare direttamente e cercare di valorizzare con un`immagine un intero mondo interiore, favorendo un invito alla riflessione e all`osservazione di tutti gli elementi che caratterizzano la donna. Il concorso fotografico, aperto a tutti, prevedeva la realizzazione da uno a cinque scatti rappresentativi dell’universo della donna, eseguiti nelle 24 ore del 25 novembre, proprio per porre un’attenzione maggiore su questa giornata con una partecipazione attiva, creando un’occasione per riflettere sulle problematiche della donna. Le foto vanno poi inviate entro l’1 dicembre all’indirizzo concorso@terracomunica.com e i migliori 15 scatti saranno esposti in una mostra, la quale prevede la premiazione della foto vincitrice nell`ultima giornata di esposizione. L’associazione Terracomunica, si occupa dalla sua nascita di promuovere ed organizzare eventi formativi e culturali, sempre attenti alle tematiche sociali e con un approccio che mette al centro la persona. Per maggiori informazioni si invita a visitare il sito terracomunica.com alla sezione concorso “bella”.26/11/2015 16:48
Accensione Albero Natale piu' grande del mondo: oggi la presentazione della cerimonia del prossimo 7 dicembreFervono gli ultimi preparativi per la cerimonia di accensione dell’Albero di Natale più grande del mondo, realizzato a Gubbio - sull’intero versante sud del monte Ingino - dal 1981. I dettagli della cerimonia di accensione sono stati illustrati questa mattina in conferenza stampa, nella sala degli Stemmi, alla presenza del sindaco Filippo Mario Stirati, del presidente del Comitato “Albero di Natale più grande del mondo”, Lucio Costantini e di Lucia Angeloni. «Il 7 dicembre si accenderà di nuovo l’Albero – ha ricordato Costantini – grazie a quanti hanno collaborato per l’allestimento, un gruppo che è cresciuto nel tempo e si è arricchito di giovani, lavorando in collaborazione ed amicizia. Testimonial 2015 della cerimonia di accensione dell’Albero sarà Medici Senza Frontiere, che verrà rappresentata da Miguel Lupiz, membro del consiglio direttivo dell’organizzazione umanitaria. Alla cerimonia ci saranno gli Sbandieratori, i figuranti del Corte Storico e la figura di Babbo Natale per far sì che anche i bambini siano coinvolti in un evento con forte risonanza mediatica, tante infatti le visualizzazioni sui social netwok». Il sindaco Stirati ha espresso gratitudine e apprezzamento nei confronti del presidente del Comitato e dei tanti volontari che hanno lavorato per l’allestimento. «L’Albero è diventato un vero simbolo per la nostra città – ha dichiarato il sindaco Stirati – una testimonianza di coesione, solidarietà e valori che si trasmettono ai giovani e si proiettano in futuro. La scelta di affidare l’accensione a Medici Senza Frontiere è appropriata e rende onore alla città. Tante, inoltre, le iniziative e gli eventi che si terranno durante il periodo natalizio e fino al 10 gennaio che rappresentano un’ opportunità promozionale». L’evento inizierà alle ore 18 in Piazza 40 Martiri e nell’occasione, Gubbio potrà lanciare un messaggio globale sui temi della pace, del dialogo e dell’incontro tra culture, religioni e razze diverse, in un momento assai delicato e complesso per l’intero pianeta. Lupiz, infatti, è appena rientrato in Italia dall’ospedale di MSF a Kunduz in Afghanistan, dove lavorava come infermiere, quando la struttura sanitaria è stata bombardata nell’ottobre scorso, provocando almeno 30 morti, tra cui 14 operatori dell’organizzazione. Lo stesso Miguel ha subito raccontato la realtà dell’ospedale di Kunduz, mettendo in evidenza che era principalmente specializzato in traumi: l`alta qualità della chirurgia, specialmente ortopedica, ha permesso di operare circa 6000 interventi nel 2014, per un totale di 22-24.000 pazienti negli ultimi 5 anni. Lo staff internazionale era composto da un minimo di 12 a un massimo di 20 persone, affiancato da circa 200 colleghi afgani. A Lupiz e a Medici Senza Frontiere, a ricordo dell’evento del 7 dicembre, sarà consegnato come consuetudine un prodotto del migliore artigianato artistico eugubino: quest’anno si tratta di una ceramica realizzata da Lucia Angeloni e lustrata da Maurizio Tittarelli Rubboli che interpreta in maniera concettuale e simbolica il tema dell’Albero di Natale. «Il gomitolo rappresenta il cavo di luce e indica il lavoro di tanti alberaioli – ha precisato Lucia Angeloni nell’illustrare il dono – un modo per valorizzare tutto l’impegno che vi è dietro ad un’opera». Anche quest`anno la cerimonia sarà trasmessa in diretta televisiva su TRG e in streaming su www.trgmedia.it.26/11/2015 15:00
Assistenza sanitaria convenzionata: Euromedica poliambulatorio entra nel circuito UnisaluteImportante novità nel comprensorio Eugubino-Gualdese per i lavoratori dipendenti e i professionisti ai quali si applicano i C.C.N.L. dei settori Terziario, Turismo, delle Aziende Farmaceutiche Speciali e delle Aziende Ortofrutticole e Agrumarie (iscritte al FONDO EST), Studi Professionali (iscritti al CADIPROF), Aziende artigiane (iscrtitte al SANARTI), Banche ed Assicurazioni, altre tipologie aziendali (iscritte ad altri fondi, ad es. Altea). Da oggi infatti è più semplice usufruire dell`Assistenza medico-sanitaria garantita dal proprio fondo di appartenenza, grazie alle nuove convenzioni stipulate da Euromedica poliambulatorio, presente a Gubbio da oltre 20 anni, con la nuova sede in via dell`Arboreto, e da oggi unico poliambulatorio nel comprensorio Eugubino-Gualdese convenzionato con i principali fondi sanitari integrativi. Si tratta dei fondi che garantiscono ai propri aderenti prestazioni sanitarie a prezzi particolarmente agevolati, forti di una copertura (in alcuni casi, anche integrale) dei costi sanitari da parte dell`ente di riferimento. Per sapere se si è coperti, è necessario verificare nella propria busta paga o presso l`associazione di categoria di riferimento o presso gli uffici paghe aziendali interni od esterni o se ciò è previsto nel proprio CCNL. Anche per alcune categorie di pensionati, in determinati casi la copertura di cui si è beneficiato durante l`attività professionale, viene estesa anche al periodo della pensione. La convenzione, in forma diretta e indiretta, si applica agli assistiti di UniSalute per le prestazioni ambulatoriali. Per prenotare è necessario contattare la centrale operativa di UniSalute. www.unisalute.it (numero verde 800 016648). La convenzione, in forma diretta, si applica anche agli assistiti di Previmedical per le prestazioni ambulatoriali. Per prenotare è necessario contattare la centrale operativa di Previmedical. www.previmedical.it (numero verde 800 955996) Il progetto Euromedica dunque cresce: la convenzione con il circuito Unisalute rappresenta un nuovo tassello nel cammino di sviluppo delle attività medico-sanitarie, di prevenzione e assistenza, nelle visite specialistiche e nella diagnostica sul territorio. Una nuova opportunità che consentirà a intere categorie professionali di poter usufruire di servizi immediati, a condizioni particolarmente vantaggiose e con refertazione in tempi rapidi. 26/11/2015 11:18
Banda Umbertide in Vaticano: è una delle 34 formazioni presenti a Roma La pioggia ha fermato la tradizionale sveglia di Santa Cecilia ma non l`entusiasmo della banda “Città di Umbertide” che domenica scorsa, nel giorno dedicato alla protettrice dei musicisti, ha avuto l`onore di suonare in Vaticano al cospetto di Papa Francesco. La banda di Umbertide è stata infatti una delle 34 bande musicali provenienti da tutta Italia che domenica mattina si sono ritrovate in Piazza San Pietro per le celebrazioni per il 60esimo anniversario dalla fondazione dell`Anbima – Associazione nazionale bande italiane musicali autonome. Così i musicisti della banda insieme al maestro Galliano Cerrini e al sindaco Marco Locchi che ha voluto partecipare all`evento, sono partiti alla volta di Roma dove sono stati accolti dalla banda Pontificia. Poi in Basilica oltre mille musicisti hanno accompagnato la santa messa officiata dal cardinale Angelo Comastri e il coro della Diocesi del Vaticano diretto da mons. Marco Frisina; divise per strumenti le 34 bande hanno formato un unico grande complesso musicale dando vita ad uno spettacolo unico ed emozionante. Terminata la santa messa, le bande hanno dato prova della loro bravura in piazza San Pietro, eseguendo ognuna alcuni brani, e come sempre la banda “Città di Umbertide” ha stupito e divertito i presenti presentando un repertorio ricco e variegato che ha visto anche la commovente esecuzione della Marsigliese, in omaggio alle vittime degli attentati di Parigi. Quindi la banda ha preso parte all`Angelus di Papa Francesco per poi riprendere la strada per Umbertide dove ha terminato in bellezza la giornata sfilando per le vie della città e proponendo una sorta di versione pomeridiana della sveglia di Santa Cecilia che, sia per i concomitanti impegni in Vaticano che per il maltempo, quest`anno non è stato possibile eseguire.25/11/2015 18:02
Gubbio: incontro in teatro per i più giovaniIl Teatro Stabile dell’Umbria e il Comune di Gubbio quest’anno hanno voluto inserire nella proposta teatrale due appuntamenti dedicati ai più giovani, il primo dal titolo ‘È arrivato un gommone carico di europei’ è previsto venerdì 27 novembre, alle ore 10, al Teatro Comunale Luca Ronconi. E’ un testo di Marco Renzi per approfondire il tema dell’immigrazione, della felicità e della stabilità economica, vincitore del concorso “Schoolyard Stories - Concorso Platform 11+”. Lo spettacolo, al quale parteciperanno i ragazzi delle Scuole medie, è interpretato da Stefano Braschi e Carlo Rossi ed è prodotto da Elsinor Teatro Stabile di Innovazione, una compagnia che da trent’anni si occupa di produzioni di teatro per l’infanzia e la gioventù. La Stagione di Prosa del Teatro Luca Ronconi di Gubbio prosegue poi martedì 1 dicembre, alle 21, con un appassionante testo teatrale di Claudio Fava, Mar del Plata gli “angeli del rugby” che sfidarono il regime argentino. In scena un numeroso cast formato da Claudio Casadio, Giovanni Anzaldo, Fabio Bussotti, Andrea Paolotti, Tito Vittori e Edoardo Frullini, Fiorenzo Lo Presti, Giorgia Palmucci, Alessandro Patregnani, Guglielmo Poggi, diretti da Giuseppe Marini. Lo spettacolo racconta una storia vera, quella della squadra La Plata Rugby, un gruppo di ragazzi che alla fine degli anni ’70, nell’Argentina della dittatura dei colonnelli, venne decimato dalla ferocia dei militari di Videla ma che rimase in campo a giocare fino alla fine del campionato. Raul Barandiaran, l’unico sopravvissuto a quella tragedia, ancora oggi è il testimone vivente della squadra che decise di correre contro la violenza e l’oppressione, tenendo stretta al petto la palla ovale, a perenne testimonianza di questo nobile sport nel quale “una volta sceso in campo non puoi fuggire o nasconderti, devi batterti con coraggio, lealtà e altruismo”. “La prima volta che andai in Argentina – racconta Claudio Fava - la memoria di molte cose accadute era ancora intatta. Cose accadute laggiù, a Buenos Aires, dove la storia si era fermata su quell’elenco interminabile di nomi cancellati dalla vita e dal lutto, desaparecidos, ammazzati senza nemmeno il diritto a portarsi la propria morte addosso. Ma anche cose accadute quaggiù, in Italia, dove un’altra guerra e un altro nemico che non facevano prigionieri s’erano portati via, assieme a tanti altri, anche mio padre. Mi era sembrato un viaggio necessario: imparare che nessun luogo è il centro del mondo. Si moriva in Argentina come in Sicilia perché una banda di carogne regolava in questo modo i propri conti con i dissidenti. Pensarla storta, fuori dal coro, era un peccato imperdonabile. A Buenos Aires come a Catania. Negli anni ho imparato a raccontare quei morti con le parole dei vivi, le madri di Plaza de Mayo, le vedove di via d’Amelio… Ho provato a immaginare com’erano vissuti e perché avevano fatto quello che scelsero di fare. Non serviva a consolarsi ma a capire che dietro ogni violenza, a Buenos Aires come a Palermo, non c’era mai fatalità ma un pensiero malato, l’osceno sentimento del potere, l’avidità, il desiderio di impunità, la menzogna… In questo, Jorge Rafael Videla e Nitto Santapaola si rassomigliano. E si rassomigliano anche i loro morti. I ragazzi di Mar del Plata mi sono venuti incontro così, quasi per caso. Tutti morti, un solo sopravvissuto: Raul. Non aveva mai raccontato la sua storia. Nemmeno quando il regime dei militari era crollato come un castello di carte. Essere rimasti vivi, sopravvissuti al male, è sempre un peso insopportabile, il segno di una colpa che non esiste ma che ti covi dentro come un’ulcera. Succedeva agli scampati di Auschwitz, successe anche ai superstiti della mattanza argentina. Ho provato a immaginare i pensieri e i gesti di quei ragazzi che scelsero di restare e di morire. Ho cercato di riannodare i fili invisibili che legano vite lontane tra loro: i giovani agenti di Paolo Borsellino che rinunciano alle ferie per far da scorta al loro giudice, i giovani rugbisti di Mar del Plata che rinunciano a trovare rifugio in Francia pur di giocarsi fino all’ultima partita il loro campionato… II nome di Raul, il sopravvissuto, l’ho conservato. Gli altri, carnefici e vittime, li ho ribattezzati: volevo che ciascuno di loro portasse in questo teatro qualcosa in più della propria storia, qualcosa in più della propria morte. Perché alla fine poco importa che quei ragazzi fossero argentini o siciliani. Importa come vissero. E come seppero dire di no.”Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita. E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.25/11/2015 15:13
Cannara: edizione invernale per la festa della cipollaDopo il grande successo della 35/a edizione, la Festa della cipolla di Cannara torna anche in inverno con un`edizione speciale, la "Winter edition", organizzata. Dal 4 all`8 dicembre, sarà lo stand "Il Cortile Antico", dove collaboreranno tutti i volontari della festa, a proporre un menù invernale dedicato ad una delle eccellenze dell`Umbria. A disposizione il locale della taverna - al chiuso, riscaldato ed aperto a pranzo e a cena anche su prenotazione - con 400 coperti.25/11/2015 14:09
Miguel Lupiz ("Medici senza frontiere") accendera' l'Albero di Gubbio: domani conferenza stampa presentazioneFervono gli ultimi preparativi per la cerimonia di accensione dell’Albero di Natale più grande del mondo, realizzato a Gubbio - sull’intero versante sud del monte Ingino - dal 1981. Domattina - giovedì 26 novembre, alle ore 11 nella Sala degli Stemmi della residenza comunale in piazza Grande - ci sarà la conferenza stampa di presentazione dell’evento, alla presenza del presidente del Comitato “Albero di Natale più grande del mondo”, Lucio Costantini, del sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati, e del vescovo, mons. Mario Ceccobelli. Come annunciato nei giorni scorsi, il testimonial 2015 della cerimonia di accensione dell’Albero sarà “Medici senza Frontiere”. Il 7 dicembre a Gubbio verrà rappresentata da Miguel Lupiz, membro del consiglio direttivo dell’organizzazione umanitaria. Grazie alla sua presenza, Gubbio potrà lanciare un messaggio globale sui temi della pace, del dialogo e dell’incontro tra culture, religioni e razze diverse, in un momento assai delicato e complesso per l’intero pianeta. Lupiz, infatti, era appena rientrato in Italia dall’ospedale di MsF a Kunduz in Afghanistan quando la struttura sanitaria è stata bombardata nell’ottobre scorso, provocando 16 morti, tra cui 9 operatori dell’organizzazione. Lo stesso Miguel aveva subito raccontato la realtà dell’ospedale di Kunduz, mettendo in evidenza che era principalmente specializzato in traumi: l`alta qualità della chirurgia, specialmente ortopedica, aveva permesso di operare circa 6000 interventi nel 2014, per un totale di 22-24.000 pazienti negli ultimi 5 anni. Lo staff internazionale era composto da un minimo di 12 a un massimo di 20 persone, affiancato da circa 200 colleghi afgani. A Lupiz e a “Medici senza Frontiere”, a ricordo dell’evento del 7 dicembre, sarà consegnato come consuetudine un prodotto del migliore artigianato artistico eugubino: quest’anno si tratta di una ceramica realizzata da Lucia Angeloni e lustrata da Maurizio Tittarelli Rubboli che interpreta in maniera concettuale e simbolica il tema dell’Albero di Natale.25/11/2015 12:10
Gli studenti di Citerna raccontano la Prima Grande Guerra Venerdì alle ore 21.00 presso il Nuovo Cinema Smeraldo di Pistrino i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di I grado di Citerna presenteranno i lavori che hanno realizzato nel corso del primo trimestre dell’anno scolastico 2015/2016 a completamento di un ampio programma didattico incentrato sul Centenario della Prima Guerra Mondiale avviato a febbraio 2015 con l’amministrazione comunale, in particolare con l’assessore alle Politiche Culturali Giulia Gragnoli. Sicuramente un obiettivo ambizioso, quello di sapere trasferire a distanza di 100 anni concetti di un’epoca passata e la loro drammaticità ai ragazzi della scuola. Bambini e guerra non vanno d’accordo, sicuramente occorre saperli prendere per mano, poichè non è facile raccontare ai più piccoli la guerra che fu dei loro bisnonni senza ingannarli. Per questo l’amministrazione ha dato la sua massima disponibilità, per realizzare lezioni diverse e partecipate, esclusivamente dedicate alla Grande Guerra. Sono stati aperti alle scuole gli spazi comunali che conservano un patrimonio culturale storico ricco di informazioni, dall’archivio storico all’ufficio anagrafe, con la guida dell’archivista Vittorio Angeletti e sono stati forniti video come “la Ballatta della Grande Guerra” di Piumini e videodocumentari dello storico locale Alvaro Tacchini che ha inoltre offerto al corpo docente il suo contributo fattivo attraverso la donazione di lettere e scritti dei bisnonni degli alunni. Venerdì sera sarà un’occasione cittadina per ricordare quanto accaduto nel territorio altotiberino in particolare quello del Comune di Citerna e non fare dimenticare anche alle più giovani generazioni il prezzo della libertà di cui oggi possiamo godere. Saranno proprio i lavori di chi ha occhi genuini di infanti a ricordarcelo e a ricordare. 25/11/2015 09:34
Gubbio: fine settimana denso di appuntamenti per la Famiglia dei SantantoniariFine settimana denso di appuntamenti per la Famiglia dei Santantoniari. Si inizia sabato 28, come tutti gli anni nell` ultimo sabato del mese di novembre, verrà celebra la messa in ricordo dei ceraioli defunti. L`appuntamento è alle ore 18 presso la Chiesa dei Neri, a celebrare la messa sarà il cappellano della Famiglia Don Marco Cardoni. Nel corso della funzione verrà ricordato in particolare il Santantoniaro Francesco Rampini prematuramente scomparso a seguito di un incidente stradale nel 2012. Domenica ci sarà l` Assemblea Ordinaria dei Soci alle 9.30 presso la taverna di Via Fabiani per approvare il bilancio consuntivo e quello preventivo per l’esercizio 2015-2016.24/11/2015 16:18
Quinto fine settimana di Frantoi Aperti in UmbriaSta per concludersi in Umbria Frantoi Aperti, la manifestazione regionale che quest’anno è alla sua 18° edizione, tra borghi e frantoi dell’Umbria. Questo ultimo fine settimana, 28 e 29 novembre 2015, i borghi medievali ad essere animati dalle iniziative autunnali saranno: Assisi con la prima edizione della benfinita di UNTO (Unesco, Natura, Territorio, Olio) al Castello di Beviglie, Giano dell’Umbria con la XX° “Rievocazione della Festa della Frasca”, Castiglione del Lago con “La festa dell’Olio”, Valtopina con la XXXV° edizione della “Mostra Mercato del Tartufo e dei prodotti tipici” e Spoleto con “Frantoi Aperti a Spoleto”.24/11/2015 16:03
Nocera U.: presentazione del XIII censimento degli immigrati con tutti i dati e le criticità dell'eugubino-gualdeseMeno posti di lavoro, meno stranieri presenti nell`eugubino-gualdese. Il circolo Acli Ora et Labora di Fossato di Vico propone il XIII Censimento degli Immigrati nel territorio. Aggiornato al 30 settembre 2015, il rapporto sarà presentato al pubblico venerdì 27 novembre alle 17 nella sala conferenze del Museo Archeologico a Nocera Umbra (Via San Rinaldo 9). Oltre ai dati su presenza degli stranieri residenti e incidenza nelle scuole, quest`anno la ricerca si arricchisce di un nuovo fattore: l`impresa e soprattutto l`occupazione degli stranieri dal 2005 al secondo trimestre 2015, quando si ritrova praticamente dimezzata. La ricerca riguarda il territorio dell’Alta Umbria nei comuni di Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Nocera Umbra, Scheggia e Pascelupo, Sigillo e Valfabbrica e Il programma del convegno, presieduto da Ladis Kumar, presidente provinciale delle Acli di Perugia, prevede la presentazione della ricerca con Sante Pirrami dello staff dell`Acli Ora ed Labora, le riflessioni e i saluti di Giovanni Bontempi, sindaco di Nocera Umbra, e di monsignor Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi, Nocera e Gualdo Tadino, con i quali si aprirà un confronto insieme agli altri amministratori del territorio e ai dirigenti scolastici che interverranno. Dunque è in calo la popolazione straniera, che seguendo un trend che va consolidandosi, nell`ultimo anno è ancora diminuita, registrando un -3,3% e attestandosi a 5.639 unità, ovvero l`8,7 dei residenti totali, con un`incidenza in calo dello 0,2%. Se gli stranieri provenienti dall`Albania (-2,3%) costituivano la prima etnia, oggi sono stati scavalcati dai romeni (il 21,1% degli immigrati totali). Per quanto riguarda le scuole, la media degli alunni stranieri degli otto comuni si attesta al 13,4% sul totale delle iscrizioni e i dati confermano che Fossato di Vico ha una presenza elevata di studenti stranieri, raggiungendo in media la quota di 1 studente su 4, segue Nocera Umbra con il 20,9% (-2% rispetto al 2014), incidenza che comprende gli studenti della scuola superiore. Vista la congiuntura economica negativa, durante l`incontro sarà trattato il tema “Le nuove sfide: immigrazione, economia e situazione sociale”. A introdurre l`argomento l`esperta avv.to Mascia Salvatore dello staff del portale immigrazione stranieriinitalia.it e Marco Vinicio Guasticchi, vicepresidente del consiglio regionale dell`Umbria, ai quali seguiranno interventi liberi.24/11/2015 08:16



Utenti online:      325


Newsletter TrgMedia
Twitter

Facebook