Skin ADV

Festa dei Ceri: corsa perfetta in un clima di euforia collettiva. Gubbio bellissima onora Sant'Ubaldo

Riparte il conto alla rovescia: meno 364 giorni alla prossima Festa dei Ceri.

“Quassù sotto il Cero non si arriva da soli. Solo uniti si superano le difficoltà, solo con la fatica si raggiunge la meta”.

Lancia questo messaggio il vescovo di Gubbio Luciano Paolucci Bedini ai ceraioli che alle ore 20 del 15 maggio sono ormai arrivati tutti in Basilica per l’omaggio finale al patrono Sant’Ubaldo.

La giornata è stata lunga, entusiasmante, faticosa nei suoi tratti di corsa, ma ha saputo degnamente rinnovare dall’alba al tramonto la sua storia, stampando la soddisfazione per quanto vissuto nei volti dei capodieci al momento in cui, in piedi sopra la barella, all’interno del chiostro della Basilica, salutano festanti i ceraioli e poi in chiesa cantano “O lume della fede”.

Corsa bellissima quella pomeridiana per i Ceri di Gubbio. Arriva con passo affrettato, quasi di corsa, anche il vescovo Paolucci Bedini alla testa di via Savelli dove sono fermi i ceraioli per attendere la benedizione: la processione si è prolungata di qualche minuto, le 18 sono già scoccate, bisogna allungare il passo per non partire in ritardo rispetto all’orologio della tradizione. I Ceri si lanciano nella “folle” corsa lungo la Calata dei Neri e da lì fino alla prima sosta infondo ai “Ferranti” è un tragitto perfetto, scandito dai cambi delle mute eseguiti con perfezione millimetrica. Il secondo tratto è lungo, duro per quel “sali e scendi” che si presenta ai ceraioli: prima la discesa dei Ferranti, poi le faticose interminabili “salara” e ’”ospedale”, per infilarsi dentro il quartiere San Martino e da lì, lungo l’erta di via dei Consoli, spingere in salita. Si arriva all’imbocco di Piazza Grande, tutto assolutamente perfetto, come perfette sono le “birate “ della sera, all’ombra del campanone che suona a spianata, per poi imboccare via XX settembre. Qui da annotare  una “penduta” del cero di Sant’Antonio che si rianima tuttavia immediatamemte e prosegue la corsa. I due buchetti, stretti budelli che si arrampicano in salita e costringono i ceraioli a sforzi fisici importanti senza l’aiuto accanto dei loro “braccieri” per mancanza di spazio, sono consumati nel giro di una manciata di minuti: le immagini della diretta TRG – Arancia Live, riprese dal drone, mostrano una suggestiva visione del secondo buchetto da dove spuntano solo le teste dei Santi tra le mure civiche della città e che sembrano salire per proprio conto tra orti e boschi del monte Ingino. Ci si ferma alla Porta Sant’Ubaldo più di mezz’ora per recuperare le forze e sistemare le mute lungo gli stradoni; alle 19.49 si riparte e in meno di dieci minuti i Ceri sono davanti alla porta della Basilica. San Giorgio è a un’incollatura da Sant’Ubaldo: fibrillazione di chi guarda per la possibilità concreta di poter, questa volta, infilare la testa del Cero tra le ante del portone e impedire ai Santubaldari di chiuderlo, ma alla fine sono quest’ultimi ad avere la meglio e la porta si chiude lasciando i ceraioli di San Giorgio e Sant’Antonio ad attendere sulla scalea.

Una giornata intensa, baciata dal sole che ha spazzato nubi all’orizzonte di pioggia: il 15 maggio va agli archivi della storia; Gubbio, bellissima tutta addobbata di drappi e con le vie popolate di canti, tavoli dove banchettare, taverne dove ritrovarsi, fa ripartire il conto alla rovescia: meno 364 giorni alla prossima Festa dei Ceri.

Gubbio/Gualdo Tadino
16/05/2024 09:33
Redazione
Festa dei Ceri: l'alzata in Piazza Grande, le girate della mattina e i capitani estratti per il 2026. Si attende ora la Corsa. Diretta Trg ore 17.30
Gubbio si è svegliata all`alba per questo 15 maggio, come fa da sempre, seguendo un rituale che dalle 4.30 di questa mat...
Leggi
Sir Susa Vim Perugia: ufficiale l'innesto dello schiacciatore giapponese Yuki Ishikawa
La Sir Susa Vim Perugia comunica con grande soddisfazione l’acquisto per le prossime due stagioni dello schiacciatore gi...
Leggi
Festa dei Ceri: stasera il "doppio" del Campanone (diretta Trg ore 18.50), domani la lunga diretta dalle ore 7.30
Sarà la voce del Campanone ad accendere stasera la vigilia della Festa dei Ceri: dalle ore 19 si rinnova il tradizionale...
Leggi
Collocato il nuovo impalcato del cavalcavia E45 a Promano
E` stato collocato dall`Anas, durante la notte, il nuovo impalcato del cavalcavia che sovrappassa la E45 a Promano. L`op...
Leggi
C.Castello: entra nel vivo il cantiere per la realizzazione della rotatoria del Cassero
Entra nel vivo il cantiere per la realizzazione della rotatoria del Cassero. Da domani, mercoledì 15 maggio, il traffico...
Leggi
Gualdo Tadino: discipline Stem per lo sviluppo della fascia appenninica
Sabato 18 maggio dalle 9 alle 13,30 avrà luogo la quarta edizione della Palestra Digitale, manifestazione ideata nel 202...
Leggi
Umbertide: il Circolo “G. Di Vittorio”, concluso il terzo ed ultimo job shadowing che ha visto una delegazione di docenti in visita a Corfù
La scuola primaria Di Vittorio continua a puntare su una formazione che guarda al panorama europeo, di recente infatti, ...
Leggi
Per i detenuti del carcere di Capanne formazione per lavorare nell'edilizia
Realizzare percorsi formativi e accompagnare al reinserimento lavorativo nel settore dell`edilizia i detenuti del carcer...
Leggi
A Gualdo Tadino il 18 e 19 maggio è Buongiorno Ceramica
Sabato 18 e domenica 19 Maggio torna a Gualdo Tadino Buongiorno Ceramica, la manifestazione organizzata da AiCC – Associ...
Leggi
Gdf Perugia: frode IVA per 2,5 mln di euro su 500 supercar vendute in Umbria. Sanzioni fino a 9 mln di euro
Una presunta evasione dell`Iva per 2,5 milioni di euro da parte di una società con sede legale nel folignate operante ne...
Leggi
Utenti online:      183


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv