Skin ADV

Successo di pubblico per l'incontro ‘Dante, Federico II e Gubbio’

Successo di pubblico per l'incontro ‘Dante, Federico II e Gubbio’ in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante.

Una sala gremita da un pubblico attento ha seguito venerdì scorso 19 novembre nell’ex Refettorio della Biblioteca Sperelliana, le ‘conversazioni’ sul tema ‘DANTE, FEDERICO II E GUBBIO’, proposte dall’ “ASSOCIAZIONE UMBRA FEDERICO II DI SVEVIA HOHENSTAUFEN”, nell’ambito delle innumerevoli iniziative nazionali per i 700 anni dalla morte di Dante. L’incontro introdotto e coordinato da Calogero Alessi presidente dell’associazione ‘Federico II’, ha evidenziato gli stretti legami che collegano Gubbio al Sommo Poeta e all’imperatore di Svevia. Alessi ha messo in evidenza collaborazioni e contributi del sodalizio, nato a Perugia nel 2018 e già distintosi per vari convegni e prestigiosi riconoscimenti, grazie all’impegno di storici e appassionati studiosi con interessi e obiettivi comuni, sostenuti anche grazie alla generosa partecipazione di imprenditori come Fernando Barbetti con la sua società ‘Inveco’. I saluti istituzionali del sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati e del presidente della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria Mario Squadroni, hanno aperto i lavori, articolati in relazioni dal taglio originale. Anna Buoninsegni Sartori con il tema “L’EUGUBINO CANTE GABRIELLI ESILIATORE DI DANTE” ha tracciato un quadro di luci e ombre sulle circostante delle condanne del 1302 che portarono all’esilio, all’età di 57 fino alla morte nel 1321, l’autore della Divina Commedia, ad opera dell’eugubino Cante Gabrielli. Al centro dell’esposizione ‘Il libro del Chiodo’ conservato all’Archivio di Stato di Firenze che contiene le discusse sentenze autografe del Gabrielli, in veste di Podestà. Elvio Lunghi ha scavato con l’interrogativo “ODERISI CHI?” l’incerta figura del miniatore cantato da Dante nell’XI Canto del Purgatorio, definito ‘onore d’Agobbio e di quell’arte ch’alluminar chiamata è in Parisi’. In mancanza di attribuzioni definitive, lo studioso ha avanzato da tempo una suggestiva ipotesi che assegna un ruolo al padre Guido di Pietro, ‘il pittore delle croci’, senza nulla togliere alla forza immaginifica che il Poeta attribuisce alla riconosciuta figura del miniatore. Eccellente e di notevole spessore analitico la dotta dissertazione di Pasquale Tuscano “FRANCESCO D’ASSISI, FEDERICO II DI SVEVIA E LA SCUOLA POETICA SICILIANA IN DANTE”, nella quale lo studioso ha spaziato dalla vita e dagli scritti dello ‘stupor mundi’ Federico II di Svevia, alle testimonianze poetiche di San Francesco e, infine, alla cosiddetta Scuola Siciliana, sottolineando: “Non è esagerato affermare che il Santo e l’Imperatore hanno precorso i tempi e aperto la via storica ed esistenziale del Rinascimento”. La serata è stata conclusa delle letture dell’attrice nonché scrittrice Francesca Tuscano, ottima interprete, fra l’altro, del Canto XI del Purgatorio, quello del miniatore duecentesco Oderisi.

Gubbio/Gualdo Tadino
22/11/2021 13:42
Redazione
C.Castello: una panchina rossa fatta dagli studenti contro la violenza sulle donne
È una panchina rossa molto speciale quella che verrà inaugurata mercoledì 24 novembre, a Città di Castello, presso la se...
Leggi
“Auri”, presentato il piano strategico per la rete degli acquedotti
Si chiama Umbria resiliente il piano strategico per la rete degli acquedotti varato dall’Autorità umbra per rifiuti e id...
Leggi
Norcia: Festa degli Alberi, bambini delle elementari piantano un cerro e una roverella
Si è celebrata anche a Norcia la giornata Nazionale degli Alberi che ha coinvolto la scuola primaria di primo grado. Nel...
Leggi
Assisi: sabato 27 al DigiPass incontro con i cittadini sui servizi offerti e le nuove funzioni
Sabato prossimo, 27 novembre alle ore 11, si terrà presso la sede del Palazzetto del Capitano del Perdono di Santa Maria...
Leggi
Citerna: celebrata la “Giornata dell’Albero”
Il Comune di Citerna ha aderito alla campagna nazionale di sensibilizzazione verso la tutela dell`ecosistema, festeggian...
Leggi
Umbertide: Santa Cecilia 2021, la Sveglia della Banda è tornata in presenza con ben 23 musicisti
La Banda Città di Umbertide torna con la tradizionale sveglia in onore di Santa Cecilia, patrona dei musicisti. Dopo la ...
Leggi
Foligno: Mielinumbria, 23esima edizione col botto
Una 23esima edizione da incorniciare per “Mielinumbria – festa dell’apicoltura”, che segnava il ritorno della rassegna d...
Leggi
Umbertide: Festa degli Alberi 2021, piantati nel parco delle scuole “Garibaldi” due nuovi lecci e un melograno. Un nuovo nespolo presso la Serra Comunale
Si è svolta questa mattina la cerimonia di piantumazione di due nuovi lecci donati dai Carabinieri Forestali presso il p...
Leggi
Gubbio: la Società operaia di mutuo soccorso ha celebrato domenica la tradizionale “Giornata del Socio”
Giornata del socio per la Società operaia di mutuo soccorso di Gubbio che domenica 21 novembre si è data appuntamento pe...
Leggi
Gubbio: incontro pubblico della Lega sul tema del degrado urbano, sicurezza e tutela del commercio e della salute
Lotta al degrado urbano, sicurezza e tutela del commercio e della salute. E’ questo il tema dell’incontro tematico pubbl...
Leggi
Utenti online:      172


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv