Skin ADV

"Ritiro l'ordinanza e abbraccio fraternamente Sindaco e Vescovo di Gubbio": lettera del sindaco Presciutti per "chiudere" il caso diplomatico

"Ritiro l'ordinanza e abbraccio fraternamente Sindaco e Vescovo di Gubbio": lettera del sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti per "chiudere" il caso diplomatico

"Ciò che è accaduto lo scorso 15 Maggio penso rattristi e lasci attoniti tutti, al mancato rispetto non solo delle norme dello Stato, ma anche delle ordinanze del Sindaco si è aggiunto il mancato rispetto, da parte di alcuni, per la figura del Patrono Sant’Ubaldo cosa che ferisce profondamente non solo gli eugubini".

Si apre così la lettera inviata dal sindaco di Gualdo a Sindaco e Vescovo di Gubbio, nella quale fa riferimento alle parole di Stirati in conferenza stampa e di Paolucci Bedini nella omelia del Pontificale del 16 maggio.

"Ciò che è accaduto mi ha profondamente turbato, le mie prese di posizione forti, i miei atti, non erano certo tesi a riproporre antiche ed ormai sorpassate diatribe, alle quali francamente non ho minimamente pensato, l’unica cosa di cui mi sono fortemente preoccupato (e lo sono ancora), è stato ed è la tutela del dono più prezioso che ognuno di Noi ha: LA VITA! Su questo tema credo convintamente che non possono mai e poi mai esistere divisioni, politiche, religiose, di campanile, sulla tutela della salute e quindi della vita, non esistono appartenenze territoriali, partitiche, ideologiche, ma serve una grande unità d’intenti. Serve anche mi permetto di dire grande coraggio e la necessaria fermezza, non solo nell’individuare e punire in maniera esemplare i protagonisti degli atti più beceri e fuori da ogni grazia di Dio che tutti abbiamo potuto vedere, ma anche e soprattutto per non minimizzare o circoscrivere a poche decine di persone la responsabilità di ciò che è accaduto perché tutti sappiamo bene, per onestà intellettuale dobbiamo dircelo, che le cose non stanno così non fosse altro per le immagini ed i fotogrammi che stanno facendo purtroppo il giro del mondo in queste ore.

Ed allora Carissimo Don Luciano non posso che accogliere con favore il Tuo invito alla riconciliazione, cosa per me molto facile visto che non ho mai rotto alcun tipo di rapporto con la comunità Eugubina che anzi in queste ore mi ha dimostrato una vicinanza straordinaria quanto inaspettata, sommergendomi letteralmente di messaggi, telefonate attestati di stima che ho molto apprezzato e che ricambio dal più profondo del cuore. Ed a te Carissimo Filippo rinnovo non solo tutta la mia stima umana ed istituzionale, oltre ad esprimerti ancora una volta (l’ho fatto pubblicamente in queste ore molte volte) la mia piena solidarietà per quanto accaduto, immagini gesti ed atti che hanno ferito sicuramente la Città di Gubbio ma, te lo posso garantire, l’intero territorio e la nostra Regione nel suo complesso. Oggi abbiamo tutti un nuovo grande fardello da portare sulle spalle, perché ciò che è accaduto rischia seriamente di diventare una potenziale bomba sanitaria ed allora spetta a noi con grande coraggio ed altrettanta fermezza affrontarlo INSIEME, mettendo in campo tutto ciò che è necessario per tutelare la salute di tutti anche con scelte forti e perché no impopolari, non possiamo permetterci il lusso di tenere il piede su due staffe, dobbiamo giustamente come hai detto tu Filippo, decidere da che parte stare e noi sappiamo bene quale è. A conclusione di questa mia, voglio condividere con Voi un ultimo pensiero : questa pandemia ci ha insegnato una cosa che prima vengono gli ultimi, quelli che non ce la fanno quelli che si rivolgono alle nostre Caritas Diocesane, sempre in aumento purtroppo, i nostri anziani che dobbiamo saper tutelare al meglio, i nostri carissimi amici diversamente abili ai quali oggi più che mai dobbiamo dare risposte importanti, i nostri bambini ed i nostri ragazzi, privati da tanto tempo della libertà di poter andare a scuola e vivere tutte quelle attività che quotidianamente svolgevano. Infine un pensiero speciale va ai nostri operatori sanitari, alle forze dell’ordine ai parroci, a tutti quelli che in questi mesi durissimi non si sono tirati indietro per garantire a tutti noi servizi efficienti e vicinanza. Carissimo Don Luciano, Carissimo Filippo, spero vivamente che chi di dovere prenda tutti i provvedimenti necessari per tutelare la salute di tutti i cittadini, che si metta in atto da subito e non domani tutto ciò che serve per prevenire i possibili effetti di quella che potrebbe diventare, voglio ribadirlo, una vera e propria bomba sanitaria per tutto il territorio. In quest’ottica dopo un lungo ed approfondito confronto con la Prefettura e nello spirito che mi ha sempre guidato di una forte collaborazione istituzionale ho provveduto a revocare l’ordinanza che tanto ha fatto discutere, ciò impone altresì, voglio ribadirlo con forza, che chi di dovere prenda al più presto, prima che sia troppo tardi tutti i provvedimenti necessari anche quelli più duri ed impopolari per tutelare la salute dei cittadini. Spero vivamente vogliate apprezzare questa mia scelta, non vi nego sofferta, tesa non a fare marcia indietro sul tema più caro per tutti noi la tutela della salute, ma anzi a rilanciare un ancora più forza e decisione quello spirito unitario che dovrà contraddistinguere il nostro lavoro e non solo il nostro, da qui in avanti".

Gubbio/Gualdo Tadino
17/05/2020 15:44
Redazione
Treni, aumentano le corse su accordo tra Regione e Trenitalia: l'annuncio dell'assessore regionale Melasecche
“Dal 18 maggio, a fronte  del lieve  incremento della domanda di mobilità sui treni regionali ed in previsione delle mag...
Leggi
Oltre 500 test seriologici previsti a Gubbio per la prima fase screening sui cittadini esposti ad assembramento il 15 maggio. E in serata Stirati firma l'ordinanza per la quarantena
Oltre 500 test sierologici saranno messi a disposizione dell’Usl1 Umbria per avviare la prima fase delle screening della...
Leggi
Ordinanza divieto spostamenti Gualdo-Gubbio, stop dalla Prefettura: "Non in linea con il decreto nazionale"
Arriva lo stop dalla Prefettura di Perugia all`ordinanza emessa ieri dal sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciut...
Leggi
Dura condanna anche da famiglie ceraiole e "Maggio Eugubino" ai "fattacci" del 15 maggio. "Giornata rovinata da alcune decine di irresponsabili". Critiche anche al sindaco di Gualdo
"La Famiglia dei Santubaldari, la Famiglia dei Ceraioli di San Giorgio, la Famiglia dei Santantoniari, l`Associazione Ma...
Leggi
Coronavirus in Umbria: altri 2 contagi, ma i positivi scendono sotto quota 100. Restano 27 i ricoveri di cui 2 in terapia intensiva
Due casi positivi in piu` dalla giornata odierna, ma i positivi in Umbria scendono sotto quota 100, con la conferma di 2...
Leggi
Mons. Boccardo (pres. CEU): "Il lavoro resta la preoccupazione piu' grave, superata l'emergenza sanitaria"
"Il lavoro è una delle preoccupazioni più gravi, questi mesi di coronavirus hanno inciso in maniera profonda sulla prosp...
Leggi
Gubbio, la Lega replica a Stirati: "Noi sempre coerenti: avevamo avvertito del rischio in zone sensibili e della necessita' di piu' forze dell'ordine"
Non tarda ad arrivare la replica della Lega di Gubbio alla critica avanzata dal sindaco Stirati nel corso della conferen...
Leggi
Caos 15 maggio a Gubbio, ferma condanna dell'Universita' dei Muratori. Mariani: "Disappunto, delusione e amarezza. Punire e isolare i responsabili. Serve un dibattito ampio sul futuro"
"L’Università dei Muratori Scalpellini e Arti Congeneri “Innocenzo Migliarini” intende esternare alla Città intera, alle...
Leggi
Gualdo Tadino: presentata la piattaforma “digicinet”, frutto del know-how umbro
Con l`ultima sessione di presentazione e test, insieme a numerosi esercenti collegati in tutta la Penisola, entra uffici...
Leggi
Tullo Ostilio Moschini (Cisl Medici Umbria): “La piccola regione ha vinto la prima battaglia contro il grande invasore. Ma nella sanità servono attenzione e accordi equi”
Mentre affrontiamo la sfida di capire come si evolve il virus, è necessario nella Sanità Umbra confrontare idee, elabora...
Leggi
Utenti online:      478


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv