Skin ADV

Cesena-Gubbio 2-1: due eurogol stendono i rossoblù al "Manuzzi"; inutile il gol di Juanito a 15' dalla fine

Serie C, girone B: il Gubbio esce sconfitto dal campo del Cesena e rimane a quota 44 punti, in piena lotta playoff.

Il calcio è spietato. In una partita dominata dal Gubbio, in cui il Cesena ha prodotto veramente poco, troppo poco, a livello di gioco, sono i romagnoli ad imporsi per 2-1 tra le mura amiche. I bianconeri affondano gli umbri con due gol da cineteca ma sono costretti ad aggrapparsi alle giocate tutte tecnica e talento delle proprie punte di diamante, a differenza di un Gubbio che anche oggi ha provato ad imporre il suo gioco, riuscendoci per larghi tratti. Ma come già detto, il calcio è spietato e non lascia spazio a speculazioni, ma semplicemente in questo gioco vince chi fa più gol, senza badare troppo a tutto il resto. 4-3-3 per il Cesena di Viali che perde Collocolo nel riscaldamento e lo sostituisce con Capellini a centrocampo, in attacco tridente formato da Munari, Sorrentino e dall’ex Bortolussi. Torrente, che ritrova Cucchietti tra i convocati, risponde con un 4-3-1-2 identico a quello di sabato contro il Matelica: l’unico cambio tra gli 11 titolari è quello di Malaccari a discapito di Oukhadda. Il primo tempo è noioso, bloccato nello studio reciproco e nel tatticismo delle due squadre. Le due formazioni accusano le alte temperature del primo caldo primaverile, le tante partite giocate in pochi giorni e anche le assenze, conseguenza degli impegni ravvicinati. Il Gubbio vuole giocare palla a terra prendendosi qualche rischio in fase di impostazione e al 25’ ci prova Sainz Maza: lo spagnolo riceve palla dalla destra, si accentra e fa partire il sinistro che esce centrale e termina la sua corsa tra le braccia di Nardi. Ancora rossoblù nel finale di tempo: Formiconi al 46’ scerve Sainz Maza sulla destra, il fantasista crossa al centro dove di testa impatta Pellegrini che trova ancora una volta un attento Nardi a bloccare. Dopo il risultato ad occhiali della prima frazione il secondo tempo parte con un piglio totalmente diverso: al 48’ suggerimento in verticale per Bortolussi che col destro dall’interno dell’area la gira al volo, Zamarion è ben posizionato e blocca a terra. Un minuto più tardi s’inserisce Malaccari, il capitano entra in area e serve l’accorrente Pellegrini che da posizione defilata calcia col mancino sul primo palo, ma Nardi copre bene e blocca la sfera. La gara è molto meno bloccata e gli attaccanti hanno più spazi: al 56’ Munari sfida Formiconi sulla sinistra, arriva al limite, se la sposta sul destro e calcia a giro sul secondo palo, con il pallone che bacia la traversa ed entra in rete per l’1-0 in favore dei romagnoli. Eurogol alla “Del Piero” del classe 2000, tanto bello quanto immeritato per quanto visto in campo. Il Gubbio reagisce dopo un minuto: Sainz Maza vede e serve l’inserimento di Pellegrini che controlla al limite e, sul disturbo di Gonnelli, non riesce a dare potenza alla conclusione, bloccata da Nardi. Il Cesena si copre scegliendo la difesa a 5 per difendere i tre punti, mentre Torrente vuole rischiare e, con gli ingressi di De Silvestro e Fedato per Sainz Maza e Uggè, passa al 4-2-4 per provare a scardinare il fortino emiliano. Le ripartenze, però, possono essere fatali: al 73’ lancio della difesa per il neo entrato Russini che scappa prima a Megelaitis e poi a Ferrini portandosela avanti con la testa, entra in area e col tocco sotto beffa Zamarion, infilando il pallone sotto la traversa per il gol del 2-0 bianconero. Secondo gol dei padroni di casa, secondo gol sul quale non si può far altro che alzarsi in piedi e battere le mani. La truppa di Torrente però non muore mai: passa un solo minuto e De Silvestro corre sulla destra, crossa al centro dove Gomez in semirovesciata la mette nell’angolino basso del secondo palo, superando un sorpreso Nardi. 2-1, partita riaperta e decimo gol in campionato per il bomber argentino, che grazie a questa marcatura arriva a quota 40 in maglia rossoblù. Il Gubbio suona la carica ma il Cesena è ben abbottonato dietro e all’80esimo ha un’altra possibilità in ripartenza: Favale recupera palla a un disattento Ingrosso e serve Tonetto che si presenta al limite e calcia col sinistro ma la sfera termina a lato. I rossoblù ci provano fino all’ultimo: all’88esimo De Silvestro serve Hamlili che dalla distanza calcia col destro, ma la fiondata dell’ex Bari fa solo la barba al palo. Finisce 2-1 al “Manuzzi”, il Gubbio rimane a 44 punti con i playoff ancora in vista, distanti solo 2 punti. Ora non c’è tempo per piangere sul latte versato, ripartendo da subito per preparare la gara di sabato pomeriggio (ore 15) al “Barbetti” contro il Carpi.

Gubbio/Gualdo Tadino
31/03/2021 17:19
Redazione
Terni: morti dopo l'assunzione di metadone, condannato chi lo fornì
Condannato a sette anni e due mesi dal gip di Terni Aldo Maria Romboli, il quarantunenne accusato della morte di Flavio ...
Leggi
Vaccini anti Covid-19, segnalazioni di reazioni avverse sospette nel periodo dal 1 gennaio al 22 marzo 2021 in Umbria
Dal 1 gennaio al 22 marzo 2021, in Umbria, risultano inseriti nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF) 835 casi di...
Leggi
Usl Umbria 1, nuovo dispositivo per il monitoraggio cardiaco da remoto
Monitoraggio cardiaco da remoto con registrazione del ritmo cardiaco dei pazienti fino a 24 ore consecutive in maniera n...
Leggi
Covid: nuova discesa degli attualmente positivi in Umbria
Di nuovo in calo gli attualmente positivi al Covid in Umbria, oggi 4.806, 239 meno di ieri in base a quanto riporta il s...
Leggi
Ancora nessuna traccia del corpo di Barbara Corvi
E` previsto domani mattina nel carcere di Terni l`interrogatorio di garanzia di Roberto Lo Giudice, arrestato per concor...
Leggi
C.Castello: Coronavirus, 19 nuovi positivi e 45 guariti
“La circolazione del virus continua ad essere piuttosto intensa, perché ieri i nuovi positivi sono stati 19, ma abbiamo ...
Leggi
Umbria: presentata stamane la Fondazione Umbria Film Commission
Si è costituita a tutti gli effetti la Fondazione “Umbria Film Commission”, fondazione di partecipazione, promossa e sos...
Leggi
#noidimenticati, ristori irrisori per le imprese legate al turismo: 5 città santuario per la prima volta scendono in piazza insieme
Per la prima volta, gli imprenditori di 5 città santuario italiane, piccole ma di straordinaria importanza religiosa e t...
Leggi
Gubbio: i riti della Settimana Santa
La Chiesa Cattolica si prepara al triduo pasquale con celebrazioni ridotte e manifestazioni, come processioni e vie cruc...
Leggi
Nocera Umbra: incendio di 10 rotoballe in località Montecchio
I vigili del fuoco del distaccamento di Gaifana sono intervenuti nella notte scorsa per l’incendio di 10 rotoballe che s...
Leggi
Utenti online:      205


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv