Skin ADV

Istituto Serafico di Assisi: inaugurato il nuovo poliambulatorio specialistico per persone con disabilità

L'Istituto Serafico di Assisi amplia la propria offerta di servizi e questa mattina ha inaugurato il nuovo poliambulatorio specialistico pensato e organizzato a misura delle persone con disabilita'.

L’Istituto Serafico di Assisi amplia la propria offerta di servizi e questa mattina ha inaugurato il nuovo poliambulatorio specialistico pensato e organizzato a misura delle persone con disabilità. Le lunghe ore di attesa in un pronto soccorso, il disagio causato da un esame invasivo e le difficoltà della degenza in ospedale diventano insostenibili per chi convive con difficoltà neuromotorie, intellettive o comportamentali. Sono quindi necessari ambienti studiati in maniera funzionale ed operatori sanitari in grado di cogliere le esigenze speciali, le difficoltà e i bisogni di salute delle persone più fragili. I nuovi poliambulatori del Serafico sono stati pensati per essere ambienti accoglienti, accessibili, belli e dotati delle strumentazioni adatte a prendersi cura delle persone più fragili e si aggiungono a quelli già esistenti di fisiatria, neuropsichiatria infantile e al servizio che effettua indagini diagnostiche e valutazioni clinico-funzionali globali e/o specifiche per ogni singola area funzionale. Sono ora operativi anche gli ambulatori di neurologia pediatrica, il servizio di neurofisiopatologia pediatrica, l’ambulatorio multidisciplinare pediatrico, l’ambulatorio oculistico e odontoiatrico. L’inaugurazione si è svolta in modalità virtuale attraverso una diretta streaming che ha visto la partecipazione delle famiglie dei ragazzi del Serafico. Hanno presenziato, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza previste, la Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, il Commissario straordinario dell’Asl Umbria 1 Gilberto Gentili e il Sindaco di Assisi Stefania Proietti. Bambini e giovani adulti affetti da gravi e complesse disabilità, frequentemente in comorbilità anche con disturbi del comportamento, spesso presentano livelli di collaborazione molto limitata ed incontrano notevoli difficoltà ad essere visitati secondo protocolli sanitari routinari e a fruire di prestazioni specialistiche offerte dai tradizionali centri di erogazione. Affrontare una visita specialistica per loro significa fare i conti con la paura di essere toccati, con le difficoltà alla relazione e con l’assenza di capacità simbolico-comunicative. Hanno pertanto bisogno di tempi di visita prolungati per familiarizzare con il personale sanitario e di un ambiente-visita adattato alle loro esigenze fisiche e psichiche, corredato anche da elementi ambientali rassicuranti. È nato così il progetto del nuovo poliambulatorio specialistico dell’Istituto Serafico. “La sfida vissuta giornalmente accanto ai nostri ragazzi e alle loro famiglie ci offre l’occasione per migliorare continuamente la nostra attività. In un momento di buio per la nostra sanità, nuovamente messa a dura prova dall’emergenza Covid-19, si è aperto uno spiraglio di luce e siamo finalmente riusciti a completare il primo nucleo di ambulatori specialistici dedicati alle persone con disabilità” - dichiara Francesca Di Maolo, Presidente dell’Istituto Serafico - “Abbiamo sperimentato personalmente quanto sia difficile per le persone con disabilità affrontare la quotidianità di una struttura ospedaliera. Le nostre iniziative si ispirano sempre alla volontà di coniugare il ‘curare’ con il ‘prendersi cura’, in una visione attenta alla persona e a tutte le dimensioni del suo essere e, quindi, anche a rendere i servizi ambulatoriali per disabili sempre più adatti al loro stato di salute”. “Voglio ringraziare la Presidente Di Maolo per avermi invitata, perché ho avuto la possibilità di visitare il Serafico, un luogo meraviglioso dove si comprende il valore della vita in tutte le sue declinazioni. I nuovi ambulatori specialistici sono strutture d’eccellenza che da oggi saranno a disposizione di tutti coloro che ne avranno bisogno e rappresentano un valore aggiunto per il nostro territorio, specie in un momento delicato come questo, che vede impegnato il personale medico e sanitario a fronteggiare nuovamente la feroce pandemia di Covid-19. Rivolgo a tutti loro e al personale altamente qualificato del Serafico il mio più sentito grazie per lo straordinario lavoro che stanno svolgendo – dichiara la Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei - Negli occhi degli operatori del Serafico, oltre a una grande professionalità, si percepisce quella sensibilità e quell’amore concreto che solo chi ha scelto di dedicarsi ai più fragili e crede fermamente nella vita, in tutte le sue forme e manifestazioni, può riuscire a dare. Quella del Serafico è una grande squadra, che lavora sinergicamente per ottenere risultati straordinari, mettendo al centro la persona e tutte le sue potenzialità. Questo approccio rende la diversità un’occasione di crescita e restituisce alla vita tutta la forza di cui abbiamo veramente bisogno. Voglio infine ringraziare di cuore tutte le famiglie dei ragazzi del Serafico, che hanno dovuto affrontare scelte difficili, come quella di stare lontano dai propri figli per tutelare prima di tutto la loro salute. Siamo tutti investiti di una grande missione, che è quella di dedicarci agli altri e in qualità di rappresentante della Regione Umbria sono qui a dimostrare tutta la nostra vicinanza possibile”. L’incontro virtuale della Presidente della Regione Umbria con i tanti genitori di bambini e ragazzi ricoverati all’Istituto Serafico è stato un modo per testimoniare la vicinanza e l’impegno delle massime Istituzioni non solo nei confronti del Serafico, ma nei confronti di tutte le famiglie di figli disabili.

Assisi/Bastia
23/10/2020 15:34
Redazione
Stanotte torna l'ora solare: orologi indietro di 1 ora
Le lancette torneranno un`ora indietro. Stanotte torna l`ora solare che ci accompagnerà fino alle 2.00 del 28 marzo 2021...
Leggi
Covid-19: in Umbria nuovo record di casi e altri tre morti
Nuovo record di casi giornalieri di Covid in Umbria, 447 contro i 407 di ieri (più 9,8%), 6.307 dall` inizio della pande...
Leggi
Borracce in alluminio sui banchi di Gubbio. Parte la scommessa per la riduzione della plastica
Sono più di 1.000 le borracce in alluminio che lunedì verranno distribuite nelle scuole dell’infanzia, nelle primarie e ...
Leggi
Arrone: i carabinieri sequestrano 16 piante di canapa
Sedici piante di canapa indiana, per un peso complessivo di 940 grammi, sono stati scoperte dai carabinieri di Terni in ...
Leggi
Perugia: arrestato tunisino 53enne con precedenti per spaccio
Personale del Reparto Prevenzione Crimine Umbria – Marche durante un servizio di controllo del territorio finalizzato al...
Leggi
Tiferno Comics: annullata conferenza stampa finale
Gli Amici del Fumetto di Città di Castello hanno annullato la conferenza stampa finale di Tiferno Comics che si sarebbe ...
Leggi
Ladre di anelli denunciate dai Carabinieri di Cannara
Una donna di Cannara si era recata nella lavanderia self service del paese portando a seguito un borsello contenente i p...
Leggi
Usl Umbria 1, chiusi i Cup all’interno degli ospedali
A seguito delle nuove disposizioni regionali relative all’emergenza Covid-19, la Usl Umbria 1 chiuderà dal 23 ottobre gl...
Leggi
Anci Umbria scrive a Tesei e Decaro perchè si faccia chiarezza sulle modalità di svolgimento di consigli comunali, nonchè di gestione di cimiteri e mercati
Il presidente di Anci Umbria facente funzione, Michele Toniaccini in due distinte lettere indirizzate alla presidente de...
Leggi
Operazione "Strade Sicure": continuano i servizi di controllo del territorio effettuati in sinergia con i Militari dell’Esercito Italiano
Continuano senza soluzione di continuità i servizi di controllo del territorio effettuati in sinergia con i Militari del...
Leggi
Utenti online:      348


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv