Skin ADV

Panta Rei Blues, in archivio una prima edizione ricca di talento, emozioni e contaminazioni artistiche. Stasera a "Trg Plus" (ore 21)

Panta Rei Blues, in archivio una prima edizione ricca di talento, emozioni e contaminazioni artistiche: un'intera settimana di spettacolo al Teatro Ronconi con musica, pittura, poesia e teatro. Stasera in Trg Plus ore 21.

Va agli archivi con consensi e un plauso generale la prima edizione di ‘PANTA REI BLUES’, il nuovo evento musicale e di contaminazione artistica, svoltasi al Teatro Comunale ‘Ronconi’, di Gubbio sotto la regia di ‘Juji Teatro’ con il patrocinio del Comune e la collaborazione di numerose realtà associative del territorio e artisti eugubini, per la direzione artistica del musicista Maurizio Pugno.

Un'intera settimana di concerti, mostre e appuntamenti contraddistinti dalla contaminazione artistica, parola d'ordine e filosofia stessa della manifestazione, fatta di musica, come anche di pittura, poesia e teatro.

A partire dal vernissage “Il Blues negli Occhi - Visioni d'artista” , collettiva di pittura, fotografia, scultura e illustrazione, curata dall’artista eugubina Giorgia Gigì che ha messo in vetrina nomi importanti del mondo pittorico e della fotografia.

Per arrivare alle serate musicali caratterizzate da protagonismi diversi ma tutti accomunati da una riserva speciale di energia, che fa del blues un genere moderno ma al tempo stesso trasversale nell'anagrafe dei suoi fruitori.

E così spazio agli allievi di ‘Al Fondino corsi’ che si esibiti con il blues visto dai ragazzi, fino agli ospiti più rilevanti, da Stefano Barigazzi, e Francesco Piu, alla applauditissima Linda Valori in tandem con Maurizio Pugno band per una serata, quella di venerdì che ha letteralmente catalizzato l'entusiasmo dei presenti con il sound e la voce incandescente della protagonista..

E poi sabato sera con la Gionni Grasso band che ha acceso il weekend sul palco del Ronconi, ancora in tandem con la chitarra e gli arrangiamenti firmati da Maurizio Pugno, fino alla giornata conclusiva con un doppio apprezzato appuntamento. In primis l'omaggio al “Mississippi saxophone” con la Blues Harp (armonica blues) di Riccardo “Rico” Migliarini e Mauro “Little blue Slim” Magrini, armonicisti appartenenti a generazioni diverse che hanno reso omaggio, con i loro diversi stili, ai grandi “soffiatori” della tradizione, in un percorso che ha attraversato gran parte del secolo scorso. Due set di grande intensità emotiva con il magistrale supporto della Martin's Gumbo Blues band capitanata dal talentuoso Fabrizio Martìn con i suoi fidi Daniele Pèoli al basso e Gabriele Gentili alla batteria (nella foto di Marco Signoretti).

Ma la serata conclusiva è stata anche dipinta dall'apprezzata performance delle “Lune storte”, il progetto nato nel 2012, guidato da Claudia Fofi insieme agli educatori Letizia Morelli, Tony Parlapiano e Valentina Piccotti della cooperativa ASAD, che ha visto il susseguirsi della presenza di molte ragazze utenti del Centro salute mentale di Gubbio. E la canzone oggetto del video “Marci” (realizzato da Matteo Fofi e Francesco Biccheri) è risuonata durante la serata insieme ad altri 12 testi inediti, scritti dalle utenti stesse.

Ma nel corso di tutte le serate non è mancato lo spazio anche alla poesia e al teatro, con gli interventi d'ombra di Federica Ferrari o le schegge di teatro, a cura degli interpreti del Teatro della Fama, come la performance di Simona Minelli, tratta da Stone Butch Blues di Leslie Freinberg sul tema dell'omofobia.

La parola d’ordine del ‘Panta Rei Blues’ dunque è stata ‘contaminazione’, un contenitore di felice mescolanza tra diversi linguaggi, strutture, aggregazioni, che non si autorappresentano ma si fondono e si scompongono, creando qualcosa di nuovo ed inaspettato. Una prima edizione che ha visto la presenza di un ampio pubblico, per altro proveniente da fuori città: l'auspicio è che sia la prima di una lunga serie, capace di irrobustire anche il feeling con il pubblico eugubino.

Stasera approfondimenti e interviste di bilancio in "Trg Plus" ore 21.

 

Gubbio/Gualdo Tadino
18/04/2018 15:56
Redazione
Torna domani "Conoscere il Cammino di S.Ubaldo": ultima tappa alla Grotta tra Piobbico e Apecchio
Domani domenica 29 aprile torna una nuova tappa di Conoscere il Cammino di S.Ubaldo, il progetto dell’Associazione Maggi...
Leggi
Ripulitura Valle dell'Assino: oltre 10 quintali di rifiuti recuperati, 40 partecipanti all' iniziativa dell'associazione
Oltre 10 quintali di rifiuti di vario genere recuperati sul letto del torrente Assino al termine di una lunga mattinata ...
Leggi
Tornano stasera sul palco gli Angels Gospel: alle 21 spettacolo di beneficenza a S.Domenico, ricavato per l'Oncologia dell'ospedale di Branca
Un concerto di beneficenza, il cui ricavato andrà al reparto di Oncologia dell`Ospedale di Branca; questo sarà il prossi...
Leggi
Convegno “Progetto Gubbio Città Cardioprotetta”, oggi alle 17 all'Auditorium dell'Ospedale di Branca
E` in programma oggi alle ore 17, presso l`Auditorium dell`Ospedale di Gubbio – Gualdo Tadino, il convegno organizzato d...
Leggi
Da stasera interruzione del servizio idrico in alcune vie del comune di Gubbio
UMBRA ACQUE  S.p.A., informa la clientela interessata che a causa lavori di manutenzione straordinaria sulla rete idrica...
Leggi
Violenza contro le donne: domani iniziativa Spi Cgil all'ITI Cassata di Gubbio
Domani, giovedì 19 aprile, alle ore 10, presso l`ITI Cassata di Gubbio, avrà luogo la rappresentazione teatrale "In pied...
Leggi
Umbertide torna a commemorare il 25 Aprile
Umbertide torna a commemorare il 25 Aprile, doppia ricorrenza per i cittadini umbertidesi che ricordano non solo la Libe...
Leggi
A Trevi la 6^ edizione della rassegna #Artigianinnovatori
Sabato 21 e domenica 22 aprile prossimi, si terrà a Trevi la 6^ edizione di #Artigianinnovatori, la rassegna riservata a...
Leggi
Gualdo Tadino: inaugurata ‘Meraviglia ed estasi’ di Luciano Ventrone, stasera in "Trg Plus"
“Lo scandalo è trovarsi davanti ad un pittore che sa dipingere e quindi stupisce perché è capace. Lo scandalo forse sarà...
Leggi
Un bassorilievo raffigurante il Duca a Palazzo Ducale: e se fosse di Leonardo? La teoria esposta da Massimo Giontella alla Sperelliana
Medico e fisiatra, ma da oltre 15 anni è profondo conoscitore e appassionato studioso di Antonio del Pollaiolo uno degli...
Leggi
Utenti online:      303


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv