Skin ADV

Coronavirus: Coletto, “In Umbria si fa rete per garantire anche attività sanitaria non Covid”

Coronavirus: Coletto, "In Umbria si fa rete per garantire anche attivita' sanitaria non Covid". Video conferenza stampa sull’organizzazione dell'attivita' sanitaria rivolta alla cura anche dei pazienti non Covid.

“Oggi parliamo di questioni correlate al covid che, a differenza della prima ondata quando sono state chiuse quasi tutte attività ambulatoriali, sono state mantenute”: lo ha detto l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, introducendo oggi la video conferenza stampa sull’organizzazione dell’attività sanitaria rivolta alla cura anche dei pazienti non covid. Presenti oltre all’assessore, il direttore alla Salute, Claudio Dario, i commissari straordinari delle Aziende sanitarie e ospedaliere della regione, Marcello Giannico, Pasquale Chiarelli, Massimo De Fino, Gilberto Gentili. “A fine primavera inizio estate – ha ricordato Coletto - avevamo realizzato un programma di smaltimento delle liste di attesa che è andato avanti in questi mesi in maniera silente, ma operativa, grazie ad un lavoro comune che ha visto impegnati  i  quattro Commissari  straordinari, il direttore  regionale alla salute e  tutti gli  operatori sanitari. E’ stato   fatto un grande lavoro – ha sottolineato l’assessore -  soprattutto se consideriamo che nonostante tutto siamo arrivati a 130 posti di terapia intensiva, che sono stati attivate e sono operativi.  Rispetto alla prima fase dove seguivamo solo ed esclusivamente il covid,  ora nella seconda fase,  abbiamo curato con particolare attenzione l’azione di screening e la specialistica ambulatoriale. I dati assolutamente incoraggianti – ha proseguito - perché per quanto riguarda ad esempio lo screening, al mese di novembre abbiamo raggiunto il 90 per cento di adesioni. Anche nelle visite specialistiche – ha concluso l’assessore - abbiamo avuto un ottimo recupero ed è rimasto indietro solo il 10 per cento rispetto al  periodo di lockdown”. “Oggi – ha riferito il Direttore regionale alla sanità Dario – diamo conto della restante attività no-covid perché abbiamo fatto una grande esperienza nella prima fase della pandemia  e abbiamo cercato di dare concretezza alle risposte di prevenzione di eventuali problemi che avevamo dovuto fronteggiare”. “Nella prima fase – ha proseguito - c’era stato il blocco completo delle attività perché sapevamo poco di questa patologia e avevamo problemi di conoscenza e gestione dei percorsi e delle modalità di isolamento. E’ stato dunque inevitabile – ha aggiunto - il blocco completo degli ospedali e delle attività in lockdown. In questa seconda fase invece siamo in possesso di una tecnologia che ci ha permesso di lavorare con approcci preventivi  finché  i numeri ce lo hanno consentito”. Poi con la crescita esponenziale dei contagi, in Umbria come nel resto del Paese, il tracciamento non si è dimostrato più efficiente, ma avevamo  nel frattempo sviluppato una serie di strumenti e conoscenze che ci hanno comunque permesso  di affrontare in modo efficace la seconda ondata della pandemia,  che ha visto nella nostra regione un numero di contagi  dieci volte superiore alla prima fase  ed il doppio dei  ricoveri sia in intensiva che ordinari.  Nella seconda fase – ha sottolineato Dario – non solo non c’è stato un lockdown totale, ma all’interno delle strutture  sanitarie si è lavorato molto sulla  definizione dei percorsi, delle attività ambulatoriali e chirurgiche e si è riusciti a mantenere una quota di attività che ci ha consentito di non spegnere completamente il motore sanitario. Dario ha quindi ricordato che è comunque proseguita tutta la parte relativa alle vaccinazioni, agli screening,  il  recupero domenicale delle  prestazioni, le attività e chirurgiche ambulatoriali, i day hospital oncologici, oltre al contenimento dell’urgenza. In questa seconda fase – ha concluso - abbiamo mantenuto negli stessi edifici, con grande attenzione sulla  differenziazione dei percorsi attività covid e no covid,  l’assistenza anche agli  altri pazienti”. Nel corso dell’incontro i commissari straordinari hanno illustrato l’attività di ciascuna azienda.

Perugia
30/11/2020 17:27
Redazione
Il Natale di Francesco 2020: Assisi diventa presepe tra spiritualità, tradizione e multimedialità. Domani la presentazione
Verrà presentato domani 3 dicembre alle 11.15, in diretta streaming sul sito sanfrancesco.org e sulla pagina facebook de...
Leggi
La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ricorda Giuliano Masciarri, segretario generale della Fondazione fino al 2015
Attivate due borse di studio in memoria di Giuliano Masciarri venuto a mancare nel settembre 2019 dopo breve malattia. C...
Leggi
Il cordoglio del sindaco Luciano Bacchetta per la scomparsa del partigiano Lido Luchetti
“Con la scomparsa di Lido Luchetti perdiamo uno dei vecchi partigiani tifernati, uno degli ultimi testimoni di una stagi...
Leggi
Stasera torna "Tg Plus - Terzo Tempo rossoblu" alle 20.55 su TRG. Ospite il difensore del Gubbio Ugge'
Il servizio e le interviste post gara di Gubbio-Feralpisalò, il pari tra Sudtirol e Perugia, tutti i gol del girone B di...
Leggi
Gualdo Tadino: l'Istituto Casimiri presenta la propria offerta formativa
In occasione dell’avvio dell’attività di orientamento rivolta agli studenti delle classi terze della scuola secondaria d...
Leggi
Gubbio: Liceo Mazzatinti protagonista alla notte europea dei ricercatori
Il Mazzatinti non si ferma! Nel pomeriggio di venerdì 27 novembre è iniziata con un webinar a distanza la serie di lavor...
Leggi
Due record mondiali per il ternano Fabrizio Pagani
Doppia impresa per Fabrizio Pagani. Domenica 29 novembre l’atleta paralimpico ternano, presso il Villaggio Sportivo Bell...
Leggi
Covid: in Umbria 68 nuovi positivi su 480 tamponi. 13 vittime nelle ultime 24 ore. Aumentano i ricoveri in ospedale
Scendono notevolmente i nuovi positivi al Covid-19 in Umbria: 68 casi sono stati infatti registrati nelle ultime 24 ore ...
Leggi
C.Castello: Coronavirus, ieri 14 guariti e 4 nuovi positivi
“I dati della giornata di ieri che ci ha comunicato l’Usl Umbria 1 parlano di 14 persone guarite e di 4 nuovi positivi”....
Leggi
Bettona: nuova convenzione Terre e Musei dell'Umbria, dentro anche il Museo della Città di Bettona
E` stata siglata la nuova convenzione Terre e Musei dell`Umbria per la valorizzazione della cultura nei territori umbri;...
Leggi
Utenti online:      197


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv