Skin ADV

Rocchetta, tolti i sigilli all'area pozzi. La Comunanza indice incontro pubblico, Presciutti chiede le tasse, "Siamo Gualdo" il ritiro dei ricorsi del Comune, FI il cambio di statuto della Comunanza

Clima rovente a Gualdo Tadino dopo le sentenze sul caso Rocchetta. ieri i carabinieri Forestali hanno tolto i sigilli all'area dei pozzi

 

Primo atto ieri pomeriggio per dare seguito alla sentenza del Tribunale di Roma dello scorso 10 febbraio sulla questione del prelievo di acque minerali Rocchetta a Gualdo Tadino.

Si è provveduto al dissequestro dell'area dei pozzi di attingimento che erano stati sequestrati nel 2017 dopo esposto del WWF. Il Commissario agli usi civici, infatti, aveva disposto in sentenza che venissero tolti i sigilli all'area, cosa che è stata fatta dai Carabinieri Forestali alla presenza dei rappresentanti di Regione, Comune, Comunanza, azienda Rocchetta.

Intanto la Comunanza ha indetto per venerdì 21 febbraio alle ore 21 presso il Centro della Terza Età nella Piazza del Mercato un incontro pubblico aperto a tutta la cittadinanza per sciogliere i dubbi della comunità sul tema delle “proprietà collettive” dopo la recente legge del 2017 che le regolamenta. "L’incontro - afferma la Comunanza - sarà anche occasione per porre liberamente domande al Consiglio di Amministrazione, che sarà a disposizione per rispondere a tutti i dubbi dei partecipanti sui progetti e la visione del futuro della Comunanza Agraria Appennino Gualdese, o su singole progettualità per i beni collettivi".

Dal canto suo il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti fa i conti in tasca alla Comuanza Agraria chiedendo 65 mila euro di tasse non pagate tra Imu e Tasi dal 2016 ad oggi . " Se l'ente è legittimo - spiega sulle colonne del Corriere dell'Umbria - paghi tutte le tasse che paga ogni cittadino o azienda "

Sulla vicenda oggi si annota anche il documento del consigliere della lista civica SiAmo Gualdo, Roberto Cambiotti che chiede al Comune di ritirare ogni contenzioso e di rinunciare ad impugnare le sentenze. Contestualmente si impegna di intervenire presso l'assessore regionale Roberto Morrroni perchè faccia da moderatore sulla questione, ricercando una conciliazione tra Comunanza e Rocchetta .Questo reiterato comportamento dell’Amministrazione Comunale - afferma Roberto Cambiotti -  questa rancorosa rincorsa a chi urla di più, non sono una strategia vincente. Semmai dannosa per Gualdo e i suoi cittadini, stretti dalla morsa della crisi e utilizzati per essere messi gli uni contro gli altri, immotivatamente. Dobbiamo ritrovare unità e volontà di superare le difficoltà. I Gualdesi stanno pagando un prezzo troppo alto per questo scellerato modus operandi. Sperpero di denaro pubblico utile solo ad alimentare ulteriori divisioni. E' ora che le realtà economiche che insistono sulla vicenda, mi riferisco in primis all’azienda Rocchetta, la quale chiede giustamente di poter continuare ad investire sul territorio, e la stessa Comunanza Agraria, trovino un momento di confronto serio ed efficace su terreni diversi rispetto a quelli sin qui calpestati. Vista la manifesta incapacità di mediazione da parte dell’Amministrazione Comunale auspichiamo che, attraverso la figura del Vicepresidente regionale, un ruolo di alto prestigio, si riesca a trovare un giusto equilibrio tra le ormai legittime rivendicazioni della Comunanza e i gli altrettanti legittimi interessi di Rocchetta, azienda da tanti anni operante nel territorio e nella quale lavorano molti concittadini".

Intervengono anche Fabio Viventi e Silvia Minelli di Fi: "In primo luogo, ormai da mesi, anzi da anni, questa tematica sta spaccando la città. Non è una sensazione, ma una presa di coscienza. Si assiste ad un clima tra tifoserie che non fa altro che contribuire al clima già nefasto di una città che si trova in enorme difficoltà sotto ogni punto di vista. In seconda battuta, sarebbe utile iniziare un cambio di passo nel ragionamento generale: vale a dire che, rimanendo al dato oggettivo, la Comunanza oramai da anni rappresenta una realtà riconosciuta a livello giuridico. Che piaccia oppure no. Vogliamo discutere per giorni sulle posizioni di ciascuno, oppure è il caso di prendere coscienza dei rischi e delle opportunità dello scenario che si sta concretizzando dopo le sentenze emesse in questi giorni? Invece che rimanere tutti sull’Aventino, si ricorda che Gualdo Tadino ha bisogno di coniugare l’esigenza di una rapida resurrezione dal punto di vista economico con la salvaguardia del patrimonio ambientale. E basta. Non servono le sparate del Sindaco e del PD gualdese che ricordano ai cittadini che la Comunanza deve pagare le tasse, per poi tirare in ballo l’Assessore Morroni, dimenticando che la Regione dell’Umbria governata dalla sinistra per ben 7 anni, ha completamente abbandonato questo territorio su questa vicenda, così come su tutti gli altri fronti. Poniamo sul piatto la questione di fondo. Le sentenze parlano di collettività gualdese. Bene, allora rendiamo la Comunanza rappresentativa di tutti i gualdesi. E allora invitiamo l’Appennino Gualdese ad aprire le porte in maniera democratica: senza limitazioni di capifamiglia, donne e uomini, utenti monte o no. Perché se del pascolo e della legna usufruisce solo chi ha interesse diretto, sulle sorgenti no, perché sono patrimonio di tutti i gualdesi".

 

 

 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
Gubbio/Gualdo Tadino
14/02/2020 16:45
Redazione
Gubbio, cartolina del pellegrino 2020: domani alle 16 la presentazione del manufatto firmato dall'artista Marilu'
E` firmata dall`artista eugubina Maria Luigia Scala, in arte Marilù, la Cartolina del Pellegrino 2020, ovvero la cartoli...
Leggi
Gubbio: torna domenica prossima il Carnevale dei Ragazzi con la sua 60ma edizione
Il Centro della Gioventu’ organizza il 60° Carnevale dei Ragazzi domenica 23 febbraio 2020. Alla manifestazione è abbina...
Leggi
Perugia celebra Raffaello Sanzio, presentazione mercoledì 19 febbraio a Palazzo dei Priori con la Fondazione CariPerugia Arte
Il capoluogo umbro si prepara a celebrare i 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio. Non un’unica mostra ma una serie d...
Leggi
Vis Gubbio, trasferta a Poggibonsi per mantenere la vetta. Capitan Martella: "Partita insidiosa ma vogliamo imporre il nostro gioco"
Calcio a 5, Serie B: a caccia della decima vittoria consecutiva la Vis Gubbio, capolista del girone D con un punto di va...
Leggi
Presentato ad Assisi il libro “Gli abitanti del Castelletto, una luce nel buio della Shoah” che racconta l'incredibile storia di Mirjam Viterbi. Domenica (ore 13.30) servizio nel "Trg Cultura e Societa"
  “Pax et bonum”, ovvero Pace e Bene, è il saluto inviato ad Assisi da Mirjam Viterbi Ben Horin ai partecipanti della p...
Leggi
Dal 18 luglio la 40esima Mostra Internazionale della Ceramica d'Arte a Gualdo Tadino. Si torna alla chiesa di San Francesco
Era l`11 ottobre 1959 quando l`allora presidente del consiglio, onorevole Ferdinando Tambroni varcò la chiesa di San Fra...
Leggi
Venerdi 21 febbraio torna "Nero Norcia": la mostra mercato nazionale del tartufo nero pregiato e dei prodotti tipici
Dopo il disastroso terremoto che nel 2016 e nel 2017 ha fatto tremare il centro Italia ferendo anche la città nursina,...
Leggi
Gesenu: educazione ambientale nelle scuole, questa mattina l’incontro alla scuola secondaria di primo grado di Ferro di Cavallo
Si è tenuto questa mattina alla scuola secondaria di primo grado di Ferro di Cavallo (IC Perugia8) l’incontro di educazi...
Leggi
Umbertide: domani al Mercato della Terra appuntamento con “Bombe di semi, bombe d’amore al Mercato della Terra”
Domani al Mercato della Terra in piazza Matteotti l`appuntamento è con l`iniziativa “Bombe di semi, bombe d’amore al Mer...
Leggi
Trevi: nuovi orari per gli uffici comunali
A Trevi da lunedì 17 febbraio cambiano gli orari di apertura al pubblico degli uffici comunali. Una decisione presa dal...
Leggi
Utenti online:      257


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv