Skin ADV

Tennis tavolo: Citta' di Castello sale in serie A1, con la Tifernum. Stasera nel Tg Sport intervista al presidente Carloni

Tennis tavolo: Citta' di Castello sale in serie A1, con la Tifernum: battuta Cagliari nello scontro diretto (4-1), festa grande per il sodalizio biancorosso.

Lo scontro diretto di serie A2, decisivo per la promozione in serie A1, si chiude con lo stesso punteggio del girone di andata, ma questa volta a favore dei tifernati, vittoriosi per 4-1 contro la Marcozzi Cagliari.
Un gara che in caso di pareggio avrebbe molto probabilmente dato la promozione ai sardi, a cui a quel punto sarebbe bastato un pareggio nell’ultima giornata contro l’Apuania Carrara, mentre i tifernati avevano a disposizione soltanto la vittoria per ottenere la promozione in A1.
L’avvio dell’incontro è stato a favore dei tifernati, con il 3-0 di un ottimo Maurizio Massarelli nel difficile incontro contro Oyebode, molto temuto per l’ottimo campionato finora disputato, per le belle prestazioni in ambito internazionale con la nazionale italiana giovanile e soprattutto per i 2 punti su due realizzati nell’incontro di andata.
Nela gara successiva, grande spettacolo tra il nigeriano della Marcozzi Omotayo e il capitano della squadra di casa Luigi Rocca, in un incontro estremamente equilibrato nonostante dall’altra parte ci fosse il giocatore con la migliore performance individuale nel campionato di A2, dove il gioco spettacolare di entrambi e i continui rovesciamenti di fronte hanno fatto sperare di portare a casa un successo fondamentale per la vittoria finale. Luigi Rocca cedeva soltanto per 11-9 alla bella, dopo essere stato avanti 1-0 e 10-8, quindi a un passo dal momentaneo 2-0, poi dopo essere andato sotto 1-2 recuperava per cedere soltanto per 11-9 nel set decisivo, per il momentaneo pareggio della Marcozzi Cagliari.
I tifernati andavano avanti 2-1 con la vittoria di Mayowa Babatunde su Pizzi, con un primo set di grande equilibrio terminato 13-11 e poi un proseguo in discesa per il 3-0 finale che riportava i locali in vantaggio per 2-1.
Il quarto incontro vedeva la sfida tra i due numeri 1, con Omotayo che finora in tutto il campionato aveva perso soltanto una partita rispetto alle sole due sconfitte del tifernate. L’incontro, di grande spettacolarità, vedeva continui rovesciamenti di fronte con Massarelli che si aggiudicava il primo set per 12-10, poi il nigeriano andava avanti con un doppio 11-8, Massarelli che pareggiava i conti ancora per 11-8 e si aggiudicava il set decisivo per 11-9. Occorre sottolineare la grande prestazione tecnica, tattica e agonistica di Maurizio Massarelli che seguendo i suggerimenti del tecnico Del Tomba riusciva a portare a casa una vittoria fondamentale, oltre a prendersi la rivincita contro Omotayo da cui era stato sconfitto nella gara di andata a Cagliari e diventando così, a parità con Omotayo e con il carrarese Ragni, con 20 vittorie e 2 sconfitte, il miglior giocatore del campionato.
Mayowa Babatunde chiudeva infine i giochi vincendo per 3-2 contro Oyebode, in una gara in cui era avanti 2-0 e 10-9 con match-ball a favore per essere poi rimontato sul 2-2, riuscendo poi a reagire a aggiudicarsi per 11-6 il set decisivo.
Con questo ultimo punto diventava ininfluente l’ultimo incontro che avrebbe opposto Luigi Rocca a Pizzi (in cui comunque sarebbe stato favorito il tifernate), per il risultato finale di 4-1 a favore dei ragazzi, ancora una volta magistralmente guidati dal coach Andrea Del Tomba, che immediatamente dopo si rendeva protagonista della grande festa del post partita innaffiando di spumante i tre protagonisti di un campionato memorabile.
Campionato che ha visto i tifernati, secondi insieme a Carrara al termine del girone di andata, vincere tutte le partite del girone di ritorno e tutte le partite disputate tra le mura amiche, chiudendo la serie A2 con 10 vittorie, 1 pareggio (a Carrara) e 1 sconfitta (a Cagliari), promossi in serie A1 con una giornata di anticipo, dovendo osservare un turno di riposo nell’ultima giornata.
Il Tennis Tavolo Tifernum raggiunge così per la prima volta la massima serie, dopo essere appena uscito dall’anno del quarantennale con il raggiungimento della serie A2 maschile e A2 femminile, con le ragazze che si giocheranno la permanenza nella serie cadetta nei play-out in programma sabato prossimo a Terni e con Alessandra Ugolini grande protagonista questo fine settimana nella Coppa delle Regioni a Molfetta dove ha rappresentato l’Umbria conquistando una splendida medaglia di bronzo nella gara di singolare femminile, cedendo in semifinale soltanto 3-2 alla bella contro la numero 1 del tabellone, l’abruzzese Smargiassi.
Un’altra settimana di grande attesa quindi per le ragazze, mentre con la squadra maschile ci sarà ancora qualche giorno di festeggiamenti prima di pensare alla prossima stagione, dove l’intenzione della dirigenza tifernate è di continuare a puntare in primo luogo sul talento locale Alessandra Ugolini, continuando ad allestire per lei una squadra competitiva, anche nel malaugurato caso di una retrocessione dalla serie A2, ma dove comunque verrà certamente colta la sfida del primo anno di A1.
Saranno confermati gli atleti protagonisti della cavalcata trionfale di quest’anno, guidati da Andrea Del Tomba, un grande allenatore che abbiamo avuto la fortuna di avere in questi ultimi 3 anni (che hanno visto la squadra maschile salire dalla B2 alla A1 e quella femminile dalla C alla A2), idealmente aggiungendo alla formazione di quest’anno un nuovo atleta che possa rafforzare la squadra e renderla competitiva per rimanere nella massima serie.
Naturalmente come sempre con una grande attenzione al budget, come sempre avvenuto nei 41 anni di storia del T.T. Tifernum, che quest’anno per la prima volta chiuderà il bilancio con un piccolo deficit (circa € 9 mila), ma che se riuscirà a trovare dei nuovi sponsor che vorranno accompagnare la società tifernate in un percorso di almeno 3 anni, farà la serie A1 il prossimo anno (nel 2017-2018) con l’obiettivo minimo di salvarsi, ma l’anno successivo (nel 2018-2019) per provare a vincerla. Stasera nel Tg Sport di Trg(ore 19.45) intervista al presidente del sodalizio tifernate Paolo Carloni

Città di Castello/Umbertide
03/04/2017 15:09
Redazione
Gualdo T.: domattina la premiazione del Concorso Video Memorie Migranti
Mentre la crisi economica ha cambiato volto all’immigrazione in Italia, non più arrivi per lavoro, ma soprattutto per ri...
Leggi
Gubbio: incontro ‘Le stragi dello stato - mafia’ con Salvatore Borsellino
Appuntamento venerdì 7 aprile alle ore 21 presso la Sala ex Refettorio della Biblioteca Comunale Sperelliana, la confere...
Leggi
Ad Umbertide la presentazione di "Nel segno dei padri": dal libro di Marinelli Andreoli alla proposta di Mario Tosti "Ricomposizione anche su altre vicende belliche in Altotevere"
Applausi ed emozioni anche ad Umbertide, presso il museo di Santa Croce per la presentazione del libro "Nel segno dei pa...
Leggi
Semina a Castelluccio di Norcia: da oggi si muove anche l'Esercito
La semina della lenticchia a Castelluccio di Norcia muove i primi passi. Intorno alle 13,30 di oggi i mezzi dell`Esercit...
Leggi
Sant'Ubaldo e la Regola dei Chierici, il 6 aprile ultimo appuntamento
Il 6 Aprile a Gubbio, dalle 18 alle 19, presso l`Ex Refettorio di San Pietro,  si terrà il settimo incontro del ciclo d...
Leggi
Gubbio, trasferta focale a Santarcangelo. Diretta su Rgm Hit Radio (ore 16.30)
Domendica campale per il Gubbio, che dopo le pesanti sconfitte consecutive con Teramo e Parma proverà a rigenerarsi cont...
Leggi
Perugia, stasera fiaccolata contro la legge regionale sulla omofobia
E` in programma stasera a Perugia, alle ore 19 con  partenza da Piazza IV Novembre, la " Fiaccolata  per la Famiglia e l...
Leggi
Eccellenza: il clou è Villabiagio-Bastia, Fontanelle Branca atteso a San Sisto
Nella 27esima giornata di Eccellenza umbra(fischio d`inizio domenica alle 15) il clou è senza dubbio lo scontro al verti...
Leggi
Congresso Pd, Gubbio vota le mozioni. Gualdo sceglie il ministro Orlando
Si avvicina il congresso Pd di Gubbio e Gualdo Tadino. A Gubbio l`assemblea è attesa per oggi,  domenica 2 aprile, pres...
Leggi
Perugia, firmato l'atto di statizzazione dell'Accademia Belle Arti con il ministro Fedeli
Una data storica quella di oggi, sabato primo aprile: dopo 444 anni, l`Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Peru...
Leggi
Utenti online:      256


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv