Skin ADV

Umbria, Italia ed Europa, istituzioni a confronto su agricoltura e Covid-19

Umbria, Italia ed Europa, istituzioni a confronto su agricoltura e Covid-19. Alcuni rappresentanti hanno discusso degli strumenti disponibili e delle misure da adottare.

In questo periodo di emergenza legata a Covid-19, prosegue l’impegno della Federazione degli Ordini dei dottori agronomi e dottori forestali (Fodaf) dell’Umbria nell’approfondire le misure messe in campo dalle istituzioni che hanno competenza nel settore agricolo e agroalimentare. A questo proposito, mercoledì 29 aprile, si è tenuto il secondo dei quattro seminari previsti, in modalità ‘formazione a distanza’, che ha visto la partecipazione di Roberto Morroni, assessore alle Politiche agricole e sviluppo rurale della Regione Umbria, e degli onorevoli Herbert Dorfmann, membro della Commissione per l’agricoltura e sviluppo rurale (Agri) del Parlamento Europeo, e Giuseppe L'Abbate, sottosegretario al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf). A fare gli onori di casa, da Perugia, c’era Francesco Martella, presidente della Fodaf dell’Umbria. “In questo periodo si stanno scrivendo le regole della prossima programmazione dei fondi comunitari – ha spiegato Martella – e l’Umbria è chiamata a elaborare il piano strategico regionale che deve puoi confluire in quello nazionale. Nella costruzione della nuova programmazione non possiamo non tener conto dell’impatto di Covid-19 sul nostro sistema agroalimentare e sull’evoluzione dei consumi. Oggi abbiamo approfondito gli strumenti disponibili fin da subito. Nel prossimo appuntamento presenteremo la nostra proposta per il rilancio del settore agroalimentare regionale che ha la necessità di favorire la crescita del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali, sostenere lo sviluppo dell’innovazione delle filiere agroalimentari attraverso la certificazione di qualità e favorire azioni di coordinamento di ambito territoriale, il tutto da coniugare con un approccio di produzione sostenibile e volto al raggiungimento degli obiettivi di Agenda 2030”. “Dobbiamo mettere in campo tutte le misure necessarie per aiutare le aziende che in questo periodo hanno avuto delle ripercussioni economiche – ha dichiarato Dorfmann –. Dobbiamo lavorare per far ripartire l’economia europea e gli stati membri devono garantire i fondi necessari anche a livello europeo, per far fronte a uno sforzo decisamente superiore rispetto a quello a cui eravamo abituati. Se non saremo capaci di ripartire a breve con gli interventi economici necessari rischiamo di far chiudere le nostre aziende”. “Ci sono tante novità molto attese dal comparto – ha annunciato L’Abbate –. Abbiamo snellito la burocrazia per l’ottenimento dei contributi Agea e riguardo le visite mediche dei lavoratori stagionali; abbiamo garantito l’accesso al credito alle imprese agricole attraverso diversi strumenti ed esteso il pegno rotativo alle produzioni di qualità a lunga maturazione. Mi auguro che nasca un proficuo confronto sulle iniziative normative che stiamo portando avanti, nell’interesse delle filiere agroalimentari nazionali che stanno dimostrando, ancor di più oggi in questa fase di emergenza, il loro ruolo cruciale per l’economia del Paese”. 4“Un supporto rilevante in termini economici – ha aggiunto Morroni – è assicurato tramite le risorse del Programma di sviluppo rurale. La Regione ha già messo in campo azioni per fronteggiare lo stato di scarsa liquidità delle imprese agricole. Tra queste, l’accelerazione dell’istruttoria delle domande di pagamento delle misure a superficie dell’annualità 2019 e quelle degli anni pregressi che ancora non erano state pagate per diversi motivi. Entro la fine di giugno, se si riuscirà a sbloccare anche le annualità pregresse, potranno essere liquidate oltre 5.700 domande per circa 53 milioni di euro. A questo scopo, la Regione ha chiesto e ottenuto da Agea il rafforzamento della struttura regionale con sette unità, per accelerare l’istruttoria delle domande da liquidare”. “Occorre puntare subito alla ripresa – ha aggiunto, infine, Morroni – percorrendo quattro vie strategiche: digitalizzazione, come processo di innovazione diffuso e tecnologico; qualità, come tratto distintivo e valore aggiunto dell’intera produzione e delle filiere regionali; aggregazione, per evitare la polverizzazione delle imprese e la frammentazione degli obiettivi, e per aumentare la capacità di stare sul mercato e la competitività; semplificazione burocratica per agevolare e velocizzare i processi di sviluppo”.

Perugia
30/04/2020 11:48
Redazione
Gubbio: prorogati al 5 giugno i termini del concorso per l’ammissione alla Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici
Sono stati prorogati i termini per l`iscrizione al concorso per l’ammissione alla Scuola di Specializzazione in Beni Sto...
Leggi
Il fisico Luca Gammaitoni a Trg Mattino:"Si al piano Tesei per le riaperture in Umbria, ma serve screening di massa e sistema di controllo"
"Bene il piano della presidente Tesei sulle riaperture anticipate in Umbria, ma sia supportato da un massiccio screening...
Leggi
Camera di Commercio di Perugia sulla riapertura del 4 Maggio: "Restano in lockdown 15.533 imprese. Troppa lunga l'attesa fino al 18, esiziale per chi riapre il 1 Giugno"
La Camera di Commercio di Perugia fa il punto sulla riapertura di diverse attività prevista per il 4 Maggio, quando le i...
Leggi
Gualdo Tadino: l'Istituto Casimiri partecipa alla diretta Facebook “Doniamoci”
Anche l’Istituto “R. Casimiri”, con un’esibizione del Laboratorio musicale “Gabriele Luzi”, parteciperà alla diretta Fac...
Leggi
Coronavirus in Umbria: + 1 contagio rispetto a ieri su 1522 tamponi. 1026 i guariti, salgono a 67 i decessi
Un solo positivo in più sul oltre 1500 tamponi, salgono sopra mille le unita` dei guariti mentre c`è purtroppo da regist...
Leggi
Stasera su Trg canale 111 dalle 23.30 in diretta l'alzata "simbolica" del Maggio di San Pellegrino
E` quello odierno il giorno della Festa del Maggio di San Pellegrino, tradizione secolare che si lega al ricordo della f...
Leggi
Fase 2, la road map della Tesei. Dal 4 maggio via ai tolettatori, dall'11 riaprono parrucchieri e dal 18 bar e ristoranti
Il 4 maggio per i tolettaori di animali, l`11 maggio per parrucchieri e barbieri, il 18 per bar e ristoranti, il 25 magg...
Leggi
Gubbio: cordoglio del sindaco Stirati per la scomparsa del presidente di Colacem Giovanni Colaiacovo
Con tristezza e commozione ho appreso la notizia della scomparsa di Giovanni Colaiacovo Presidente della Colacem. Se ne ...
Leggi
C.Castello: #unaltradomenicainsieme, circa 300 musicisti suoneranno al concerto on line del 3 maggio
Ci saranno anche Frankie hi-nrg mc, Elio e le Storie Tese e David Riondino al concerto #unaltradomenicainsieme, la music...
Leggi
Motori: Francesca Pasquino è il nuovo presidente di Amub Magione Spa, società che gestisce l’Autodromo dell’Umbria “Borzacchini”
È Francesca Pasquino il nuovo presidente dell’Amub Magione spa, società che gestisce l’Autodromo dell’Umbria ‘Mario Um...
Leggi
Utenti online:      324


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv