Skin ADV

Un Gubbio esaltante espugna Bergamo (1-2): apre l'ex Loviso, rimonta firmata Valagussa e Rinaldi. Rossoblu in terza piazza

Lega Pro: un Gubbio esaltante espugna 2-1 il campo dell'Albinoleffe e vola al terzo posto. Subito eurogol dell'ex Loviso, rimonta nella ripresa firmata da Valagussa e Rinaldi.

Un Gubbio esaltante, forse il più bello e convincente fin qui visto in stagione, espugna lo stadio "Atleti azzurri d'Italia" di Bergamo nel posticipo della settima giornata del Girone B di Lega Pro: finisce 2-1 per i rossoblu che stavolta vincono in rimonta dopo un avvio choc con un gol dell'ex Loviso da oltre 60 metri. 

Magi recupera Zanchi e rilancia Croce dal primo minuto. Il Gubbio batte il calcio d'inizio con Casiraghi, riproposto trequartista, che avanza fino ai 30 metri poi il suo passaggio laterale è toccato da Gonzi e la sfera finisce dalle parti di Loviso che avanza, osserva Volpe fuori dai pali ed ha la folle idea di calciare direttamente in porta da dietro il cerchio di centrocampo: la sua gittata supera Volpe che vede rimbalzare il pallone dietro le spalle prima che lo stesso finisca in rete. Pazzesca prodezza balistica dell'ex di turno, autore di 12 reti due anni fa nell'annata dell'amara retrocessione eugubina. Dopo la sberla il Gubbio reagisce e la prima chance è per Valagussa che al 22esimo calcia da fuori aerea e il pallone è di poco sopra la traversa. Al 31esimo Marini crossa dalla destra, irrompe sempre Valagussa che incorna a rete ma Coser con un sontuoso intervento respinge, sulla ribattuta Candellone viene poi contratto da Magli. Due minuti dopo ci prova Casiraghi con un destro rasoterra da fuori area, ancora Coser in tuffo si rifugia in angolo. Al 37esimo Candellone da lancio lungo vince il duello fisico con Gavazzi e a tu per tu con Coser cerca la soluzione di precisione ma il suo sinistro è di un soffio a lato.

Nella ripresa il Gubbio continua a tambureggiare e al 51esimo Zanchi crossa dalla sinistra basso per Valagussa che avrebbe un comodo rigore in movimento a disposizione ma liscia con il sinistro la sfera e l'azione sfuma. Al 61esimo si rivede l'Albinoleffe: cross dalla destra di Giorgione, girata volante di Mastroianni da posizione favorevole e pallone di poco a lato. Un minuto dopo assolo di Virdis che concude sporco appena dentro l'area, Volpe si distende e respinge. Magi toglie Romano ed inserisce Giacomarro e al Minuto numero 71uno c'è la solita discesa di Zanchi sulla sinistra, cross teso e deviato da Zaffagnini che diviene esiziale perchè Valagussa di puro opportunismo da due passi con un tocco di destro infila Coser per luno a uno. Seconda rete in campionato per il numero 16 rossoblù e match in perfetta parità. 76Esimo minuto. Undicesimo calcio d'angolo per la compagine eugubina con battuta perfetta di Casiraghi sul primo palo dove c'è Rinaldi che prende il tempo al diretto marcatore e con una sontuosa torsione mette la palla sotto l'incrocio de pali. Gubbio avanti due a uno in cinque minuti e prima rete in campionato per il difensore ex Bari. Due minuti dopo l'Albinoleffe prova a reagire con la sforbiciata dal limite dell'area di Cortellini ma Volpe blocca senza problemi. Nelle file lombarde entra anche Moreo che avrebbe un'occasione propizia al minuto 89 ma scivola al momento della conclusione gettando alle ortiche il possibile pari. Cinque di recupero e al 92esimo Loviso imbecca lo scatto di Virdis che penetra in area ma la sua conclusione a botta sicura è contratta dal salvifico intervento in ripiegamento di uno stoico Zanchi. Finisce così con una vittoria, la terza consecutiva in trasferta, che proietta il Gubbio in terza piazza a quota 13 assieme a Feralpisalò e Sambenedettese.

Ed ora due match in serie al “Barbetti” per i rossoblù al cospetto di Forlì e Maceratese. "Abbiamo vinto meritatamente - afferma ai microfoni di Rgm a fine gara il presidente rossoblù Sauro Notari - schiacciando nella propria meta campo l'Albinoleffe per quasi tutta la partita nonostante il gol subito dopo pochi secondi. Forse ci manca un attaccante d'esperienza ma questa squadra è forte e lo sta dimostrando. Ci meritiamo l'ottima classifica attuale e ora speriamo di fare punti anche in casa dinanzi al nostro pubblico per raggiungere il prima possibile la salvezza, che resta l'obiettivo principale, poi vedremo di toglierci ulteriori soddisfazioni". Sulla stessa linea d'onda anche il Ds Giuseppe Pannacci, sempre intervenuto su Rgm: "Abbiamo dominato e la vittoria è stata sofferta quanto meritata. Abbiamo perso punti per strada soprattutto in casa a causa di singoli episodi ma la squadra sta fornendo risposte di altissimo livello. La nostra classifica è probabilmente al di sopra anche delle nostre aspettative iniziali ma tutto ciò che abbiamo ce lo siamo guadagnato partita dopo partita. Ora però non abbassiamo il livello di guardia anche perchè Forlì e Maceratese sono due partite difficilissime, al cospetto di due compagini assetate di punti oltre che scontri diretti da non fallire in ottica salvezza".

"La squadra ha saputo reagire benissimo all'avvio choc - ha dichiarato a "Fuorigioco" il tecnico Magi - potevamo uscire malconci da questo inizio e da quel gol che francamente nessuno si sarebbe aspettato.  Invece con calma e pazienza abbiamo fatto la nostra partita è già alla fine del primo tempo avremmo meritato non solo il pari ma qualcosa in più. Negli spogliatoi ho detto questo ai ragazzi: di non mollare ma soprattutto di non perdere la testa. Alla fine crederci fino in fondo ci ha premiati. E non ho potuto che fare i complimenti alla squadra perché alla fine ha limitato anche il ritorno dell'Albinoleffe nel finale dove abbiamo rischiato solo in un'occasione". Sulla classifica Magi non si scompone: "In questo momento non la guardiamo. Pensiamo solo a dare continuità ai nostri risultati magari cercando di ritrovare la vittoria davanti al nostro pubblico. Certo non mi sarei aspettato di essere lassù ma credo che i 13 punti siano stati ampiamente meritati, come la vittoria di stasera".

A "Fuorigioco" anche la parole dell'autore del gol lo,bardo, l'ex LOviso: "Il gol? Sono quelle intuizioni che ti vengono all'istante se ti senti di provarci lo fai. Non sempre ti va bene. Ad esempio ci avevo provato in una gara due anni fa con la maglia del Gubbio ma non aveva funzionato. Purtroppo è servito a poco perché il Gubbio è uscito fuori alla distanza e ha dimostrato tutto il suo valore. Francamente devo dire che ha meritato di vincere e noi dobbiamo riflettere sulla prova offerta: a centrocampo abbiamo girato senza continuità e siamo riusciti a offrire pochi palloni davanti. Nel finale potevamo anche pareggiare ma devo dire che la difesa del Gubbio ci ha chiuso ogni spazio". Sul futuro Loviso non esclude anche un ritorno in rossoblu: "Mai dire mai, a Gubbio sono stato benissimo anche se è stata una stagione finita male. Ho fatto il mio record di gol ma ora sono a Bergamo e spero di portare questa squadra alla salvezza che è il nostro obiettivo prioritario".

Gubbio/Gualdo Tadino
03/10/2016 20:30
Redazione
Perugia, venerdì prossimo laurea honoris causa per Claudio Ranieri
Allenatori di calcio laureati in discipline varie ce sono stati (Annibale Frossi, Fulvio Bernardini) e ce ne sono ancora...
Leggi
Gubbio: mostra ‘Moda e potere’ al Palazzo Ducale per il ‘Festival del Medioevo’
In mostra dal 1° e fino al 9 ottobre al Palazzo Ducale, gli abiti del rinascimento, dai Montefeltro ai Della Rovere, tra...
Leggi
Per i terremotati 41 mila euro da Umbria Jazz ad Assisi
Ha incassato 41 mila euro dai 1.100 biglietti venduti, la due giorni di musica ad Assisi da Umbria Jazz, alla quale hann...
Leggi
Le ‘scuse’ di Gubbio a Dante Alighieri aprono oggi il secondo ‘Festival del Medioevo’ dal 4 al 9 ottobre
 ‘Scuse’ ufficiali e solenni a Dante Alighieri. Dopo 714 anni, le porgerà la città di Gubbio, nel Consiglio Comunale str...
Leggi
Due nuovi casi di turbecolosi a Citta' di Castello? Interrogazione dei consiglieri della Lega
Due nuovi casi di tubercolosi a Città di Castello? Se lo chiedono i consiglieri della Lega Nord Riccardo Augusto Marchet...
Leggi
Gubbio: festa per i 106 anni di nonna Maria
La signora Maria Saldi, la “nonna di Gubbio” ha tagliato il traguardo prestigioso dei 106 anni; un record per lo meno a ...
Leggi
Trevi, il Palio dei Terzieri rinviato a sabato 8 ottobre per maltempo
Causa maltempo, il Palio dei terzieri di Trevi, che si sarebbe dovuto tenere sabato 1 ottobre, è stato spostato a sabato...
Leggi
Folignate 64enne denunciato per truffa
Ha creato un falso profilo sui social, pubblicando le proprie foto con falso nome e lasciando credere di essere un ricco...
Leggi
Tanti tifernati al concerto di saluto ai frati francescani
C’è stato il sincero apprezzamento per una presenza importante e davvero riconoscibile, come punto di riferimento spirit...
Leggi
A Spello la prima edizione del “Raduno dei gruppi di cammino della Valle Umbra… e non solo”
Il camminare come gesto quotidiano per il benessere psico-fisico ma anche come occasione per socializzare e riappropriar...
Leggi
Utenti online:      286


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv