Skin ADV
Gubbio/Gualdo Tadino
Gubbio/Gualdo Tadino
Altre Notizie
Gal Alta Umbria: domenica prima escursione su Monte Cucco per "Riscoprire il territorio, camminando"

E’ prevista per domenica prossima 27 luglio la prima iniziativa del progetto “Riscoprire il territorio, camminando”, promosso e finanziato dal GAL Alta Umbria. Il progetto prevede dieci escursioni guidate alla scoperta delle emergenze naturalistiche dell’area del Parco del Monte Cucco e dell’Eugubino Gualdese. Le iniziative, completamente gratuite, si svolgeranno nel periodo luglio-ottobre 2014 e vedranno la partecipazione di Guide escursionistiche del territorio L’escursione del 27 luglio “Sulle tracce dei templari” prevede il ritrovo degli iscritti alle ore 8.30 a Scheggia e la partenza in autobus per Pascelupo. Da qui i partecipanti attraverseranno a piedi un magnifico itinerario storico-naturalistico che toccherà il borgo di Pascelupo, l’Eremo di San Girolamo del Monte Cucco, le Abbazie di S.Emiliano in Congiuntoli, S.Maria di Sitria e Fonte Avellana fino al rientro in bus a Scheggia. Per le informazioni relative alla iscrizione (completamente gratuita) è possibile contattare il GAL Alta Umbria al numero 0759220034 o alla mail info@galaltaumbria.it22/07/2014 09:09:00
Il Lirico di Spoleto in concerto a Trevi e Gualdo Tadino

Si rinnova anche quest`anno la collaborazione tra la Provincia di Perugia, i piccoli Comuni e il Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto con “Continuità – Città, luoghi, armonie del nostro futuro” che farà vivere dal 27 luglio al 3 agosto momenti musicali emozionanti nei luoghi più suggestivi del territorio. Concerti lirico-vocali, tutti in programma alle 21.15, dei cantanti dello Sperimentale con celebri arie del repertorio operistico (Mozart, Rossini, Verdi, Puccini) saranno protagonisti a Cannara-Collemancio (27 luglio), a Gualdo Tadino (28 luglio), a Gualdo Cattaneo (20 luglio), a Preci (2 agosto) e a Trevi (3 agosto). 22/07/2014 13:55:00
Al Alcatraz a Santa Cristina di Gubbio il Festival delle Ecotecnologie

EcoFuturo, il Festival delle Ecotecnologie e dell`Autocostruzione sarà ospitato dal 26 luglio al 2 agosto presso la Libera Università di Alcatraz, a Santa Cristina di Gubbio. Il programma sarà presentato Giovedì 24 luglio ore 10.15 presso la Sala della Vaccara del Palazzo dei Priori in piazza IV Novembre, Perugia. Sarà presenti, alla conferenza stampa, Jacopo Fo, il sindaco di Perugia Andrea Romizi ed il sindaco di Gubbio Filippo Stirati. Qui il programma giornaliero del Festival: http://www.ecotecno.tv/ecofuturo/programma-festival.html Qui i protagonisti del Festival: http://www.ecotecno.tv/ecofuturo/18-partecipanti-ecofuturo.html22/07/2014 11:43:00
La beffa per il Soccorso Alpino: nessun contributo e 32€ di marche bollo per ogni giorno di lavoro

Anche il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria protesta contro l`imposizione che stabilisce che il lavoratore autonomo soccorritore del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) debba spendere 32 euro in marche da bollo per ogni richiesta di rimborso della giornata lavorativa impiegata per le operazioni di soccorso. La Costituzione riconosce al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico numerose competenze di pubblica utilità in particolare per il Soccorso nel territorio montano e gli ambienti impervi. Il CNSAS inoltre contribuisce alla prevenzione ed alla vigilanza degli infortuni durante diverse attività sportive, speleologiche, culturali e molto altro svolte in ambiente montano durante tutte le stagioni. Il 13 giugno scorso l`Agenzia della Entrate (Direzione Centrale normativa, Settore imposte indirette, Ufficio registro e altri tributi indiretti) ha risposto che sulle “istanze, petizioni, ricorsi e relative memorie dirette agli uffici e agli organi (…) dell’amministrazione dello Stato (…) tendenti ad ottenere l’emanazione di un provvedimento amministrativo o il rilascio di certificati, estratti, copie e simili” vanno apposte due marche da bollo da 16 euro – per un totale di 32 pari al 44% del rimborso. Questa pesante tassa grava su ciascuna richiesta presentata all`Ufficio del lavoro e della Massima Occupazione per ottenere il rimborso. Per i volontari del Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) è un doppio schiaffo, oltre a pagare lo scotto di anni di disattenzione da parte della Regione Umbria, ricordando che quello del SASU è l’unico Servizio Regionale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico a non godere di nessun contributo, sostegno, riconoscimento economico da parte della Regione, contrastando così la normativa vigente Legge 21 marzo 2001, n. 74, la burocrazia ha aggiunto una tassa sui rimborsi per il mancato reddito dei volontari CNSAS che sono lavoratori autonomi. Quando impegnati a salvare vite umane, la legge 18 febbraio 1992, n. 162, riconosce ai tecnici del Soccorso alpino e speleologico del CNSAS che siano lavoratori autonomi il diritto ad un rimborso forfettario che compensi in parte la giornata di lavoro. Per Matteo Moriconi Vice Presidente del Soccorso Alpino e Speleologico Umbria tutto questo "è indegno, stiamo già pagando lo scotto di anni di disattenzioni nei nostri confronti da parte della Regione Umbria per un mancato sostegno economico e per di più adesso ci tocca anche pagare per fare Soccorso.. è questa l’assurdità, stiamo calpestando i valori di chi puntualmente dona il suo tempo e rischia la propria vita per salvare vite umane". Si ricorda che il SASU si basa sul sistema del Volontariato. In questo momento sono iscritti, certificati, al SASU n. 73 volontari: uomini e donne che mettono a disposizione gratuitamente il loro tempo per salvare vite umane. I volontari del SASU nel 2013 hanno portato in salvo 43 persone, sono stati impegnati per oltre 13606 ore/uomo per attività di formazione, addestramento e soccorso. I soccorritori sono addestrati ad intervenire, adeguatamente attrezzati e formati, in ambienti impervi, in montagna, nei boschi, sulle pareti rocciose, nelle forre e nelle grotte. Gli uomini e le donne del Soccorso alpino e Speleologico Umbria escono con qualsiasi condizione atmosferica, sono reperibili 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. "E’ la passione, l’altruismo e lo spirito di servizio a spingere il soccorritore a salvare delle vite, rischiando – in certe situazioni – anche la propria" conclude il vice presidente regionale Moriconi.18/07/2014 20:01:00
Leonelli (Pd): "Il voto di Gubbio inequivocabile, ma gli errori stanno da entrambe le parti"

Volevano  una presa di posizione pubblica da parte dei vertici del Partito democratico   nazionale e regionale riguardo la disfatta del circolo locale e un riconoscimento del successo avuto alle scorse elezioni, e così è stato. “Liberi e democratici”, la  corrente del Pd che ha appoggiato la candidatura dell’attuale sindaco Filippo Mario Stirati, ottiene le risposte esposte nel documento politico in cui si chiede chiarezza e trasparenza sul futuro del partito.  Ad esporsi il segretario Giacomo Leonelli, uno dei destinatari della lettera insieme al segretario nazionale, Matteo Renzi, e quello provinciale, Andrea Rossi. «Va preso atto di quanto accaduto a Gubbio e della spaccatura interna del Pd. Su questo bisognerà lavorare», ha dichiarato Leonelli al Giornale dell’Umbria che ha poi aggiunto sulla posizione di “Liberi e democratici”: «Ci sono dei punti condivisibili. Senza dubbio la vittoria di Stirati è legittimata e innegabile. La sua coalizione, inoltre, ha saputo intercettare meglio le esigenze dei cittadini visto che una parte degli elettori del Pd ha appoggiato il suo progetto. È proprio su questo aspetto che deve basarsi il futuro del partito regionale, ritornando tra i cittadini e al dialogo con loro». Quello eugubino così può diventare per il Pd umbro un caso politico «esemplare», come viene definito dallo stesso Stirati? In parte per Leonelli. «L’unico punto che si può prendere come esempio dall’esperienza elettorale di Gubbio - ha spiegato - è appunto il dialogo con i cittadini, non certo la spaccatura che ha creato alle urne. Ci sono stati errori da entrambe le parti. C’è sì bisogno di un cambiamento ma l’inversione non si ottiene creando rotture, ma eventualmente facendo quadrato e con il confronto interno». Ha poi aggiunto il segretario: «La vittoria di Stirati, ottenuta anche grazie alle contraddizioni dello stesso Pd, non è che spazza via le forzature verificate in passate. E la vittoria non sana gli errori né da una parte e né dall’altra. Non è perché ha ottenuto questo risultato che l’attuale sindaco può determinare le regole del Pd, quando mesi prima ha creato una frammentazione». In merito  alle questioni partitiche e per dimostrare l’apertura al dialogo,  il segretario ha garantito che si terrà un incontro nei prossimi giorni tra il responsabile Enti locali del Pd, Andrea Pensi, con i componenti di  “Liberi e democratici” per chiarire ogni punto della lettera . Dopo aver definito la posizione nei confronti dell’esperienza eugubina, non è mancata la riflessione sui rapporti con la nuova Amministrazione: «Un confronto è doveroso, sarebbe immaturo non dialogare soprattutto in vista dei prossimi appuntamenti elettorali con la riforma delle Province prima e il rinnovo della giunta Regionale poi, come ha sottolineato lo stesso Stirati».22/07/2014 09:01:00
Sigillo, torna lo spettacolo delle Mountain bike

Manca pochissimo per il secondo raduno di mountain bike nel Parco Regionale del monte Cucco, in programma a Sigillo domenica 27 luglio 2014. Il tracciato previsto comprenderà tre percorsi, uno breve di km 25 con difficoltà bassa, uno medio di km 35 e uno lungo di 40 km con difficoltà media. Le novità di quest`anno sono principalmente due: un notevole ampliamento del tracciato, all`interno della faggeta secolare del Monte Cucco e la creazione del "bike park la Pineta" nella parte bassa di Sigillo. Tutto questo nasce per una promozione del territorio, una valorizzazione e conoscenza del Parco Regionale del Monte Cucco, che attraverso il raduno, percorrerà sentieri e strade fra il comune di Sigillo ed il comune di Fossato di Vico, che tramite il ciclismo intende sottolineare l`importanza dello Sport come momento di aggregazione ed integrazione sociale, mettendo in risalto il valore educativo dell`attività sportiva, con particolare attenzione al rispetto dell`ambiente e dell`ecologia. Il grande successo dello scorso anno ha visto la partecipazione di oltre 300 bikers, provenienti da tutte le regioni limitrofe (Marche,Umbria, Lazio, Emilia Romagna e Toscana) ma anche dalla Germania e dall`Austria. Alla fine il raduno è risultato il più grande del centro Italia e il monte Cucco è diventato il protagonista assoluto per provare una emozionante esperienza a contatto con la natura, considerando le asperità dei boschi e dei sentieri percorsi per le loro escursioni. Il raduno anche quest`anno è aperto a tutti, ad atleti professionisti ma anche a semplici amatori ed è un evento unico nel suo genere, che già da settimane sta impegnando una ventina di iscritti della mtb Sigillo, intenti a completare il percorso e a renderlo sicuro in tutti i suoi aspetti. Un lavoro impegnativo svolto però con la consapevolezza di regalare al territorio una cartolina di straordinario richiamo turistico che nel tempo potrebbe portare anche tanti appassionati a scegliere i sentieri del parco Regionale del Monte Cucco come meta per le loro vacanze. 22/07/2014 14:21:00



Dal Forum

Utenti online:      136

Newsletter TrgMedia
Twitter

Facebook