Skin ADV
Gubbio/Gualdo Tadino
Gubbio/Gualdo Tadino
Altre Notizie
Gubbio: in crescita l'attività della ‘Banda Comunale’

In ascesa l’attività della ‘Banda Comunale’ diretta dal Maestro Nolito Bambini. Nei primi otto mesi del 2014 la Banda ha onorato già una ventina di impegni, tra servizi istituzionali, processioni, rassegne e concerti. Con l`intensificarsi dell`attività, si è accresciuta la qualità delle performance musicali, con riconoscimenti e attestati di apprezzamento da parte del pubblico e di altre associazioni bandistiche. Dal 18 settembre, presso la sede di via Cairoli, tutti i giovedì si stanno effettuando le prove per la preparazione del prossimo ‘Concerto in onore di S. Cecilia’, programmato per domenica 23 novembre, in luogo ancora da decidere. Infine, è stato avviato un percorso di stretta collaborazione tra ‘Banda Comunale’ e ‘Scuola Comunale di Musica’, volta alla formazione di nuovi strumentisti a fiato, innanzitutto per la parte propedeutica. Al fondo, un duplice costante impegno: contribuire alla diffusione della cultura musicale e bandistica, quale forma di gratuito servizio alla Città e alla cultura, e, attraverso ampie forme di collaborazione con varie associazioni locali (Ade Gubbio, Spirit Onlus, Centro della Gioventù, Associazione Burkina Faso, ecc.), sostenere gli sforzi di solidarietà a vantaggio del territorio. 01/10/2014 16:54:00
Gubbio. delegazione ungherese ricevuta dal sindaco Stirati in comune

Oggi pomeriggio il sindaco Filippo Mario Stirati ha ricevuto nella Sala Consiliare del Comune in piazza Grande, una delegazione ungherese, accompagnata dalla professoressa Laura Zampagli, proveniente dalla città di Szentendre o Sant`Andrea in italiano. E’ una località che si trova lungo il Danubio, nella provincia di Pest, a circa 20 chilometri a nord di Budapest, ed è nota per i suoi numerosi musei e gallerie d`arte. Il sindaco ha dato il benvenuto della città alla delegazione, e con il consueto scambio di doni, ha espresso l’auspicio che si possa stringere un accordo tra Gubbio e Szentendre, dato che la cittadina è già gemellata con Salon, Wertheim e Huntingdon, legate tra loro da vincoli già esistenti. 01/10/2014 18:29:00
Go Internet Spa, primo semestre 2014 con un +48% di fatturato e boom in Borsa (+26% oggi)

Un exploit nella semestrale per il fatturato e un vero boom in Borsa. Giornata da incorniciare per la società eugubina Go Internet Spa che ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014. La Società continua la fase di forte crescita con un aumento del fatturato netto nel I semestre 2014 del 48% rispetto al I semestre del 2013. In particolare, raggiunge un fatturato netto di 1.794 migliaia di euro grazie alla crescita dell’area di business dell’Internet Mobile con tecnologia 4G che nel I semestre di quest’anno ha prodotto il 98% di tali ricavi. Numeri che si sono subito tradotti in grande appeal per i mercati: nel listino AIM dove Go Internet e` quotata da agosto, oggi il titolo ha fatto segnare qualcosa come +26,25% ( 2.39 euro ad azione) migliore performance di giornata su tutto il listino di Piazza Affari. “Una forte crescita del business unitamente all’accelerazione delle attività sul mercato – ha detto il presidente Giuseppe Colaiacovo (nella foto), - ci hanno consentito di raggiungere ottimi risultati in questo primo semestre. Abbiamo saputo cogliere le opportunità fornite dall’internet mobile 4G a conferma che il nostro modello, oltre a essere sostenibile, è in grado di raggiungere incrementi importanti in un arco temporale relativamente breve. Nel dettaglio, l’area di business dell’Internet Mobile con tecnologia 4G ha visto crescere il proprio fatturato nelle regioni Marche ed Emilia Romagna, aree territoriali in cui la Società è titolare dei diritti d’uso delle frequenze in banda 3,5 Ghz e offre a famiglie e imprese servizi di connessione internet e voce. La clientela attiva è aumentata del 53% rispetto al 30 giugno 2013. Il forte sviluppo e l’elevato tasso di penetrazione di GO internet nel mercato è dovuto in particolare al notevole abbandono da parte degli utenti dell’utilizzo di internet via cavo 01/10/2014 18:33:00
Bastia U: furti durante la festa, arrestati due giovani

Nel corso della consueta attività di prevenzione e di vigilanza svolta dai Carabinieri della Compagnia di Assisi in occasione dei festeggiamenti tenuti in onore di San Michele, i militari hanno tratto in arresto due giovani rapinatori i quali, in concorso con altri loro coetanei hanno aggredito due giovanissimi avventori. Erano da poco passate le due di questa notte quando una banale lite tra ragazzi degenerava in una autentica aggressione e da qui in rapina. Le fasi sono concitate, gli attimi frenetici. Gli insulti danno subito vita agli spintoni e gli aggressori pensano bene di sottrarre anche le chiavi dell’autovettura dei ragazzi, un giacchetto un cellulare I – Phone 4S ed il portafogli. Immediato l’intervento di un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile dei Carabinieri di Assisi che gravitava nel centro di Bastia per la consueta capillare attività di prevenzione e controllo del territorio. I militari raccolgono immediatamente le prime testimonianze dai giovani aggrediti che forniscono nonostante lo stato di choc una descrizione attendibile utile ai militari per mettersi alla ricerca degli autori del fatto. Uno dei rapinatori accenna ad un timido tentativo di fuga ma dopo un breve inseguimento a piedi per le vie del centro abitato viene raggiunto e bloccato da un Carabiniere. Anche il secondo complice viene catturato mentre tentava di fuggire sempre a piedi in altra direzione nel centro di Bastia. I due vengono portati in caserma dove inizia una lenta e meticolosa ricostruzione dei fatti: gli inquirenti ricostruiscono gli attimi della notte appena trascorsa e sentono a verbale le vittime accompagnate nel frattempo al Pronto Soccorso di Assisi. Ai due verrà diagnosticata una prognosi di cinque e sette giorni, a fronte delle ecchimosi e delle escoriazioni riportate a seguito dell’aggressione. Per i due rapinatori, entrambi di giovane età, ma gravati da numerosi precedenti penali, dopo le formalità di rito, si apriranno invece le porte del carcere, dove davanti ai giudici dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso e di lesioni. 28/09/2014 08:29:00
In Umbria piu' pensionati che lavoratori: per Smacchi (Pd) sono il piu' robusto ammortizzatore sociale

“La crisi economica, oltre a seminare miseria e precarietà, ha ridisegnato completamente la mappa della ricchezza e la sua distribuzione. In Umbria il numero dei pensionati in rapporto alle persone in età lavorativa è del 48,6%, decisamente superiore al dato nazionale (41,7%)”. Lo evidenzia il consigliere regionale Andrea Smacchi (Pd) commentando i “significativi i dati pubblicati dall`Istat sui trattamenti pensionistici e sui beneficiari rispetto alla collocazione territoriale”. “I dati – spiega l`esponente del PD – ci dicono che i `nonni` contribuiscono in modo consistente al sostentamento economico delle famiglie dei propri figli e segnala un deciso cambiamento nelle abitudini degli umbri. Molti famigliari inoltre, data la difficoltà di arrivare a fine mese si sostituiscono alle badanti prestando personalmente servizio ai propri anziani, oppure rinunciano all`asilo per i propri bambini lasciandoli ai nonni durante l’attività lavorativa che è sempre più incerta”. “Si evidenzia – aggiunge Smacchi – che ogni 4 occupati ci sono tre pensionati: circa 362.450, contro 271.980. Un dato la dice lunga anche sull’elevato indice di vecchiaia della nostra regione, dovuto principalmente alle politiche di invecchiamento attivo adottate e al buon sistema sanitario. L`Umbria si attesta su percentuali significative (21,47%) anche nell`incidenza della spesa pensionistica che ammonta a circa 4,55 miliardi di euro sul Pil della regione che è di 21,222 miliardi di euro. La percentuale di pensionati umbri rispetto alla popolazione residente è del 30,7%”. “Alcuni indicatori - prosegue Andrea Smacchi - come il rapporto tra le classi di importo mensile delle pensioni e le ripartizioni geografiche esprimono dati interessanti; nella provincia di Perugia le pensioni superiori ai 3.000 euro mensili corrispondono al 4,6 per cento del totale mentre nella provincia di Terni sono il 5,35 per cento, dato molto inferiore a quello di tutte le regioni del centro Italia che si attesta al 7,26 per cento. Appare chiaro come la vocazione impiegatizia, prevalentemente pubblica, dei nostri cittadini incida significativamente sulla media. Anche il dato delle pensioni tra i 1.000 euro e i 1.500 euro si discosta in maniera rilevante dal dato nazionale, infatti nella provincia di Perugia è il 26,9% e in quella di Terni e del 22,15% rispetto alle pensioni totali erogate rispetto a una media del 22,9% nel Centro Italia. A fronte infatti degli 886mila abitanti del nostro territorio, di cui 541mila in età lavorativa, sono solo 362.450 le persone occupate. Ancora più significativo il dato dei lavoratori in cassa integrazione e non occupati che risultano essere rispettivamente 25mila e 51mila. Tali dati - conclude il consigliere regionale - confermano che nella nostra regione siamo in presenza di una situazione economica e sociale sempre più delicata ed in cui il ruolo della famiglia e degli anziani rappresentano in molti casi un vero e proprio ammortizzatore sociale naturale. Compito delle istituzioni è quello di mettere in campo tutti gli strumenti per invertire la rotta prima che sia troppo tardi”.30/09/2014 18:37:00
Gubbio: Bariti verso la firma, Guerri scalpita in vista di Prato

Doppia seduta nella giornata odierna per il Gubbio, nel giorno di passaggio di consegne presidenziale da Marco Fioriti, che diverrà nell`incontro programmato in serata tra i soci eugubini nuovo amministratore delegato, a Sauro Notari. Nel mirino c`è la trasferta di domenica a Prato, con mister Acori che potrebbe avere una freccia in più al proprio arco, ovvero l`esterno d`attacco Davide Bariti, che da ieri si allena al Barbetti e potrebbe esser messo sotto contratto nelle prossime ore. Da verificare lo stato di salute di Regolanti, che ha rimediato una forte contusione all`anca con il Savona, con Cais comunque pronto a sostituirlo in caso di forfait. Ballottaggio anche tra Luparini e Mancosu per la corsia destra mentre in mediana Guerri si candida per una maglia da titolare sul centro-sinistra, con Casiraghi sul lato opposto e Domini favorito su Loviso per il ruolo da regista. In difesa, invece, non dovrebbe variare nulla, con Luciani e D`Anna laterali e Rosato-Lasicki coppia centrale, mentre Galuppo tornerà nei prossimi giorni gradualmente in gruppo ma difficilmente sarà disponibile nelle prossime due gare01/10/2014 14:45:00



Dal Forum

Utenti online:      85

Newsletter TrgMedia
Twitter

Facebook