Skin ADV
Foligno/Spoleto
Foligno/Spoleto
Altre Notizie
Al via dopodomani l'Ottobre trevano

Sarà il Convivium Terzieri, cena itinerante nelle tre taverne del centro storico di Trevi, abbinato alla gara gastronomica ‘Liber dei Coquina’, ad aprire dopodomani alle 19.30, il ricco programma dell’Ottobre trevano che si chiuderà domenica 26. Un cartellone, inserito nel più ampio ‘Appuntamenti d’autunno’, promosso da Pro Trevi, Ente palio dei Terzieri e amministrazione comunale, dedicato a cultura e tradizioni locali con un significativo spazio per l’enogastronomia, testimoniato anche dalla 50esima edizione della Sagra del sedano nero e della salsiccia che si aprirà domenica 19 ottobre. 30/09/2014 17:21:00
Foligno. Al via la nuova stagione del Supersonic con la grande musica dal vivo

Dopo aver concluso una prima stagione di grande successo, il Supersonic Music Club sta per inaugurare un nuovo anno all`insegna della musica dal vivo, con tanti appuntamenti ogni settimana e numerose collaborazioni con le associazioni locali. Unico punto di riferimento a Foligno per i concerti e la musica live, con la nuova stagione che sta per inaugurarsi, il Supersonic si propone come luogo di aggregazione per gli amanti della musica di ogni genere e come fulcro della socialità per le giovani generazioni. Non solo un music club con proposte varie e trasversali, capaci di attrarre un pubblico amplissimo ed eterogeneo, ma anche luogo in cui far nascere sinergie positive tra cittadini, artisti, creativi, e dove lanciare la carriera di musicisti emergenti. La stagione 2014/2015 del Supersonic si inaugura sabato 4 ottobre con l`opening party che vedrà salire sul palco, ampliato e rinnovato, del music club i Bud Spencer Blues Explosion, duo romano alternative-rock dal sound granitico che presenteranno il loro quarto album “BSB3” pubblicato lo scorso giugno dalla “42 Records”. Band spalla della serata i Bang Blues Trio. Prima dell`apertura ufficiale della stagione, il Supersonic è già ripartito dalla scorsa settimana. Aperto ogni giorno da mattina a sera, vuole essere molto più di un semplice bar: ambisce a diventare luogo di ritrovo per gli amanti della musica, dove sia possibile ascoltare e scambiare dischi (è in atto la realizzazione di un circuito di scambio di vinili e libri) e suonare (nella saletta del Dream Bar campeggia un bellissimo pianoforte). Ma si presterà anche ad accogliere chiunque voglia trascorrere pomeriggi e serate in buona compagnia con giochi da tavola, libri, e internet WiFi gratuito. Il Supersonic Dream Bar ogni giovedì proporrà una programmazione musicale basata sulle band emergenti e sui talenti umbri, con spazi più ristretti rispetto al club e, dunque, più intimi e raccolti, dove sia possibile fruire e apprezzare al meglio quei musicisti in erba alla ricerca del proprio pubblico. È fissato per giovedì 2 ottobre, infatti, il secondo appuntamento con “El Clandestino” (che si svolge 2 volte al mese): rassegna di libere interpretazioni e improvvisazioni artistiche, di contaminazioni tra musica e altre arti performative. Giovedì 2 ottobre dalle ore 20,00 improvvisazioni al pianoforte di Emanuele Raspa e performance di lettura di alcuni ospiti speciali, il tutto accompagnato da una cena gustosa e originale curata da Cesare Bazzucchi e, a seguire, degustazione di assenzio e di cocktail di ispirazione vintage realizzati da Pierluigi Coppola. La programmazione del Supersonic, già dalla prossima settimana, vedrà collaborazioni con l`Umbria World Fest e, successivamente, con l`associazione Black Sheep e lo Spazio Zut – Ex cinema Vittoria. Un nuovo inizio per il Supersonic e il suo giovanissimo gestore, Lorenzo Possanzini, determinato nella sua missione di rendere Foligno una delle principali mete del centro Italia per la musica dal vivo. La programmazione messa a punto si muove su due binari: quello delle eccellenze musicali trasversali italiane e straniere e quello della valorizzazione e promozione dei giovani talenti umbri. Non a caso, da giovedì 9 ottobre partirà il Supersonic Fest, rassegna dedicata alla scena dei gruppi emergenti umbri e ai loro brani inediti. Chiunque sia interessato a iscriversi può farlo mandando una email a supersonicfest.foligno@gmail.com. E, intanto, cresce l`attesa per il concerto di Eugenio Finardi del 24 ottobre. A breve si apriranno le prevendite.30/09/2014 13:10:00
Foligno: il Polo della Meccatronica all'esame del centro analisi di Unicredit

Il settore della Meccatronica, in Umbria, è costituito da imprese che operano negli ambiti dell’Automotive, dell’Aerospazio, dell’Automazione industriale e delle Tecnologie sociali. Nel 2011 Confindustria e Regione Umbria hanno costituito il Polo Regionale Umbro della Meccatronica e della Meccanica Avanzata con l’intento di innalzare il livello di competitività delle aziende di questi settori, valorizzando l’innovazione e il trasferimento tecnologico tra imprese, università e centri di ricerca. Delle tematiche relative al Polo, ma anche di case history creditizie e parametri di valutazioni finanziarie si è discusso ieri pomeriggio nella sede di Confindustria Umbria a Foligno con Giuseppe Metelli, Presidente Confindustria Umbria sezione di Foligno, Paolo Bazzica, Presidente del Polo Meccatronica Umbria, Luca Lorenzi, Deputy Regional Manager Centro Nord UniCredit, Riccardo Masoero, Responsabile Analisi Territoriali e Settoriali di UniCredit, Marco Prati, Vice Responsabile Crediti Centro Nord UniCredit, Cristiana Colli, ricercatrice dello Studio AASTER, Luciano Bacoccoli, Area Manager Umbria di UniCredit. Il Polo della Meccatronica, che oggi annovera più di 100 imprese aderenti, costituisce, secondo Riccardo Masoero, responsabile dell’ufficio Studi Territoriali e Settoriali di UniCredit, un “SISTEMA”, ovvero un aggregato di imprese diverso da distretto, settore o filiera produttiva e significativo per la complessità della sua realtà produttiva attuale e per la difficoltà di "misurarne" con precisione il perimetro produttivo. “Per descrivere il Polo della meccatronica, sia il concetto di distretto che quello di filiera sono superati perché nella meccatronica la parola chiave è integrazione, cioè la capacità di lavorare in squadra tra il detentore di know how, il produttore di componenti esterni, il contributo dei supporti di software. Questa è la capacità fondamentale che viene richiesta in un sistema di questo tipo. Tanto più c’è una rete di connessioni che funzioni tanto più ci sono dei collegamenti, tanto più saranno efficaci e competitivi i prodotti realizzati da queste aziende della meccatronica”. L’evoluzione recente del polo meccatronico umbro (a partire dal 2011, anno di riacutizzarsi della grande crisi, dopo il parziale rilancio seguito al tracollo del 2008-2009), ha visto una evidente inversione di tendenza per tutti gli indicatori nel 2013, con proiezioni positive per il biennio 2014-2015 e una dinamica – rispetto all’andamento nazionale – più accentuata per il mercato interno e meno vivace per l’export. L’analisi appare correlata principalmente alle performance delle imprese operanti nell’impiantistica, che rappresentano i quattro quinti della produzione complessiva della meccatronica umbra. Meno sviluppato ma più dinamico, nel confronto intersettoriale, appare il polo aerospaziale, con alcune imprese ampiamente proiettate sulla dimensione globale dei mercati. Secondo i dati presentati da Riccardo Masoero, gli aspetti che più positivamente caratterizzano il “sistema” meccatronica sono legati al PRODOTTO ed al PROCESSO PRODUTTIVO. Nel primo punto prevalgono i temi della qualità e del forte orientamento al cliente in termini di qualità ed affidabilità del prodotto, innovazione e differenziazione, mentre nel campo del processo produttivo il successo è legato agli investimenti in ricerca e sviluppo, al know how elevato , alla innovazione di processo. In termini di fattori critici invece l’analisi di UniCredit individua la frammentazione dell’offerta che genera una “debolezza” verso l’esterno in termini di scarso accesso ai finanziamenti non bancari, costi, reperimento delle competenze, difficoltà ad accedere a nuovi mercati di sbocco. Per una valutazione delle opportunità di sviluppo Masoero giudica premianti le strategie che aumentano massa critica e sinergie: Crescita dimensionale, Capacità di fare rete, Risalita nella catena del valore sono i temi che possono permettere di sviluppare i fattori critici del successo per il sistema della meccatronica umbra. «Alcune delle criticità messe in evidenza dallo studio predisposto da Unicredit - ha detto il presidente del Polo, Paolo Bazzica - sono tra gli obiettivi che il Polo si propone di affrontare per facilitarne la soluzione. Ne cito solo due: la prima, ovvia, è quella di agevolare il più possibile l`attività di ricerca e di innovazione che, come conferma il rapporto Unicredit, risulta determinante nel contesto competitivo del nostro comparto; la seconda è altrettanto implicita e riguarda il superamento del fattore dimensionale quale elemento di debolezza, attraverso la specializzazione delle imprese, a cominciare dalle fasi di acquisizione e di sviluppo di nuove tecnologie, per arrivare alla gestione condivisa ed integrata delle attività quando le stesse sono condotte in forma clusterizzata e quindi anche ad una capacità di agire insieme su determinati mercati di sbocco commerciale». Secondo la sociologa Cristina Colli dello studio AASTER frammentazione della struttura produttiva, polverizzazione dell`offerta, prevalenza di imprese di piccola e piccolissima dimensione (poche le aziende medio-grandi), con una produzione prevalentemente orientata alla produzione di parti assemblate all’esterno del polo, definiscono implicitamente anche l’agenda delle priorità per il salto qualitativo e lo sviluppo del polo meccatronico umbro. In specifico, i temi urgenti riguardano: il salto dimensionale, organizzativo e tecnologico di un adeguato numero di piccole imprese; ciò pone al centro anche la questione del finanziamento bancario (non c’è problema di liquidità o accesso al credito per le imprese medie o più strutturate, mentre i problemi aumentano scendendo di livello). un incremento della quota di export generata dalle imprese del polo, attraverso un primo accompagnamento all’internazionalizzazione di parte di queste e lo sviluppo di maggiori opportunità per quelle già presenti sui mercati esteri; l’accesso più strutturato a competenze specialistiche (oggi problematico) e alle conoscenze strategiche per l’innovazione di prodotto, non necessariamente generate da istituzioni presenti sul territorio. Luca Lorenzi, Deputy Area Manager di UniCredit per la Region Centro Nord (Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria) ha concluso sottolineando che “L’occasione di questo studio “originale ed inedito” sul polo della meccatronica ha costituito per UniCredit l’opportunità concreta per confrontarsi con le aziende del settore sugli aspetti più concreti del rapporto banca impresa. Nello studio, a fianco di una analisi strutturale del polo, UniCredit ha voluto anche far vedere come un istituto di credito che utilizza dei sistemi di rating standardizzato interpreta questo settore; da parte delle aziende lo studio può invece costituire l’occasione per dire alla banca ed alle sue strutture operative nel territorio quali sono gli aspetti dell’approccio bancario che ritiene opportuno migliorare, cosa la banca può fare di più, come si può migliorare la collaborazione per dare sviluppo al settore. In sintesi anche in questo caso, quali sono le strade per raggiungere una positiva integrazione tra banca e impresa”.30/09/2014 16:28:00
Foligno. Uil Fp contro tre assunzioni 'fiduciarie' in Municipio

Dopo aver avviato la vertenza relativa alle condizioni di disagio della polizia municipale il segretario territoriale vicario della Uil Fpl Andrea Russo -che ha comunicato un`adesione pressochè totale allo sciopero del 28 settembre scorso- torna alla carica sull`operato del sindaco di Foligno Nando Mismetti ed in merito alle risorse stanziate all`ufficio di supporto al sindaco commenta: “meglio utilizzare queste risorse per i servizi ai cittadini”. Russo, in particolare, afferma che non ci sarebbero risorse per effettuare assunzioni, tantomeno per potenziare l`organico della polizia municipale, ma l`amministrazione si appresta ad assumere tre lavoratori a tempo determinato su scelta puramente fiduciaria: un portavoce, un istruttore amministrativo ed un istruttore direttivo 30/09/2014 12:49:00
La proposta "salva-Bevagna" diventa caso nazionale

La proposta ‘salva Bevagna’ avanzata dal sindaco Analita Polticchia per salvare la città delle Gaite dalla bancarotta finanziaria, a causa del piano di risanamento e dei nuovi tagli governativi, è diventata un punto di riferimento a livello nazionale. Le richieste del primo cittadino bevanate infatti, sono state recepite alla lettera con l’impegno che saranno trasformate in un emendamento, direttamente dal Sottosegretario alla Pubblica Amministrazione, Angelo Rughetti in accordo con lo stesso Ministero dell’Economia e Finanze. ‘Stiamo portando avanti una battaglia storica, un comune piccolo come il nostro è riuscito a far valere le proprie ragioni sino a Roma – spiega il sindaco Polticchia – sino a convincere esponenti di spicco del Governo della giustezza delle nostre proposte, e spingerli a correggere politiche nazionali. Ho ricevuto grande attenzione dai sottosegretari dei ministeri della Pubblica Amministrazione, dell’Economia e Finanze e dell’Interno – aggiunge – grazie ad un intenso lavoro politico nonché al nome ed alla fama che Bevagna può vantare nel Paese’. La battaglia bevanate consentirebbe ad altri otto comuni umbri, ed a centinaia in tutta Italia, di chiudere senza problemi il bilancio, evitando paradossalmente che ai già pesanti processi di risanamento in corso, si aggiunga la ‘mazzata finale’ delle penalizzazioni da parte del Governo. Il sindaco Analita Polticchia doveva essere ricevuta dal sottosegretario del Ministero dell’Economia, Giovanni Legnini, appositamente convocata per mercoledì scorso 17 settembre. “Ero già pronta a partire quando mi hanno avvisato che il vertice era stato annullato – fa sapere il primo cittadino bevanate – il sottosegretario infatti stava lasciando l’incarico, essendo stato nominato al Consiglio superione della Magistratura, proprio in questi giorni. L’appuntamento serviva proprio per recepire dal Comune di Bevagna ulteriori osservazioni utili alla messa a punto di misure a tutela dei comuni da inserire nel decreto legge ‘Sblocca Italia’”. E dopo l’appello del consigliere regionale Luca Barberini, la Polticchia è stata anche ricevuta dalla presidente della Regione dell’Umbria Catiuscia Marini. ‘Ci stiamo battendo a tutti i livelli per salvare Bevagna e le altre realtà che si trovano nella nostra condizione – conclude – è fondamentale l’interessamento da Perugia e da Roma, ma ancor più importante a fare fronte comune nella nostra città, per portare a casa una vittoria di tutti e per tutti’.23/09/2014 11:54:00
Mezza Maratona di Foligno, trionfi per Santoro e Tamburi

Esordio da incorniciare per la Mezza Maratona di Foligno, andata in scena ieri mattina e organizzata dalla Winner Foligno. Una corsa su un percorso di 21 km al quale hanno reso parte atleti di livelo nazionale e internazionale, tra i quali hanno spiccato Dario Santoro e Silvia Tamburi, atleti di Potenza Picena e Avis Perugia che hanno saputo imporsi rispettivamente nella classifica maschile e femminile. Dietro a Santoro, secondo posto per Alessandro Brancato del Casone Noceto, terzo Simon Rugut dell`Atletica Dolomiti Belluno. Nella femminile a completare il podio Michela Ciprietti della Podistica Solidarietà e Laura Mosconi del Dream Runners Perugia. 29/09/2014 09:04:00



Dal Forum

Utenti online:      123

Newsletter TrgMedia
Twitter

Facebook