Skin ADV
Foligno/Spoleto
Foligno/Spoleto
Altre Notizie
Vino custode della biodiversità: alleanza Caprai-WWF

Anche il vino è “custode” della biodiversità, e ora a testimoniare la crescente attenzione del mondo enologico verso il territorio che ne è la “linfa vitale”, arriva anche il WWF: è la Arnaldo Caprai, la cantina che ha rilanciato il Sagrantino di Montefalco ed il suo territorio alla ribalta internazionale, la prima azienda del vino italiano ad avviare il percorso di “Stewardship of Biodiversity” con “WWF-Arnaldo Caprai”, progetto work in progress con l’associazione del Panda che, dal cuore dell’Umbria, guarda alle tante aziende italiane che si riconoscono all’interno di un ciclo virtuoso di attività produttiva e vogliono contraddistinguere il loro percorso d’impresa come “Custodi della Biodiversità”. Come quello che ha portato la Arnaldo Caprai, da oltre vent’anni, a selezionare i cloni del vitigno Sagrantino, ricercando nell’areale tipico di produzione le piante madri per l’ottenimento delle barbatelle e riportandolo in auge. “E’ lungo la strada della biodiversità che abbiamo incontrato il WWF - racconta Caprai - già partner di un’azienda di famiglia nel settore moda (Cruciani e Cruciani Braccialetti) e abbiamo deciso di provare a coniugare insieme produzione ed ambiente. In occasione di Vinitaly annunceremo con il WWF l’avvio di un percorso di “Stewardship of Biodiversity” per l’azienda Arnaldo Caprai, un’offerta del WWF aperta a tutte quelle aziende che vogliano condividere questo percorso di tutela e miglioramento che sarà tra le best practice di WWF nel cluster della Biodiversità all’interno di Expo 2015”. La case history della Arnaldo Caprai è legata al progetto della biodiversità del Sagrantino, e ad un vigneto molto speciale: Cobra, ovvero la più ricca banca-dati al mondo sul Sagrantino, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, “un appezzamento sperimentale a Montefalco in cui sono coltivati, custoditi, catalogati tutti gli antichi genotipi di questa varietà - spiega Marco Caprai, patron della cantina - che noi abbiamo individuato e recuperato da più di vent’anni. E all’interno del quale sono state riprodotte barbatelle anche da gemme prelevate da piante più che bicentenarie; piante che senza questo intervento sarebbero andate perse a causa di una naturale estinzione, dell’erosione della biodiversità a causa dell’uomo. Ampliato con il vigneto delle piante da seme, da qui è arrivato anche il Sagrantino Bianco oltre a nuovi potenziali cloni. Queste piante ottenute da seme si possono considerare come un afflusso di nuovo sangue in un organismo vivente che tramite queste ringiovanisce e rafforza le sue barriere naturali”. Dal vigneto Cobra, e solo da questo, si ottiene un vino di incredibile complessità, eleganza e finezza che regolarmente l’azienda utilizza nella produzione del Sagrantino 25 Anni, etichetta d’eccellenza della cantina. All’Expo di Milano sarà presentato anche “Montefalco2015 The New Green Revolution”, progetto con capofila Caprai “avviato nel 2008 guardando all’Expo 2015 come approdo naturale per presentare un modello Italiano di sostenibilità in campo vitivinicolo che costituisca un benchmark a livello internazionale”, spiega ancora Marco Caprai, e che ha portato alla realizzazione di un Decalogo di Regole condivise che garantisce la sostenibilità ambientale, economica e sociale delle aziende che decidono di aderirvi, certificato da un Ente Terzo (CSQA), un unico in Italia e che coinvolge l’Associazione Grandi Cru di Montefalco e le cantine storiche del territorio. Un territorio che Caprai ha contribuito a rilanciare alla ribalta internazionale - studiato ed analizzato anche dalla Fondazione Agnelli - a partire proprio dalla selezione clonale del Sagrantino. Ma anche sperimentando il “vino del futuro”, in un vigneto in cui vengono simulati sulle viti gli effetti del clima che verrà tra 50 anni. Le guide dei vini, da anni, consacrano tra i migliori vini italiani il Sagrantino di Montefalco della Caprai, “European Winery of the Year” 2012, per la prestigiosa rivista americana “Wine Enthusiast”, che, tra l’altro, ha eletto l’Umbria, il “cuore verde d’Italia”, unica regione Italiana tra le “10 Best Wine Travel Destinations” 2014, riconoscimento che arriva grazie anche all’affermazione della produzione enologica umbra.02/04/2014 13:06:00
Foligno: Young Jazz Festival lancia raccolta fondi on-line

Raccolta fondi on-line per finanziare la decima edizione di Young Jazz Festival (Foligno, dal 17 al 25 maggio): l`obiettivo e` arrivare a quota 10.000 euro con il crowdfunding, grazie alla piattaforma online "fundedbyme". La sollecitazione degli organizzatori - spiega un loro comunicato - e` a quel pubblico che nel festival folignate ha creduto fin dall`inizio e a chi ha animato la manifestazione in questi anni. Tutto questo per realizzare il progetto Young Jazz, che tende a mettere insieme, anche nell`edizione del decennale, nuovi talenti e nomi gia` affermati. Chi fara` offerte ricevera` come ringraziamento gadget, biglietti omaggio, pass, ingressi ai backstage, pacchetti cena piu` concerto. La raccolta on-line andra` avanti fino al 22 maggio prossimo. 11/04/2014 17:11:00
Patata rossa Colfiorito Igp: domani accertamento al Ministero Politiche agricole

Prosegue l`iter per il riconoscimento dell`Igp (Indicazione geografica protetta) per la patata rossa di Colfiorito. Per domani e` stata indetta dal ministero delle Politiche agricole, d`intesa con le Regioni Umbria e Marche, la riunione di pubblico accertamento nel corso della quale verra` data lettura della proposta di disciplinare di produzione redatta a seguito dell`istruttoria e dei pareri favorevoli delle due Regioni. Scopo della riunione - spiega un comunicato della Regione - che si terra` alle 12.30 nella sede del Parco di Colfiorito, via Adriatica (ex Casermette), a Colfiorito, e` di permettere alle istituzioni di verificare la rispondenza del disciplinare proposto ai metodi "leali e costanti" previsti dal regolamento Ue (n. 1151/2012). Sono invitati a partecipare i rappresentanti dei Comuni, delle organizzazioni professionali e di categoria, i produttori e gli operatori economici interessati. 15/04/2014 11:37:00
Tifoso folignate ferito: miglioramenti ma resta la prognosi riservata

Nel fine settimana i medici della Struttura di Rianimazione del S. Maria della Misericordia di Perugia hanno  constatato  “significativi  miglioramenti “ delle  condizioni del tifoso  di calcio folignate, Massimiliano Antonelli, rimasto coinvolto negli incidenti di domenica 6 Aprile a Bastia Umbra. Questa mattina i sanitari hanno voluto informare su questi progressi . Nello  specifico, come riferisce una nota dell’Ufficio Stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, in contatto con la Direzione Sanitaria, "il paziente respira autonomamente, senza cioè l’uso delle apparecchiature, mentre prosegue la  fase di diminuzione di farmaci per la sedazione”. Si ritiene che nei prossimi giorni i sanitari procederanno con altri interventi  per accertare le conseguenze del grave trauma subito dall’uomo. In ogni caso i sanitari hanno voluto ribadire che la prognosi riservata fin dal primo momento non è stata ancora sciolta.14/04/2014 15:02:00
David Sassoli a Foligno con Mismetti

David Sassoli, capodelegazione del Pd all’Europarlamento e candidato del Pse al Parlamento Europeo, sarà a Foligno il 4 aprile prossimo per un incontro pubblico sulle politiche europee come opportunità di crescita. All’iniziativa, che si terrà alle 18, nei locali della pasticceria Beddini (via Fornaci Hoffman 2), interverrà anche Nando Mismetti, candidato a sindaco di Foligno per la coalizione di centrosinistra. 01/04/2014 18:30:00
Serie D: Pistoiese in Lega Pro, il Foligno piega l'Arezzo e ipoteca la piazza d'onore

31esimo turno in Serie D: alla Pistoiese basta il pareggio per 2-2 con la Pianese per la matematica promozione in Lega Pro con tre giornate d`anticipo, con i Pro che mancavano da cinque anni per la compagine toscana. il Foligno ipoteca invece il 2°posto superando 2-0 l`Arezzo al "Blasone": reti di Luchini al 24esimo del primo tempo e di Chiani al 20esimo della ripresa per i falchetti, che staccano di tre lunghezze proprio gli aretini. Finisce 0-0 in 90 minuti avari di emozioni il derby tra Trestina e Gualdo-Casacastalda, mentre il Bastia cade di misura sul terreno della Flaminia. Nella lotta salvezza, fondamentale successo della Pontevecchio che riesce ad aver ragione per 2-1 della Narnese ed altrettanto importante il blitz esterno sempre per 2-1 del Deruta a domicilio del Sansepolcro13/04/2014 17:26:00



Dal Forum

Utenti online:      118

Newsletter TrgMedia
Twitter

Facebook