Skin ADV

Assessore Coletto su direttori delle Aziende sanitarie e ospedaliere

“Massimo impegno per rilanciare il sistema sanitario anche attraverso la nomina di manager in grado di raggiungere gli obiettivi”.

“Nessun balletto di direttori, ma un avvicendamento di professionisti che, in un momento estremamente delicato per la sanità nazionale e non solo regionale, punta a garantire ai cittadini risposte alle domande di cura”: l’assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto, vuole fare chiarezza relativamente alle notizie diffuse sui ricambi dei direttori delle Aziende e della Sanità regionale. “Occorre ricordare la genesi di tutta vicenda – afferma Coletto – ovvero, partire dall’azzeramento dei vertici della sanità regionale a seguito delle indagini della cosiddetta Sanitopoli e la conseguente nomina di commissari straordinari nelle quattro Aziende sanitarie imposte dal Governo nazionale”. “Nel 2019 – prosegue - la precedente Giunta regionale è stata costretta dalle note vicende giudiziarie a nominare dei commissari che avessero le caratteristiche dell’estraneità e della terzietà rispetto al sistema sanitario umbro, per garantire la tutela del sistema sanitario regionale. Infatti, i commissari straordinari per definizione, ricoprono un incarico temporaneo, dettato dall’emergenza, fino alla nomina dei direttori generali. Nomina quest’ultima, fatta dall’attuale Giunta regionale nel giugno 2020”. “Sempre in merito agli avvicendamenti di alcuni commissari, va precisato che sono avvenuti per trasferimento volontario presso altre aziende (Luca Lavazza dalla Usl Umbria 1 all’Azienda ospedaliero-universitaria di Bologna, Massimo Braganti dalla USL Umbria 2 all’Azienda sanitaria-universitaria Friuli Centrale, Lorenzo Pescini dall’Azienda ospedaliera di Terni all’Azienda Usl Toscana Centro) mentre per gli altri si è giunti alla scadenza naturale dell’incarico temporaneo. Mentre per quanto riguarda i direttori generali nominati per tre anni, tre di questi (Gilberto Gentili, Marcello Giannico e Pasquale Chiarelli) hanno rassegnato le dimissioni per scelte personali. Stesso discorso vale per il direttore regionale Claudio Dario che nel 2020 ha lasciato il suo incarico per raggiunti limiti d’età”. Concludendo Coletto ha ribadito che “l’amministrazione regionale sta mettendo in atto tutte le misure strutturali per sostenere e rilanciare il sistema sanitario anche attraverso la nomina di manager in grado di raggiungere gli obiettivi loro assegnati che allontanino definitivamente l’Umbria da una fase di opacità amministrativa e gestionale come quella che ha pesantemente contrassegnato il 2019. Gli avvicendamenti ai vertici delle aziende sanitarie, per scelte dei singoli direttori, avvengono in tutte le regioni italiane, ma per quanto ci riguarda, non intaccheranno il percorso che abbiamo intrapreso”.

Perugia
03/02/2023 16:44
Redazione
Liceo Mazzatinti di Gubbio, un ponte con l’Università di Perugia
Si è conclusa oggi una bella esperienza di orientamento in uscita per i ragazzi del Liceo Mazzatinti, una delle quattord...
Leggi
Assemblea Ordinaria Annuale degli Associati dell’Avis Comunale di Gubbio
Si riunirà il prossimo sabato 18 febbraio l`Assemblea Ordinaria Annuale degli Associati dell’Avis Comunale di Gubbio, al...
Leggi
Da febbraio a luglio 2023 torna “Umbria Factory Off”
Anche nel 2023 quel suggestivo “oggetto non identificato” che risponde al nome di “Umbria Factory Off” è pronto a scende...
Leggi
Dai cellulari ai turisti, ad Assisi sistema innovativo per rilevare le presenze
Si chiama “Destinazione Assisi” ed è un progetto che propone un sistema innovativo e unico in Umbria per rilevare le pre...
Leggi
Bartoccini B2, comincia il girone di ritorno
Dopo due settimane riparte il campionato di B2 femminile con la prima giornata di ritorno. Al palazzetto di San Marco sa...
Leggi
Progetto riqualificazione Rocchetta a Gualdo Tadino: giovedì 9 febbraio conferenza stampa
È indetta una conferenza stampa per giovedì 9 febbraio, alle ore 11, al Palazzo del Broletto della Regione Umbria, sala ...
Leggi
A scuola di paraclimbing con il campione italiano Omar Al Khatib: incontro con gli alunni dell’I.C. Sigillo
L’Istituto comprensivo Sigillo, presso la palestra della sede centrale dotata di una delle poche pareti di arrampicata i...
Leggi
Scalatore precipita e muore: la vittima 54enne era residente a Città di Castello
Lo scalatore precipitato e deceduto durante un`operazione di `chiodatura` di un percorso d`arrampicata sulla falesia Bal...
Leggi
Biometano, presentato progetto per impianto a Gualdo Tadino. Conferenza servizi il prossimo 23 febbraio. Il sindaco Presciutti:"Si convinto"
L`intenzione era già stata annunciata da qualche mese, ora c`è il progetto presentato ieri pomeriggio in commissione a s...
Leggi
Mancano 37 giorni alla Strasimeno 2023, entro domenica iscrizioni con sconto
Mancano 37 giorni alla Strasimeno 2023 l’evento sportivo più importante del Trasimeno e che apre la stagione sportiva e ...
Leggi
Utenti online:      284


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv