Skin ADV

Gubbio, Vergari e Manca lasciano la maggioranza e approdano al Pd. J'accuse a Stirati: "Si decide di non decidere". Maggioranza risicata

Gubbio, Vergari e Manca lasciano la maggioranza e approdano al Pd. J'accuse a Stirati: "Si decide di non decidere". Maggioranza risicata.

Si smarcano dalla maggioranza, approdano nei banchi dell'opposizione nelle fila del Partito Democratico e lasciano il governo Stirati sull'orlo dell'incertezza. 

Sono Giorgia Vergari e Giovanni Manca, consiglieri eletti nella lista dei Liberi e Democratici, fuoriusciti da questa ormai da più di un anno ( era il gennaio del 2020 ), approdati al Gruppo Misto  confermando il sostegno al sindaco Stirati ed oggi invece confluiti nel Partito Democratico tra i banchi dell'opposizione.

Lo dicono in un documento in cui affermano di passare all'opposizione adducendo almeno due motivazioni: da un lato il non riconoscersi più nel fare amministrativo di questa giunta, dall'altro per la scelta di aprire una nuova fase  che metta al centro le forze politiche e lasci indietro le liste civiche.

Alla luce di tutto questo la maggioranza consiliare di Stirati è composta da 13 elementi oltre al sindaco, mentre 11 sono i consiglieri di opposizione . Una situazione delicata, considerando anche che su alcuni temi, come quello del CSS, i 13 consiglieri non sembrano essere compatti sul percorso intrapreso, con Led in posizione isolata rispetto agli altri gruppi.

Si seguti il documento di Vergari e Manca. 

"Abbiamo sempre sostenuto l’attuale amministrazione della città con spirito costruttivo e cercando di offrire il nostro contributo nel rispetto delle istanze dei Cittadini. In questa maggioranza di Governo abbiamo tentato di ricercare profili di rinnovamento e di apertura, compiendo con consapevolezza la scelta di candidarci alle elezioni con questo obiettivo sempre presente.

Oggi è necessario fare un bilancio degli ultimi 2 anni, partendo dal contesto della nostra città caratterizzato da condizioni sociali ed economiche di grandissima difficoltà, emerse già da tempo e che l’avvento della Pandemia ha ulteriormente aggravato.

Vediamo che, al di là di alcune scelte condivisibili, non ci sia ancora ad oggi una reale volontà di innovazione sia nel metodo che nel merito dell’azione amministrativa.

La domanda che ci siamo posti è la seguente: se non ora quando?

Mentre altri Comuni adottano scelte coraggiose a sostegno di cittadini e imprese, a Gubbio prendiamo atto dell’assenza di una volontà di ridisegnare il futuro della nostra comunità, assistendo  a pratiche politiche che speravamo fossero superate.

Si decide di NON DECIDERE.

Abbiamo votato l’ultimo BILANCIO poiché, in un momento come questo, non intendiamo prestare il fianco a facili accuse.

Ora tuttavia, è arrivato il momento di fare chiarezza.

Gubbio è isolata perfino nel nostro comprensorio, con Gualdo Tadino che promuove progetti insieme ai comuni della fascia.

In un momento di crisi drammatica come questo, infatti, occorre promuovere progetti di sviluppo concreti e coerenti con la politica europea e nazionale (Next Generation Eu) rivolti a favorire una crescita resiliente, usando anche strumenti a disposizione del Comune come ad esempio un innovativo PRG.

Questo coinvolgendo i cittadini, le associazioni, le parti sociali, oltre alle più autorevoli personalità tecniche, per offrire alla città un nuovo modello di sviluppo sostenibile e competitivo, riaffermando così il ruolo di Gubbio quale principale attore protagonista nell’area vasta (Nord Est), cerniera fondamentale con le Marche, facendo sistema nell’ambito della strategia dell’Italia di Mezzo.

Anche in tema di Bilancio non si può rinviare un metodo di partecipazione attiva, per sostenere anche attraverso la leva fiscale e tributaria propria del Comune, i cittadini e le imprese.

Non è più impossibile aspettare, altri Comuni lo hanno già fatto.

Non è più rinviabile, all’interno della nuova idea urbanistica della città, la valorizzazione ed una nuova destinazione d’uso dei grandi contenitori pubblici (immobili comunali).

Gubbio merita un Grande Piano di Opere Pubbliche dove la Politica sia in grado di disegnare una nuova visione intercettando le nuove e importanti opportunità di finanziamento dei Fondi Europei.

Avevamo espresso in più occasioni la nostra voglia di collaborare per il bene della città, ma le cose da fare ci sono ancora. Nulla è cambiato dall’oramai lontano gennaio 2020. Per queste motivazioni, pur sintetiche, crediamo che a Gubbio sia ormai irreversibile l’apertura di una NUOVA FASE POLITICA che veda al centro le FORZE POLITICHE e non più le liste civiche.

È evidente che, per tradizione e per cultura, la città chiede a gran voce un ruolo forte ed autorevole del PARTITO DEMOCRATICO, il quale, grazie alla svolta compiuta nell’ultimo congresso con l’elezione di Massimiliano Grilli segretario, crediamo che possa finalmente assumere.

La nostra esperienza giovanile ed il nostro senso d’appartenenza ci vede impegnati da sempre nel contesto delle forze democratiche patrimonio di questa città e questo continueremo a fare.

L’autorevole esperienza del Governo Draghi ha messo in evidenza come le scelte complesse trovano soluzione e terreno fertile con la partecipazione nei luoghi propri della democrazia, i PARTITI.

I partiti organizzati a tutti i livelli saranno il motore pulsante di una nuova stagione politica e non certo i “gruppetti e gruppettini”.

Gruppetti che di facciata si proclamano come democratici e innovatori e sotto strizzano l’occhio alle vicende interne del PD.

Noi siamo diversi.

In politica servono scelte chiare e non giocare a nascondino.

Scegliamo e crediamo nel PD nato dal congresso del 24 aprile, come nuovo SOGGETTO in grado di costruire una coalizione di forze riformiste per offrire a Gubbio:

CAPACITA’ DI SCELTA E CORAGGIO DI GOVERNO, AUTOREVOLEZZA, SPAZI DI VERA PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA PER I CITTADINI.

Per questo da oggi la nostra esperienza continua dai banchi dell’OPPOSIZIONE, con rispetto dei ruoli e concretezza costruttiva perseguendo sempre l’INTERESSE GENERALE della città di Gubbio."

Gubbio/Gualdo Tadino
04/05/2021 16:15
Redazione
Presentato oggi in Regione il progetto del nuovo ospedale di Terni
Nel pomeriggio di ieri i rappresentanti del Raggruppamento Temporaneo d’Imprese composto da SALC Spa di Simon Pietro Sal...
Leggi
Torna stasera "L'Attesa" con la quarta puntata in prima serata su Trg canale 11
Torna questa sera la trasmissione "L`Attesa". La quarta puntata in onda in prima serata su Trg canale 11 (ore 21:10). Em...
Leggi
Covid: ancora un giorno senza altri morti in Umbria. A Gubbio si registrano 7 nuovi positivi
Ancora un giorno senza morti per il Covid in Umbria dove in base ai dati sul sito della Regione le vittime del virus son...
Leggi
Riaprono i musei del Polo Diocesano di Gubbio
Si riparte, per la seconda volta dall’indizio dell’emergenza sanitaria che ha visto le strutture culturali e museali de ...
Leggi
C.Castello: Coronavirus, in tutto circa 150 i tifernati attualmente positivi
“Relativamente alla giornata di ieri, l’Usl Umbria 1 non ci ha comunicato alcun nuovo positivo al Covid-19 e nemmeno cas...
Leggi
Città di Castello aderisce alla Settimana della Croce Rossa e della Mezzaluna rossa
Da ieri e fino all’8 maggio 2021, il Comune di Città di Castello aderisce alla Settimana della Croce Rossa e della Mezza...
Leggi
Alla presidente dell'Umbria Tesei la bandiera della Croce Rossa
La Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha ricevuto questa mattina dal Presidente del Comitato Regionale de...
Leggi
Assisi: piano per la pubblica illuminazione, lavori in zona espansione, Sterpeto, Ponte San Vetturino
Pubblica illuminazione più efficiente e funzionale. Questo l’obiettivo dell’amministrazione comunale che sta riqualifica...
Leggi
Coronavirus: vaccinazione Covid-19, prossimi appuntamenti per estremamente vulnerabili, caregiver e familiari conviventi
Da oggi 4 maggio alle ore 12, sono riaperte le prenotazioni per i caregiver e familiari conviventi di soggetti estremame...
Leggi
Perugia: tunisino evade dagli arresti domiciliari, arrestato e condotto in carcere
Personale del Reparto Volanti della Polizia di Stato della Questura di Perugia, diretto dal Commissario dr.ssa Corneli M...
Leggi
Utenti online:      202


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv