Skin ADV

Gubbio, i consiglieri Zaccagni e Biancarelli si difendono: "Noi vittime di attacchi". In maggioranza per senso di responsabilità"

Gubbio, i consiglieri Zaccagni e Biancarelli si difendono: "Noi vittime di attacchi". In maggioranza per senso di responsabilità".

Si sentono attaccati i consiglieri comunali Francesco Zaccagni e Riccardo Biancarelli, esponenti in consiglio comunale a Gubbio della maggioranza che sostiene il sindaco Stirati . Il tutto nello scenario squisitamente eugubino della battaglia sul tema del Css: da un lato c'è un Comune che con la sua giunta decide di ricorrere al Tar contro il via libera dato dalla regione alle cementerie per l'uso del combustibile alternativo, dall'altro le aziende stesse che si sentono attaccate dalla linea adottata dall'amministrazione comunale .

Zaccagni e Biancarelli, nella vita privata dipendenti di una delle due cementerie, nella vita pubblica esponenti di due liste a sostegno di Stirati, sono stati oggetto di frasi e allusioni stigmatizzate anche dal sindaco Stirati in sede di conferenza stampa . D'altro canto , la partecipazione alla vita politica è un diritto di ciascun cittadino, i casi di incompatibilità sono disciplinati dalla legge e non è questo il caso, l'esercizio del fare democratico non può essere minato da attacchi che pescano dalla vita privata e non dal comportamento in sede di rappresentanza pubblica .

I due consiglieri affidano ad una nota le loro riflessioni.

“I recenti attacchi mediatici che abbiamo subito nel nostro ruolo di Consiglieri Comunali e al contempo dipendenti Colacem – scrivono - ci spingono, speriamo una volta per tutte, a specificare alcuni punti fondamentali che sarebbero l'ABC della politica, ma che evidentemente non sono chiari a tutti, o peggio non vogliono esserlo.

Premesso che le situazioni di incompatibilità con qualsiasi ruolo istituzionale sono disciplinate dalla legge (e non è il nostro caso!), vogliamo evidenziare l'assoluta linearità e trasparenza della nostra azione politica. Quando ci è stato chiesto di candidarci nel 2019 (sì, non siamo stati noi a chiederlo!) nella coalizione a sostegno del Sindaco Stirati eravamo già da molti anni dipendenti Colacem, e a tutti erano note le nostre posizioni su temi come energia e combustibili, oggi di grandissima attualità, compresi i CSS, non avendo mai avuto la volontà di nasconderle in contesti privati, pubblici e istituzionali. Era altrettanto noto da parte nostra che tra i numerosi punti previsti nel programma elettorale della coalizione vi fosse il NO ai CSS, come del resto nei programmi di TUTTI gli schieramenti, come fosse un prerequisito per poter partecipare alle elezioni. Eppure in questa fase i fatti stanno dimostrando quanto questo punto programmatico fosse una promessa ipocrita perché impossibile da mantenere visto che la competenza su tale materia è esclusivamente regionale e nazionale.

In una maggioranza che è comunque espressione di varie componenti politiche è normale che vi siano visioni articolate su alcuni punti programmatici; il sale della democrazia vuole che se ne dibatta all'interno ma poi, come avviene in qualsiasi consesso collegiale, si sostiene ciò che la maggioranza ha deciso. È così che a giugno 2020, come in qualche altra occasione per argomenti diversi dai CSS, ci siamo trovati a votare, insieme a tutto il Consiglio Comunale, una mozione che nella sostanza era contraria all'utilizzo dei CSS nei cementifici eugubini ma, al contempo, lasciava spazio per una serie di approfondimenti. Lo abbiamo fatto con spirito di lealtà e correttezza verso la coalizione.

Da allora è cambiato il mondo: a parte la pandemia, una crisi energetica prevista e devastante, una nuova Legge dello Stato che ha fugato ogni dubbio sulle modalità di autorizzazione dei CSS, e per ultimo una guerra assurda che sta mettendo in evidenza tutte le contraddizioni del vetero ambientalismo italiano che, dicendo NO a tutto, ha reso l'Italia debolissima e dipendente da altre nazioni da cui importa energia.

In questi giorni la questione CSS è tornata in evidenza a seguito del ricorso al TAR senza sospensiva che il Sindaco Stirati e la sua Giunta hanno deciso di attivare contro l'autorizzazione della Regione a utilizzare i CSS nei cementifici eugubini in base alla sopracitata Legge di conversione del D.L. “Semplificazioni”. Anche in questo caso abbiamo esternato in sede di riunione di maggioranza, insieme ad altri consiglieri, tutta la nostra contrarietà al ricorso, perché per noi insensato sotto ogni punto di vista oltre che quasi sicuramente perdente. Da persone responsabili quali siamo, abbiamo pensato che l'unica nostra vera arma a disposizione, cioè uscire dalla maggioranza e far quindi commissariare il comune, sarebbe stata una vera catastrofe in una fase difficilissima per la città e per l'intera nazione. I CSS, cari concittadini, continuano a essere nella nostra comunità un tema demagogico, elettorale e lontano da considerazioni tecnico-scientifiche, mentre rappresentano ormai una prassi consolidata in tutta Italia e in Europa.

Oltre questo tema, ci sono tante cose che l'Amministrazione Comunale ha fatto e altre che sta facendo per lo sviluppo economico e sociale della città. Noi è sul da farsi che ci concentriamo e non faremo mai mancare il nostro impegno e senso di responsabilità, sacrificando tempo e serenità.

Le chiacchiere le lasciamo a chi non ha nulla da fare se non distruggere e polemizzare.”

Gubbio/Gualdo Tadino
02/03/2022 18:33
Redazione
A Link stasera ( TRG canale 11 h.21 ) la serata "Rosa di Sera – Donne che si raccontano tra Arte, Lavoro e Tradizione"
Appuntamento questa sera su TRG ( canale 11 h.21 ) con una nuova puntata di LINK. Dal Park Hotel ai Cappuccini di  Gubb...
Leggi
Volley, ottava Final Four di Coppa Italia in arrivo per Sir Safety Conad Perugia: le ultime in vista della semifinale(sabato ore 15.15) contro Piacenza
Prosegue il lavoro della Sir Safety Conad Perugia in vista della Final Four di Coppa Italia. Sta preparando con cura la ...
Leggi
Si conferma l'ipotesi di rapina per Diego Damis, il barista originario di Perugia ucciso a Chicago
Si conferma l` ipotesi di una aggressione a scopo di rapina per l`uccisione di Diego Damis, 41 anni, il barista originar...
Leggi
XIX anniversario della scomparsa di Emanuele Petri, il ricordo della Polizia di Stato a Tuoro sul Trasimeno
La Polizia di Stato di Perugia ha ricordato oggi nella chiesa di Santa Maria della Misericordia a Tuoro sul Trasimeno e ...
Leggi
C.Castello: fermato trasporto eccezionale privo di scorta tecnica
Nel corso dei costanti controlli al traffico in transito sulla SS 3bis - E45, nella mattinata odierna personale del Dist...
Leggi
Assisi: il sindaco ringrazia le scuole per aver testimoniato la pace
Il sindaco di Assisi Stefania Proietti ringrazia i dirigenti scolastici, gli insegnanti, gli alunni e gli studenti delle...
Leggi
La professoressa Cristina Mecucci nel Consiglio superiore di Sanità
La neo direttrice della Struttura complessa di Ematologia con Trapianto di Midollo osseo, Cristina Mecucci, ordinario di...
Leggi
C.Castello: Giornata internazionale della donna, tante iniziative in programma in città
“La Giornata internazionale della donna celebra le conquiste sociali, economiche, culturali e politiche, ma non può e no...
Leggi
Al via anche a Gubbio il progetto nazionale di educazione ambientale dei Carabinieri della Biodiversità
Al via anche a Gubbio, il 10 marzo, il progetto nazionale di educazione ambientale dei Carabinieri della Biodiversità, r...
Leggi
"Link for Ucraina" : stasera ore 21 su TRG ( canale 11 ) le storie da Kiev e la solidarietà umbra. E' un nuovo 1939? L'analisi dei professori Segatori e Paoletti
"Link for Ucraina". Stasera, in diretta alle ore 21, Link, l`infotainment di TRG ( canale 11 ) dedica una puntata alla s...
Leggi
Utenti online:      237


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv