Skin ADV

L'Usl Umbria 2 replica al M5s sulla pediatria di Spoleto

L'Azienda sanitaria fa il punto sull'organizzazione del servizi.

La direzione strategica della Usl Umbria 2 replica a quanto sostenuto dal Movimento 5 Stelle sulla presunta chiusura del reparto di pediatria del "San Matteo degli Infermi" e lo fa "per fornire alla cittadinanza la corretta lettura del provvedimento, scevra da dichiarazioni strumentali e da dannosi (per il territorio, per la sanità pubblica locale e per i professionisti che vi operano) quanto ingiustificati allarmismi". Nella nota "si ricorda anzitutto che nel vecchio piano sanitario regionale e negli atti di programmazione delle precedenti giunte regionali è stata prevista la direzione unica di Pediatria nelle due sedi di Foligno e Spoleto tanto che la precedente direzione aziendale aveva nominato, nel 2019, il dottor Maurizio Stefanelli quale primario della Struttura complessa unica degli ospedali di Foligno e Spoleto". "La programmazione regionale ed aziendale - prosegue l'Usl 2 - indicava quindi un unico responsabile di struttura complessa per entrambi i nosocomi e l'avviso bandito oggi dalla Usl Umbria 2 non fa altro che prevedere la sostituzione del professionista in quiescenza (dott. Stefanelli) e garantire stabilità e prospettive ad una struttura ospedaliera guidata attualmente da un direttore facente funzioni (la dottoressa Beatrice Messini). Va da sé che trattandosi di un'unica struttura complessa presente in due poli ospedalieri, la stessa dovrebbe essere, come avviene in tutta Italia, differenziata per ruolo e funzioni. Questa è d'altronde la mission del gruppo di lavoro tecnico per la definizione e realizzazione del progetto terzo polo ospedaliero dell'Umbria, che ovviamente interessa anche altre unità operative quali ad esempio la chirurgia, l'ortopedia, la cardiologia. Lo slogan, vuoto di contenuti ma utilizzato costantemente, di 'ennesimo smantellamento della sanità spoletina' è ben lontano dalla realtà dei fatti visti gli ingenti finanziamenti, Pnrr ma non solo, che ricadono sul territorio e i progetti regionali e aziendali avviati o già portati a compimento. Ne citiamo soltanto alcuni: la realizzazione di nuove strutture intermedie di assistenza e cura quali la casa della comunità, l'ospedale di comunità, la centrale operativa territoriale; l'acquisizione di tecnologie e impianti di ultima generazione quali l'acceleratore lineare multienergia, completo di tac simulatore per radioterapia e l'installazione di un impianto ultramoderno per i trattamenti di dialisi; l'impegno straordinario, facilmente riscontrabile negli atti ufficiali, per l'adeguamento e il rafforzamento della dotazione organica, in particolare nell'ambito della dirigenza medica e chirurgica. Esclusivamente per Spoleto la Usl Umbria 2 ha previsto l'ingresso di cinque dirigenti Cardiologi e di un dirigente medico di Medicina Fisica e Riabilitativa, ha attivato mobilità per specialisti di malattie infettive e medicina interna e ha bandito in queste settimane concorsi aziendali, che interesseranno ovviamente anche la sede di Spoleto, per 4 nefrologi, 7 dirigenti di radiodiagnostica e 15 dirigenti di medicina di emergenza urgenza. A ciò si affiancano il potenziamento delle attività di chirurgia robotica e la prossima attivazione della chirurgia testa - collo, che farà del San Matteo degli Infermi il polo regionale di riferimento in questo ambito. Le attività ospedaliere sono in grande ripresa, rispetto all'anno precedente il 2022 ha segnato un incremento del 45% della degenza ordinaria e del 27% della degenza in day hospital-day surgery; si è passati complessivamente da 2.663 a 3.727 ricoveri con un'ulteriore costante e progressiva crescita nel primo semestre del 2023. Si tratta di risultati, progetti concreti e iniziative di grande impatto e importanza che confermano l'impegno della direzione strategica dell'Azienda Usl Umbria 2 - conclude la nota -, in linea con le indicazioni della Regione, per fornire risposte ai vecchi e nuovi bisogni della popolazione di Spoleto e della Valnerina".

Foligno/Spoleto
23/08/2023 13:38
Redazione
Bevagna: riaperta la chiesa dei Santi Domenico e Giacomo
Riaperta la chiesa dei Santi Domenico e Giacomo. Nella serata di martedì 22 agosto Bevagna ha vissuto momenti di forte e...
Leggi
Gubbio, al CVA di Mocaiana il Memorial Antonio Ramacci
Una serata all`insegna dello sport, del ricordo e della condivisione, quella di ieri al CVA di Mocaiana con il Memorial ...
Leggi
In Umbria conclusi oltre 1.500 cantieri privati post sisma
In Umbria i cantieri avviati dopo il terremoto del 2016 sono stati 2.822, 1.551 dei quali già conclusi con il ritorno de...
Leggi
Oggi e domani 17 città con il bollino rosso, saranno 19 venerdì
Situazione pressochè stabile in questi giorni con caldo e afa che continuano ad attanagliare l`Italia. Oggi e domani son...
Leggi
Regione, in Umbria grande accelerazione per la ricostruzione
La ricostruzione post-sisma 2016, "all`inizio molto lenta, negli ultimi anni ha vissuto una grande accelerazione di cui ...
Leggi
Considerevole aumento di presenze al Teatro romano di Gubbio e all’Antiquarium
Dal 1° al 20 agosto il Teatro romano di Gubbio, con l’Antiquarium, ha registrato 836 ingressi, una cifra in considerevol...
Leggi
Parte da Spello il percorso musicale dei MUSICI ITALIANI
Parte da Spello il percorso musicale dei MUSICI ITALIANI, la nuova orchestra di talenti che sarà presentata in occasione...
Leggi
Apertura straordinaria della torre poligonale di Assisi
Apertura straordinaria della Torre Poligonale della Rocca Maggiore di Assisi, il 26 agosto, dopo i lavori di restauro e ...
Leggi
A Perugia ancora una giornata da bollino rosso per il caldo
Ancora una giornata da bollino rosso per il caldo a Perugia. Dove comunque non si registrano particolari disagi. Secondo...
Leggi
Primo passo verso le esportazioni in Usa di carni fresche suine umbre
Significativo riconoscimento per la Regione Umbria da parte dell’Animal and Plant Health Inspection Service (APHIS), l’e...
Leggi
Utenti online:      193


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv