Skin ADV

Lutto a Gubbio, scompare Pina Pizzichelli, firma storica del giornalismo eugubino

Se ne va all'età di 83 anni Pina Pizzichelli, nome storico del giornalismo eugubino, corrispondente della Rai regionale, firma dell’Eugubino, del Buratto, instancabile collaboratrice di Radio Gubbio.

Una voce inconfondibile, un sorriso contagioso, l'autoironia tipica delle menti brillanti, una onestà di pensiero e di modi che la rendevano vera, un'irriverenza all'etichetta, al bon ton, alla moda, sfoggiata con l'orgoglio di chi guardava la sostanza delle cose.

Se ne va all'età di 83 anni Pina Pizzichelli, nome storico del giornalismo eugubino, corrispondente della Rai regionale, firma dell’Eugubino, del Buratto, instancabile collaboratrice di Radio Gubbio con cui aveva instaurato un rapporto prezioso dalla fondazione fino ai giorni nostri, interrotto solo dal Covid.

Classe 1938, diploma magistrale, laurea in lingue all'Università di Urbino, dopo un primo impiego alle Poste, l'insegnamento è stato il suo modo di approcciare con il mondo dei giovani, amatissimi, a cui nei suoi servizi giornalistici ha sempre riservato spazio, raccontando successi, speranze, talenti.

Eugubina, ceraiola santantoniara fin nel profondo. Quando si parlava della sua Gubbio, la sua lucidità lasciava spazio al cuore nel difendere, anche oltre il terzo grado di giudizio, la sua città nelle cadute inevitabili che la storia porta con sè, ma anche nell'esaltarne la  millenaria memoria e tradizione. " Voi di Gualdo non potrete mai capire" diceva in una redazione di Trg in parte "straniera". Eppure la curiosità di una giornalista vera non le impediva di guardare altrove, aldilà del Chiascio, aldilà dell'Appennino e il suo telefono giungeva a importunare chi non avresti mai pensato di raggiungere nei ministeri, nelle accademie nazionali fino all'estero. La sua immaginazione e la sua voglia di raccontare non si lasciavano fermare da una cartina geografica, la sua proverbiale,  utilissima disinvoltura , sapeva andare oltre  l'opportunità.

Una disinvoltura che le consentiva di ammonire il sindaco di turno che la "menava" lunga in conferenza stampa, a tirare corto, perchè "Devo andare a casa, c'ho da fare il sugo", una frase che resta celebre tra chi come noi è del mestiere, indice non di ineleganza o mancato rispetto verso le istituzioni nè di sciatteria perofessionale, ma dimostrazione concreta di chi sapeva mettere in fila le priorità della vita e per Pina la famiglia è sempre stata al primo posto, il marito Piero e i tre figli amatissimi.

Un'amicizia di lunga data con giornalisti pressapoco della sua età, Giampiero Bedini e il compianto Giuseppe Nardelli, una fattiva collaborazione con Don Angelo Fanucci di cui ha sostenuto l'attività anche devolvendo alla causa della Comunità di San Girolamo i suoi doni di nozze.

Oggi Gubbio è più povera, più sola e sicuramente perde una delle sue menti più brillanti, ostinata fino alla testardaggine pura, ma proprio l'ostinazione nel voler sempre cercare il vero, il giusto, il buono delle cose l'ha resa il personaggio che è stato e che sempre rimarrà nei ricordi di tutti noi.

Ciao Pina, il tuo sugo lassù sarà celestiale !

Gubbio/Gualdo Tadino
20/07/2021 19:16
Redazione
Gualdo: la Comunanza Agraria chiede la chiusura dei pozzi Rocchetta
Demolizione dei cabinotti e ritombamento dei pozzi.  Sono le richieste a Gualdo Tadino della Comunanza Agraria Appennin...
Leggi
Le province di Perugia e Siena ora più vicine grazie alle vittorie di Rodrigo Bei, al palio nel 98 e 2000
Comuni e province di due territori e regioni unite dalle vittorie leggendarie al Palio di Siena dell’allevatore-imprendi...
Leggi
Matrimonio a Gualdo Tadino, aggiornamento casi positivi al Covid-19
Sono 9 in tutto i casi umbri di positività al Covid-19 riscontrati al matrimonio celebrato sabato 10 luglio a Gualdo Tad...
Leggi
Umbria Film fest intitola un premio a Gigi Proietti
Un premio speciale, sarà intitolato ad uno dei maggiori interpreti del mondo dello spettacolo recentemente scomparso, Gi...
Leggi
Torna Life in Gubbio, fra musica, teatro e voglia di bellezza
E’ nata nel 2007 e continua ad animare la città con spettacoli, ospiti ed eventi di altissimo livello “Life in Gubbio”, ...
Leggi
C.Castello: la battaglia antifascista di Mario Angeloni ricordata in occasione della presentazione del libro “Trentasei” di Luca Gatti
“Ricordare una figura come quella di Mario Angeloni, al quale Città di Castello ha dedicato una delle sue vie più import...
Leggi
C.Castello: un centro estivo gratuito in cui si incontrano le generazioni
Nonne e nonni pronti a giocare, raccontare, costruire e disegnare insieme alle bambine e ai bambini, mettendo la loro es...
Leggi
C.Castello: utilizzo annuale degli impianti sportivi comunali, domande fino al 24 luglio
L’assessore allo Sport Massimo Massetti ricorda alle associazioni sportive del territorio che hanno tempo fino a sabato ...
Leggi
Norcia, oltre 62 milioni di euro per la ricostruzione pubblica
Il Commissario Straordinario alla Ricostruzione Giovanni Legnini venerdì 16 luglio ha firmato 11 nuove ordinanze special...
Leggi
Appello del Cor, rispettate le regole anti-Covid
L’andamento epidemiologico del COVID-19 in Umbria, che registra un aumento di positivi – pur restando molto bassa l’ospe...
Leggi
Utenti online:      371


Newsletter TrgMedia
Iscriviti alla nostra newsletter
Social
adv